L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 976
Domanda: Buon giorno
vorrei gentilmente un vostro parere sulla rm alla rachide rombo sacrale, visto che sto incominciando ad avere brutti sintomi la gamba dx la sento rigida riesco ancora a camminare ma con fastidio, sono andata al PS ortopedico a milano che mi ha prescritto per 10gg il medrol e visita chirurgica per l'ortopedico l'unica via da seguire (del PS). Rettificata lordosi lombare fino a L4. Accentuazione della lordosi nel tratto distale e al passaggio lombo- sacrale qui con retro- listesi del corpo L5 su s1e tendenza all'orizzontalizzazione del sacro rispetto al rachide lombare, i corpi vertrebrali sono conservati in altezza con appuntimenti dei profile somatici più evidenti L2 L3. L1 - l2 il disco intersomatico appare ridotto di spesore con segni di discreta riduzione dello spessore discale posteriore nel limiti, a livello L2-l3 segni di discopatia più accentuati con disidatizione discale e con assotigliatamenti dello spessore discale si apprezza modesta sporgenza asimmentrica del disco intersomatico insede postero- laterale in parte foraminale destra. no ernia, L3 - l4 l4-l5 normali. la- l5 rettificato il profilo discale posteriore a contatto con il sacco durale. ipertrofia costituzionale e in parte artrosio delle faccette articolariposteriori in l4- l5. L5-S1 segni di discopatia con disidratazione discale e con assotigliamenti dello spessore discale qui picola ernia. ipertrofia costituzionale e di tipo artrosico delle faccette posteriori in l5-s1. nei limiti i rimanenti dischi. non sono apprezzabili alterazioni di segnali del cono midollari e delle radicidella cauda. scusi se l'ho scritta tutta. cosa mi consiglia? ho un appuntamento per una visita chirurgica, (a caso perchè nn saprei dove andare) pensavo a qualche mantenimento sempre che il farmaco faccia effetto. cmq i sintomi a parte questa ricaduta . . da un due anni male alla piante dei piedi di dx, e ora mal di schiena da un mesetto ma sopratutto l'arto di dx rigido sopra il ginocchio, grazie se mi vorrà dare un consiglio. non peso molto 52kg alta 1, 63. fatto tanti sforzi e tanti straslochi e per un paio di anni lavori pesanti. ora che lavoro da due mesi su una scrivania per 10 h mi è venuto fuori tutti questi dolori. l'rm è del 2014. grazie infinite di un vostro gentile parere. Elena
Risposta: Gentile signora Elena, la prima cosa che le dico, chiaramente se vuole, è di contattare il dr Paolo lepori che da pochi mesi si è trasferito a MILANO e dirige l'unità operativa di chirurgia spinale all'Istituto Galeazzi, è uno dei massimi esperti di chirurgia della colonna. Dalla RMN è chiaro che l'ernia interessa la radice del nervo ischiatico e quindi di conseguenza la sciatica. la cura data dal suo medico non è completa, solo il cortisone non è sufficiente deve fare insieme al antinfiammatorio il mio rilassante, generalmente si fa un'iniezione intramuscolare di cortisone+ muscoril o simili, inoltre io aggiungersi anche la lyrica o simili, che è un modulatore dei nervi periferici, ovvero lavorando meno il nervo si sfiammato prima. Però le consiglio di contattare ilbdr lepori. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 977
Domanda: buongiorno, tre mesi fa mi e' stata diagnosticata una fascite plantare con pronazione della caviglia, di conseguenza mi hanno fatto dei plantari su calco. Due gg fa un ortopedico mi ha detto che non soffro di pronazione ma ho una leggera supinazione. I plantari per pronazione sono uguali anche per supinazione? grazie
Risposta: Gentile Valeria, la pronazione e la supinazione sono le due rotazione della caviglia e quindi sono opposti l'uno all'altro, il plantare va fatto rifare, però abbia pazienza, non si fidi delle visite, oggi esistono degli strumenti che servono proprio a verificare l'appoggio plantare, e si chiamano podoscopi o meglio esame baropodometrico statico e dinamico, faccia quel l'esame e poi va da un tecnico podologo, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 978
Domanda: Salve sono un uomo di 50 anni e ho solo rapporti con mia moglie, ma ho notato da tempo che i profilattici mi portano irritazioni al glande. Dieci giorni fa sono dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso per una forte infiammazione del pene accompagnata da dolori. Mi è stato riscontrato dall'urologo di turno una BALANAPOSTITE e mi è stato prescritto il BANIVAL.
Ho fatto la cura per 5 giorni e ho trovato grossi benefici , ma non è guarita del tutto.
Visto che sulle indicazioni vi è scritto per 5 giorni ho terminato la terapia.
Non ho messo nulla per 3 giorni poi informamdomi sul vostro sito ho continuato con il BANIVAL applicando mezza bustina al mattino e mezza alla sera .
Adesso posso dire di essere guarito al 90% , avverto solo un leggerissimo fastidio la sera . . Vorrei precisare che sono stato curato per 10 giorni con pomate sbagliate in quanto quando le mettevo i bruciori aumentavano senza migliorare anzi peggiorava.

Vorrei applicarlo solo prima di andare a letto , voi cosa mi consigliate? quanto è per quanto tempo? Grazie.
Risposta: Salve,
il consiglio di utilizzo è per cinque giorni perchè non vogliamo far spendere soldi ai pazienti.
Nella nostra casistica cinque giorni sono sufficienti per portare alla risoluzione dell'infiammazione.
Il prodotto può essere usato per tempi lunghi anzi lunghissimi senza effetti collaterali.
Studi recenti condotti presso L'Università di Messina dipartimento di Pediatria dell'infanzia hanno messo
in evidenza che il prodotto aumenta la vascolarizzazione. Maggiore vascolarizzazione migliore prestazione.
Restiamo a sua disposizione (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 979
Domanda: Gentile Dottore,
Le scrivo dopo un banale quanto fastidioso incidente. In ufficio mi sono seduto senza avere la sedia sotto il sedere. E così sono finito in terra. Ora sento del male al fondo schiena. E' sopportabile ma stavo meglio prima. È questione di giorni?

La ringrazio
Giuliano
Risposta: Gentile Giuliano, i traumi all'osso sacro sono molto dolorosi e persistono per lungo tempo, il sacro come la tibia, sono ossi detti nudi perché non ricoperti da muscoli e quindi l'eventuale ematoma avviene sull'osso che essendo un tessuto duro, richiede molto tempo prima di riassorbirsi, se vuole, per accelerare la guarigione, applichi due volte al dì il dolaren per 15 giorni, il dolaren, contenendo l'enzima bromelina, aiuta il riassorbimento dell' ematoma, eventualmente del ghiaccio sempre dopo qualche ora dall'applicazione della pomata (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 980
Domanda: Buonasera. Ho bisogno del vosTel aiuto per alleviare il dolore a spilli che ha mia mamma ai piedi, dopo aver avuto neuropatia x Morbo Still (5 anni fa).
Utilizza Lyrica come farmaci.
Ma informandomi ho capito che il vs RIGENERVunguento potrebbe alleviare moltissimo quel dolore.
Potreste darmi conferma?
E dirmi dove acquistarlo?
Grazie.
Elisabetta
Risposta: Gentile Elisabetta, siamo sicuri che sua madre è guarita dal morbo di still? Lei sa meglio di me che sono forme che tendono a cronicizzare velocemente, provi tranquillamente il neuro fisiodol, lo applichi tre volte al di sul dorso del piede per 21gg e mi faccia sapere se nota dei miglioramenti, il prodotto è reperibile in tutte le farmacie. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 981
Domanda: Gentile Dr. De Castelli ho quanto segue alla spalla destra: modeste note artrosiche gleno-omerali ed acromion-claveari, cuffia di spessore conservato con note fibrotiche diffuse, minuscole calcificazioni all'inserzione distale del sovraspinoso, falda di borsite subacromiale e tenosinovite del capo lungo il bicipite. Il Dolaren applicato per una settimana ha fatto poco. Cosa mi consiglia? Continuare con quella o passare ad altri prodotti? Grazie in anticipo. Distinti saluti
Risposta: Gentile sig Mauro, il dolaren è un buon prodotto ma non esageriamo, dal referto si denota un'artrosi diffusa con piccole calcificazioni lungo il tendine sovra spinoso oltre ad una infiammazione generalizzata. Potrebbe provare a prendere ad es l'ananas 40mg o simili che hanno azione antinfiammatoria e antiedemigena, però l'artrosi rimane come le calcificazioni distrofiche (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 982
Domanda: Salve. . ho mio figlio di anni 13 cha a novembre durante una gara di calcio dopo aver calciato si è procurato una lesione ischiatica con tendinopatia all'hamstring. . . . ora ha ripreso attività ma durante la corsa al massimale trascina visibilmente la gamba aprendola verso l'esterno. Premetto che calcia regolarmente e non ha dolore. Se ha possibilita di vedere dei video li posso mandare. Grazie e scusi il disturbo. (non so veramente cosa fare e non trovo una soluzione)
Risposta: Gentile sig Alberto, inoltri pure i video che li guardo però per capire meglio il problema, mi serve il referto dell'ecografia o altro esame che avete fatto per accertare questa lesione ai flessori della coscia. Attendo l'integrazione chiesta. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 983
Domanda: Buongiorno, mia madre soffre da qualche mese di Prurigo Nodulare, diagnosticato con una biopsia. Naturalmente, come voi saprete, non ci sono cure per questa malattia ma solo tentativi di rendere la vita quotidiana più accettabile (per lei è diventato primario NON grattarsi, non riesce più a dormire, le croste che vengono a formarsi le causano fuoriuscita di sangue. . . ). Credete che il vostro prodotto Rigenoma Spray potrebbe essere d'aiuto? Grazie della risposta
Risposta: Gentile utente,
i nostri prodotti a base di Ozoile potranno migliorare la qualità della vita di sua madre agendo sui sintomi. Le consiglio di provare in associazione Rigenoma spray e crema, il primo come terapia d'urto, la crema come mantenimento. Lo spray ha una potente azione antipruriginosa e antinfiammatoria, ma contenendo ozoile in elevate quantità ha anche una importante azione sanitizzante e visto che per il troppo grattarsi la pelle viene lesa in alcuni punti , anche questa azione diventa importantissima. Le coniglio di spruzzare lo spray sulle aree maggiormente colpite e sulle lesioni due volte al giorno in fase acuta, mattino e sera e di applicare la crema su tutta la cute per una azione idratante rigenerate. Ozoile esercita anche una importante azione riparatrice che aiuterà a riepitelizzare e normalizzare la cute nelle aree maggiormente colpite. I prodotti non hanno contrindicazioni né problemi di sovradosaggio, pertanto una volta utilizzati, sua madre può capire quale applicazione é più congeniale alle sue esigenze. A disposizione per qualsiasi altro chiarimento, porgo cordiali saluti.
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 984
Domanda: Buongiorno, avendo un dolore permanente al ginocchio destro mi sono recato a fare una risonanza magnetica. Sul referto è uscito questo: Si rileva rotula lateralizzata, versamento retro para-rotuleo esterno ed in sede peri legamentosa anteriore. Piccoli gangli sinoviali si apprezzano posteriormente al legamento crociato posteriore. Mi potete consigliare cosa fare? Grazie mille in anticipo. . .
Risposta: (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 985
Domanda: Buongiorno, vorrei sapere se qualche vostro prodotto e' indicato per il mal di schiena, tipo infiammazione lombare. Il dolaren ce l'ho, ma prima di applicarlo mi sono chiesto se per caso non ci sia qualcosa di piu' specifico, un saluto, grazie
Risposta: Gentile Gianmarco, il dolaren è un ottimo prodotto per le infiammazioni muscolari, lo applichi tre volte al dì sulla zona interessata per almeno 7 giorni, se il fastidio persiste, probabilmente si è formata una contrattura che andrebbe sciolta manualmente .
Se dopo sette giorni di dolaren non ha nessun giovamento, provi ad andare da un buon massaggiatore (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 986
Domanda: Salve, vorrei sapere se è possibile usare il rigenoma spray sulle ascelle per prevenire i cattivi odori e se ci possono essere delle controindicazioni. Grazie!
Risposta: Gentile utente,
il prodotto Rigenoma spray è in forma oleosa e ha azione antibatterica. Il prodotto può tranquillamente essere applicato su tutta la cute senza alcun problema di controindicazione, quindi anche sotto le ascelle, ma considerando la zona ha il limite di essere una soluzione oleosa che potrebbe pertanto essere applicata solo di notte. Le consiglio di utilizzare Idrozoil come detergente ad azione igienizzante della zona perchè avendo come sostanza lavante un tensioattivo estremamente delicato e biocompatibile, il lavaggio può essere effettuato tranquillamente più volte al giorno e poichè contiene anche Ozoile, svolge al contempo una azione igienizzante. A sua disposizione per ulteriori informazioni, porgo cordiali saluti
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 987
Domanda: Buonasera Dottore,
Ho un dolore permanente da circa 5 mesi al malleolo interno caviglia sinistra. Esami di vario genere fatti. Plantari. Ozono terapia. Tecar. Sintesi, il dolore permane. Cosa posso utilizzare ora? Non ho ancora provato con il cortisone.
Ringrazio.
Tina
Risposta: Gentile signora Tina, avrei bisogno di leggere qualche referto per capire meglio di cosa si tratta, se l'ha fatta, mi posti il referto della RMN, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 988
Domanda: Buonasera Dott. De Castelli,
Innanzitutto mi consenta di ringraziarla per la precedente sollecita risposta. Le dirò, sono rimasta piacevolmente sorpresa. In tempi cosi complessi e articolati porre un quesito on line e ottenere una risposta oggettiva è faccenda rara. Le indico, come da sua richiesta, nel dettaglio la mia situazione.
Piede sinistro. Dolore persistente nonostante sedute di ozono, tecar, farmaci assunti oralmente, pomate di varia natura.
Esito indagine eseguita con apparecchiatura General Electric Signa Profile 0, 2 T.
RM Piede Sinistro
Sequenze multiplanari SE T1 e T2 pesate, MERGE T2 pesate e STIR
Versamento liquido nelle guaine sinoviali dei tendini flessore lungo delle dita e del flessore lumgo dell'alluce nei tratto retrotibiale e sottotarsale da teno sinovite. Ispessita la fascia plantare alla sua inserzione calcaneale mediale da entesopatia.
Un suo collega mi ha inoltre diagnosticato Tendinopatia del tibiale posteriore sinistro.
A questo punto Dottore, le chiedo, dopo 5 mesi di sofferenza e disagio e nonostante le terapie non mi abbiano dato particolare conforto, come procedo? Mi consiglia il cortisone? La ringrazio infinitamente.
Tina
Risposta: Gentile signora Tina, i consigli hanno senso se dati celermente, poi perdono di significato. Il referto portava pensare ad un problema di postura, prenotò una visita baropodometrica da un podologo, faccia l'analisi del passo sia statica che dinamica e mi posti il referto, è un'immagine della pianta del piede ad infrarossi, il podologo cercherà di convincerla a farsi fare ilnplantare, non abbia fretta, prima vediamo come appoggia. Per un cado ha l'alluce valgo? Lasci perdere cortisone e altri farmaci, curare il sintomo non l'aiuta a risolvere. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 989
Domanda: Salve un info. , Sulla risonanza fatta, c'era scritto questo : mal definibile in tutto il
suo spessore e decorso il LCA come da lesione! Mi chiedevo se quindi si può parlare di lesione vera e propria del LCA! ? Grazie mille
Risposta: Si quella dicitura normalmente si usa quando il legamento è distratto o strappato, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 990
Domanda: Gentile Dr. ssa Benevento,

a dicembre 2016 mi è stata trovata una ragade anale + 1 piccolo condiloma verruca all'interno del canale anale (probabilmente preso in piscina). Dopo alcuni mesi di procten pomata la ragade si è risolta mentre il condiloma, anche se rimasto più o meno stabile, continua ad essere presente. Mi è stato consigliato l'uso di VulvoVagi dato che mi è stato detto che è efficace anche contro il papilloma virus. Ad ogni modo, essendo un prodotto studiato per la DONNA, vorrei avere conferma che lo può utilizzare anche un UOMO per un condiloma interno al canale anale e se non ha alcun effetto collaterale. Inoltre io sto continuando a usare procten pomata e quindi vorrei anche capire se VulvoVagil è effettivamente più efficace e indicato.

Grazie anticipatamente per la sua risposta,
Simone
Risposta: Gentile Simone,
Il prodotto Vulvovagi è indicato per le problematiche femminili, ma può tranquillamente essere utilizzato dal sesso maschile e senza controindicazioni. La formulazione è in forma spray proprio in considerazione della anatomia femminile il cui l'organo genitale è una cavità, quindi va benissimo anche per la sua problematica. Le consiglio di utilizzare Vulvovagi come terapia d'urto, quindi per circa sette giorni al mese due applicazioni al giorno e di continuare con Procten nei giorni successivi. vulvovagi essendo un oleolita ha una quantità molto elevata al suo interno, maggiore che in Procten di Ozoile, il nostro principio attivo brevettato che ha azione antinfiammatoria e soprattutto, considerando la sua situazione, una potente azione virustatica. Essendo un olio però, il suo uso prolungato con una frequenza di due applicazioni al giorno potrebbe far macerare un pò i tessuti che invece hanno bisogno anche di una buona idratazione per rispettare il mantello idro-acido-lipidico di cute e mucose. Ecco perchè le consiglio di applicare vulvovagi per sette giorni , sospendere per due o tre settimane continuando ad utilizzare Procten, che tra le altre cose contiene acido ialuronico e cera alba ad azione idratante e poi riprendere con vulvovagi. Mi faccia sapere come procede. Le consiglio inoltre di detergere la zona con un detergente che non contenga tensioattivi aggressivi. A tal proposito le consiglio il nostro Idrozoil, ma in ogni caso non usi detergenti che contengono SLS o SLES che sensibilizzano la zona. A disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti

Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.