L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 1021
Domanda: Salve Dott. De Castelli. Sono la ragazza che ha posto il quesito 1018 qualche giorno fa inerente una distorsione con relative complicanze. Ho prenotato una visita per la prossima settimana da un angiologo come consigliato da lei assieme ad un eco color doppler. Per quanto riguarda l'ecografia che evidenzia un infiammazione del muscolo e del tendine cosa mi consiglia di fare? Il rossore che appare e il calore che avverto può essere un problema di circolazione e perciò attendo la visita specialistica, ma per l'infiammazione del tendine non dovrei continuare ad andare dal fisioterapista?
Cordiali Saluti
Risposta: Gentile Sara, se la visita flebologica è la prossima settimana, io aspetterei l'esito della visita prima di tornare dal terapista. Mi aggiornò sul risultato dell'eco doppler, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1022
Domanda: Buonasera, uso da qualche anno idrozoil come detergente intimo e mi trovo molto bene, da qualche mese però ho scoperto di essere allergica al Nichel e ho bisogno di sapere se questo prodotto ne contiene; sulla confezione non c'è la dicitura Nichel tested e questo mi fa pensare che forse non potrò più usarlo. Attendo chiarimenti. Grazie
Risposta: Gentile Utente,
tutti i prodotti Erbagil sono ottenuti utilizzando materie prime nichel free, quindi può stare tranquilla sull'utilizzo del prodotto, anzi la ringrazio per averci segnalato questa mancanza e provvederemo a riportarlo sui nuovi scatoli e bugiardini.
Cari saluti,
dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 1023
Domanda: Egregio Dottore, dopo un'infortunio sul lavoro con caduta di spalla da mt 2, effettuo RX spalla sx negativa, segue Eco muscolo tendinea, referto: nettamente ridotto di spessore e a tratti non apprezzabile il tendine del sottoscapolare e del sovraspinato come per rottura, evidente area compatibile con ematoma pettorale, si consiglia immediata indagine tramite RMN. Effettuo RNM e questo è il referto: Diffuse irregolarità della corticale ossea del trochite omerale, da fenomeni degenerativo-infiammatori, segni di lesione massiva dei tendini della cuffia dei rotatori per verosimile lesione completa dei tendini sovraspinato, sottospinato e sottoscapolare al tratto distale. In breve vengo sottoposto a intervento chirurgico a celo aperto per riparazione, Dimesso con prognosi di 40 gg. con applicazione di tutore in abduzione 30° per 4 settimane poi inizio FKT solo passiva per 1 mese poi FKT attiva. Dopo la seconda visita di controllo ortopedica, circa 50 gg dopo l'intervento, vengo sottoposto a elettromiografia per limitazione di ROM per 2 3 multiplanare con coesistenza di deficit del tricipite brachiale sinistro, effettuato l'esame con responso: quadro clinico ed EMG suggestivo di lesione parziale del tronco primario superiore e medio del plesso brachiale sinistro in fase cronica, si segnala S. me del Tunnel Carpale. Prescritto oltre a sedute di FKT, ciclo di elettrostimolazioni con aggiunta di Nicetile 1cps per 30 gg. Effettuato cliclo di correnti di Kotz con ulteriore ciclo di FKT per rieducazione motoria per recupero articolarità spalla braccio sinistro, Ipotrofia muscolare in posizione seduta attiva flessione circa 95° abduzione circa 75°, rotazioni non concesse, tutto questo 80 gg. dopo l'intervento. Per il persistere di limitata articolazione e lamentele su continui dolori articolari durante gli esercizi di riabilitazione, vengo sottoposto a Eco Muscolo Tendinea di controllo spalla sinistra, 150 gg. dopo l'intervento, referto: Segni di lesione completa del legamento sovraspinato, al tratto distale, con retrazione del moncone prossimale, il tendine sottospinato appare ridotto di spessore, disomogeneo al tratto distale da tendinosi, senza evidenti immagini di lesioni, il tendine sottoscapolare è ridotto di spessore, discretamente e diffusamente disomogeneo, da tendinosi di grado elevato, con segni di lesione parziale al 3° distale del braccio sinistro, versante posteriore, si rileva la presenza di complesso calcifico nel contesto della giunzione miotendinea del tricipite brachiale, che sembra interessare a tutto spessore la sua struttura, da verosimili esiti post-traumatici, si consiglia esame RMN spalla sinistra. A questo punto chiedo cosa mi possa essere successo e cosa non si è indagato a fondo per evitare tutto ciò, a tutt'oggi, non riesco a portare in rotazione il braccio, tutti i movimenti eseguiti con la spalla sinistra vengono effettuati nella loro limitatezza esclusivamente senza nessun peso applicato.
Attendo con trepida attesa una vostra considerazione sulla mia patologia, nel ricordarvi che sono un 60enne, sono un lavoratore autonomo e svolgo la mansione di Autotrasportatore, ringrazio infinitamente per il tempo concessomi, cordiali saluti

Carlet Gianni
Risposta: Gentile sig Gianni, il suo caso rientra pienamente nella cosiddetta mala sanità . Sicuramente ci sono state delle leggerezze nel trattare il caso, intanto bisognerebbe capire che intervento è stato eseguito, forse nella cartella clinica dovrebbe trovarlo, sicuramente il fisioterapista ha fatto delle manualità forzate che hanno portato alla rottura dei legamenti però, e anche vero che l'operazione di per se probabilmente non è stata eseguita alla perfezione. Io l'unico consiglio che mi sento di darle, è chiedere un consulto al dr porcellini dell'ospedale di cattolica, uno dei pochi specialisti della spalla che abbiamo in Italia. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1024
Domanda: Gentile Dr. De Castelli,
Le scrivo per chiederle un parere sul mio problema alla spalla. Premetto sono un motociclista di motorally da tanti anni. Lo scorso aprile durante una gara ho sentito dolore alla spalla dx (anche la sinistra ma meno) che poi ha continuato per mesi. Facevo fatica ad alzare il braccio, cosi come nel movimento laterale.
Il mio medico osteopata mi consiglia di operare per calcificazioni. A settembre durante l'operazione vede che in realtà ho poche calcifiazioni, che vengono tolte, ma che la cuffia è attaccata alla testa dell'omero, sintomo della spalla congelata. Il medico quindi procede a staccare le aderenze della cuffia chirurgicamente in artroscopia. Dopo un riposo di una settimana mi raccomanda di usare la spalla il più presto possibile per recuperare. La spalla migliora lievemente, ma non ha risolto il problema, e ora dopo due mesi ed uno sforzo tre giorni fa (giro in moto fuoristrada) mi fa molto male ed è come se non avessi operato. Il mio problema è capire quale può essere il vero problema alle spalle, se l'attività aiuta oppure no, se potrò stare meglio (faccio fatica a dormire in questi giorni), se ci sono altre operazioni o fisioterapia da fare o anche diete. . . é vero che il glutine fa male? . Inoltre faccio uso di Aulin e Oki, a volte non fanno effetto e non so come trovare sollievo. Comunque vorrei sapere a lungo termine se potrò anche riprendere l'attività di moto fuoristrada.
La ringrazio per il suo aiuto, spero che lei potrà indicarmi un iter migliore per trovare una soluzione al mio problema.

Cordiali saluti. Niccolò
Risposta: Buongiorno Niccolò, per poterle dare un consiglio, avrei bisogno dei referti della risonanza e altre indagini diagnostiche che ha eseguito. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1025
Domanda: come evidenziato dallo specialista senza un motivo determinato ( forse allergia a un determinato preservativo o un microtrauma causato da movimento o colpo) mi trovo con il problema del curvamento del pene con fastidio locale e difficoltà nel rapporto sessuale . Lo specialista dopo la visita ha consigliato una terapia a base di Permixon e la crema Banival. . dopo circa 60 gg ho riscontrato dei benefici ma lo stesso specialista a suo tempo consigliava l'interruzione della profilassi dopo un periodo dei 60 gg . Purtroppo causa trasferimento non ho più i contatti con il medico e prima di rivolgermi ad altri vorrei un consiglio per eventualmente continuare le applicazioni del Banival e o indirizzarmi a altra terapia per evitare possibili conseguenze.
Risposta: Gentile Utente,
non posso sostituirmi al medico nel darvi un'altra terapia le posso però dire che Banival non ha controindicazioni né effetti collaterali pertanto può riprendere ad applicarlo. Le posso consigliare di procedere con applicazioni alternate, una settimana una applicazione al giorno, l'altra una applicazione a giorni alterni. L'inconveniente che potrebbe verificarsi in caso di applicazioni continue è che essendo una crema ad effetto cerotto applicazioni continuate tutti i giorni possono inumidire troppo la parte, ecco perchè consiglio di alternare settimane in cui si procede con una applicazione al giorno, a settimane in cui l'applicazione è a giorni alterni, un velo di crema sulla parte interessata.
a disposizione per altre informazioni, mi faccia sapere come procede.
Cordiali saluti
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 1026
Domanda: Borsite trocanterica da aprile, purtroppo diagnosticata con Risonanza magnetica il 30 luglio scorso. Stato infiammatorio importante e l'ortopedico ha effettuato 3 infiltrazioni con cortisone. L'ultima, eseguita il 15 ottobre ha provocato una forte tendinite per cui mi sono rivolta a un centro fisioterapico privato. Ieri ho effettuato una nuova ecografia e allo stato attuale
Segni di entesopatia degenerativa ma senza aspetti di ipervascolarizzazione al doppler, masse muscolari con strutture fibrillazione caratterizzate da segni di iperecogenicita strutturale in possibile involuzione fibrosa. Non aspetti flogistici. Mi è stato prescritto a pagamento un ciclo di 3 mesi con laser e tecar terapia. Mesoterapia. Sempre a pagamento. Vorrei sapere se ne vale la pena. Grazie della cortese attenzione.
Risposta: Gentile signora Bianca, mi posti anche il referto della risonanza, qual'è il tendine interessato dall' entesopatia? Dopo aver letto il referto della risonanza, le dico come procedere, ora non faccia nulla , saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1027
Domanda: In seguito ad un forte dolore e gonfiore della mano e del polso dx ho effettuato vari esami tra cui
- un RX la quale è uscita perfetta,
- un ecocolordoppler perchè l'ospedale mi aveva diagnosticato una tromboflebite
- e infine mi sono rivolta da un ortopedico il quale mi ha prescritto una RM DEL POLSO DX ed il risultato è:
disomogeneità di intensità di segnale del capitato per microareola di ipointensità in T1 con microspot di iperintensità in soppressione del grasso con note lievi di edema midollare; note di disomogeneità della fibro-cartilagine triangolare.
Per me è arabo, può spiegarmi il significato di questo referto per favore? Devo preoccuparmi?

Grazie in anticipo! !
Risposta: Gentile Daniela, per caso è cascata appoggiando violentemente la mano? Questo sembra un grosso livido del polso (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1028
Domanda: Salve, Dott. De Castelli sono la ragazza che ha posto il quesito 1021. L'altro giorno ho effettuato una visita dall'ortopedico il quale ha riportato: ROM caviglia ridotta rispetto a controlaterale soprattutto in flex dorsale, dolenzia dp su PAA e PC, non grossolane instabilità, minimo arrossamento cutaneo locale in regione perimalleolare e gamba, polpaccio morbido e non dolente alla compressione, non deficit nerologici periferici.
Si consiglia: FKT per mobilizzazione attiva e passiva assistita della caviglia per recupero articolarità, ginnastica propriocettiva per la caviglia.
Brufen 400 1 bst x 2 al di per 4-5 gg a stomaco pieno. Mi ha detto che posso farla anche a casa la fisioterapia usando la tavola propriocettiva . Per quanto riguarda l'altra visita, per vari motivi è slittata a ieri. Ecco gli esiti dell'eco color doppler: Si evidenzia un flusso arterioso valido, con presenza dei polsi tibiali; il circolo venoso profondo appare allo stato pervio e comprimibile; continenti gli osti safeno-femorali. Osti safeno-poplitei continenti. Comprimibili allo stato le vene superficiali. Si consiglia dosaggio D-Dimero. Inoltre mi ha prescritto il gel Flebo-up da mettere sulle gambe perchè da qualche giorno la pelle è diventata anche lucida e in più degli integratori flebinic. Ancora non ho iniziato a prendere il brufen perchè ho aspettato di fare l'altra visita, siccome le bustine da 400 mi ha detto il farmacista che non esistono ho preso quelle da 600. Secondo lei posso prendere insieme brufen, integratore flebinec e integratore Tendi Sulfur Forte? Sono preoccupata perchè dopo svariate terapie ho ancora dolore e rossore con presenza di chiazze bianche soprattutto al risveglio. Ho pensato di fare un'altra ecografia per vedere se è migliorata l'infiammazione dei tendini. Lei cosa mi consiglia di fare?
Risposta: Gentile Sara, aspettiamo di conoscere i valori del D- dimero, è abbastanza inutile prendere farmaci se prima non vi è una diagnosi (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1029
Domanda: Ho dolori al gomito sinistro, faccio fatica a portare la spesa, toglirmi il golf e altro.
Che fare, si possono usare prodotti a base di ozono?
Risposta: Gentile Paolo sembrerebbe una epicondilite, provi ad applicare due volte al dì, sul gomito il dolaren, ne basta poco è molto concentrato, applichi il dolaren due volte al dì per 7 giorni (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1030
Domanda: Quesito 1026. Gentile Dott. De Castelli, come da Lei richiesto le posto il referto della R. M. coxo femorale sn diretta eseguita il 31. 7. 2017.

Quesito diagnostico coxalgia sinistra. Non significativa alterazione del segnale proveniente dal collo e dalla testa femorale bilateralmente, si segnala chiazzetta di osteosclerosi al livello della regione pertrocanterica del femore di destra sul versante mediale. Areola geodica di riassorbimento osseo d'aspetto pseudocistico è apprezzabile a livello della testa femorale di destra sul versante anteriore. Modesto versamento in sede Intra articolare bilaterale. Rugosità osteofitosiche a carico delle superfici articolari coxofemorali contrapposte bilateralmente. Importante edema dei tessuti molli che rivestono il gran trocantere a sinistra, con presenza di areole pseudocistiche che contornano l'intersezione dei muscoli glutei come da importante entesopatia inserzionale. Reperto analogo ma nettamente meno evidente è apprezzabile anche a destra nella stessa sede.
Risposta: Gentile signora Bianca, il referto segnala l'artrosi alle anche e a SX anche la borsite trocanterica. Quando l'articolazione dell'anca va incontro ad artrosi, è normale che venga fuori l'infiammazione della borsa trocanterica. Prima di tutto deve fare un controllo posturologico perché sicuramente il suo appoggio è scorretto, probabile che una gamba sia più corta dell'altra, deve correggere questa dismetria e dopo prendere antinfiammatori e eventualmente antiedemigeni (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1031
Domanda: Salve Dottore! Ho fatto il prelievo. Questo è l'esito:

CALCIO 9. 8 valori rif ( 8. 4-10. 2)

TEMPO DI PROTROMBINA
Tempo 9. 3 sec ( 9. 1-11. 1)
Attività protrombinica 120% (70-115)
INR 0. 88

TEMPO DI TROMBOPLASTINA (aPTT)
Tempo 31. 4 sec (20. 0-32. 0)
Ratio 1. 08 (0. 80-1. 20)

D-DIMERO 123 ng ml valore di riferimento:
Risposta: Gentile Sara, dagli esami non risulta nulla di anormale. Provi a fare mente locale e mi scrive un'anamnesi dettagliata sia storica che recente, ad es se in casa ci sono casi di malattie del ricambio metabolico. La mia paura e che siamo di fronte a quei problemi che vanno sotto il nome di algo distrofie, ovvero sindromi a carattere algogeno di difficile interpretazione. Mi scrivi questa anamnesi e vediamo se riesco a aiutarla (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1032
Domanda: Egr. Dottore, sono la ragazza del quesito 1027, no nessuna caduta, e nessun trauma forte tale da causarmi questo dolore. . . Improvvisamente mi si è presentato questo dolore che man mano è aumentato. Cosa mi consiglia di fare?
Risposta: Gentilmente Daniela, mi può postare anche il referto della RX, possibile una micro frattura, sicuramente c'è una sofferenza ossea e della cartilagine. Aspetto il referto, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1033
Domanda: Quesito 1027. Egregio Dott. Ho fatto anche la tac per una maggior sicurezza e per fortuna non ha evidenziato nessuna calcificazione per fortuna. È all'interno dell'osso che il problema si è manifestato, mi hanno spiegato che c'è Qualcosa che infastidisce le ossa (in quanto sono consumate alle estremità tra le due ossa carpato e un altro) e non si sa cosa sia. . . si sta anche gonfiando e ho un fortissimo dolore in questi giorni.

Grazie e saluti
Risposta: Per favore Daniela, mi invii i referti degli esami che ha fatto, se in questi giorni di freddo umido accusa dolori, probabilmente si tratta di artrosi accompagnata da condropatia. Posso chiederle quanti anni ha e se usa parecchio le mani per lavorare, ad es se spesso le tiene a contatto con l'acqua. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1034
Domanda: buonasera, desidero un suo cortese parere in merito a presunta tendinosinovite di de quervain (pollice-polso lato radiale) e se oltre a utilizzo tutore pollice. polso riza ortopedico che indosso quando non effettuo trattamenti olistici e moxa che mia utoapplico nei punti agopressori in medicina cinese e integratore per os tendijoint con collagene di tipo 1 che assumo da 1 settimana circa, e applicazione arnicagel e artiglio d. , essendo che il dolore soprattutto nella flessione del pollice all'interno del palmo mano e verso mignolo è ancora persistente a circa 1 mese dall'insorgenza, (incipit è stato utilizzo di un vogatore con vogata centrale, oltre che la mia professione e l'approvvigionamento a 50 primavere. . . . . ) può giovare taping e dolaren, prima di iniziare agopuntura? , seppure presumo sia utile un'indagine eco prima di intraprendere eventuali risoluzioni chirurgiche. grazie. cordialmente.
Risposta: Gentile dr. ssa. sicuramente può provare a farsi applicare il dolaren kinesio, però se come immagino, la tenosinovite è dovuta a over use della mano, la miglior soluzione è l'incisione chirurgica, operazione banale con recupero post operatorio abbastanza veloce, agire sul sintomo non le porterà grande benefici se intende continuare il suo lavoro. saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 1035
Domanda: Quesito 1027. Egregio Dottore, ho 19 anni e da 4 mesi che lavoro in uno studio professionale, uso maggiormente computer e mouse. Per quanto riguarda l'acqua, spesso ho le mani in acqua per le pulizie.
Purtroppo il referto dell'RX non lo tengo perchè mi serviva urgentemente e non l'ho fatta refertare, avrei una foto chiarissima dell' RM ma qui è impossibile allegarle.
Anche io ho pensato che con questo clima peggioro, però comunque sono piccola e vorrei cercare di arrivare ad una conclusione e risolvere.
Gentilissimo, saluti! !
Risposta: Gentile Daniela, ha provato a prendere del cortisone per 5-7 giorni? . Capisco che la parola cortisone spesso evochi timori però, e anche vero che ha una buona azione antinfiammatoria e su una persona sana non crea problemi. Senta anche il suo medico di base e mi faccia sapere. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.