L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 961
Domanda: Dottoressa posso usare rigenoma, spray anche sulle parti intime?
In caso di prurito ? ? ?
Grazie
Risposta: Gentile utente,
può utilizzare tranquillamente Rigenoma sray sulle parti intime in caso di prurito, infiammazione, rigenerazione tissutale. Se il problema è esteso alle parti interne femminili le consiglio di utilizzare Vulvovagi sray, il prodotto specifico in caso di vaginosi, vaginiti e stati pruriginosi e infiammatori. Se il problema riguarda il glande e la natura dello stato irritativo dovesse essere importante, le consiglio di utilizzare Banival, che grazie al suo effetto cerotto ha lunghi temppi di permanenza sulla zona interessata e una azione più profonda.
A sua disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti

Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 962
Domanda: Gentilissima dottoressa, avrei bisogno di un suo parere in quanto è da circa 4 giorni che mi sono spuntate delle verruche (credo si definiscano verruche piane a quanto ho potuto vedere girando vari siti) maggiormente sulle dita delle mani e qualcuno sparso nel palmo e nel dorso della mano, inoltre contestualmente allo spuntare delle verruche sono iniziati dei dolori forti (particolarmente quando faccio movimenti) inizialmente nella spalla sinistra e nelle mani, poi giorno dopo giorno si sono estesi ai polsi, gomiti, schiena, gambe e piedi, (il dolore è maggiormente forte nella spalla sinistra e nelle mani). Circa due anni fa ho avuto un episodio simile causato presumibilmente dalla puntura di un insetto sul dorso della mano sinistra, che si è tutta gonfiata a dismisura, (probabilmente un ape) dopo essermi consultato dal mio dermatologo di fiducia mi ha prescritto cortisoni ed antibiotici, e dopo svariati giorni i sintomi sono via via svaniti.
Non sono certo che sia la stessa causa in quanto non ho degli evidenti segni di punture d'insetto, di certo posso soltanto dirle che il dolore aumenta di notte e quando non faccio movimenti per un pò di tempo, mentre di giorno quando mi muovo vanno via via attenuandosi. . Spero possa aiutarmi lei dandomi qualche indicazione utile. La ringrazio anticipatamente per l'interessamento e le porgo i miei più cordiali saluti.
Risposta: Gentile utente,
attenendomi alle indicazioni date le posso consigliare di utilizzare Rigenoma sray che è l'alternativa all'utilizzo di cortisonici per uso topico. Grazie alla sua azione antinfiammatoria e sanitizzante agirà sulle verruche facendole scomparire.
Per quanto riguarda i dolori articolari le consiglio Dolaren emulgel, l'alternativa al diclorofenac nel trattamento del dolore. Il principio attivo che caratterizza i prodotti e li rende esclusivi è Ozoile, non un farmaco ma un induttore biologico ad azione antifiammatoria, battericida, fungicida e virustatica, nonchè riparatrice dei tessuti danneggiati. Tale principio attivo è combinato con estratti di piante officinali che a seconda delle indicazioni vantate dal prodotto potenziano i diversi aspetti.
A sua disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti

Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 963
Domanda: buongiorno di ritorno da una corsa di 10 km mi è uscita una cisti di baker fatto ecografia e in corrispondenza della borsa comune del gastrocnemio-semimembranoso grossolana formazione cistica di 43 x 14 mm.
non ho dolore
visita fisioterapista mi ha detto che posso continuare a correre e fare tutte le attività che facevo prima mi ha dato una crema (gladio)
io però vedo che tutte le volte che faccio mezz'ora di cardio su macchine in palestra mi aumenta di nuovo il gonfiore.
devo fare visita ortopedico? stare a riposo per una serie di giorni almeno?
se è una infiammazione forse dovrei stare ferma per un pò
lei cosa consiglia?
grazie infinite
Risposta: Gentile Sara, la ciste di Baker o poplitea, è molto frequente nei podisti perché è un effetto collaterale di un disturbo al ginocchio ad es una condropatia o artrite, il liquido che l'articolazione infiammata produce, talvolta può fuoriuscire ed interessare il cavo popliteo. spesso se uno cura il ginocchio, piano piano anche la ciste si riassorbe, diversamente si può fare del laserterapia e prendere degli antinfiammatori, io applico il dolaren kinesio che ha un'azione drenante, però ripeto, prima deve rimuovere il fattore scatenante che quasi sempre è un problema al ginocchio. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 964
Domanda: Buonasera grazie per la risposta volevo anche sapere se posso correre o sia meglio sospendere con la cisti di Baker
Risposta: Gentile Sara, come le ho già spiegato, il problema primario è sul ginocchio, se lei riesce a correre, può correre benissimo, per la ciste poplitea è indifferente, chiaramente gonfiera' un pochino ma poi rimane più o meno come e adesso, se dovesse darle fastidio se la faccia siringare, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 965
Domanda: Buongiorno dott. De Castelli,
in seguito ad attività di pesistica, mi sono infortunato alla spalla destra. Il dolore inizialmente era concentrato nella sezione anteriore della spalla che successivamente ha coinvolto anche la zona superiore della spalla.
In seguito a visita ortopedica si evidenziato un infiammazione dei tendini del sovraspinoso e una tenosinovite del capo lungo del bicipite. La cura prevedeva un ciclo di laser e magneto terapia (10 sedute). Completata la fisio ho effettuato una nuova risonanza con il seguente esito:
Non alterazioni strutturali ossee di tipo focale evolutivo
Normali i cercini glenoidei.
Assenza di versamento endoarticolare
Normale aspetto delle strutture tendinee componenti la cuffia di rotatori
Ridotto il tessuto adiposo di scorrimento subacromion deltoideo
Tenosinovite della guaina del tendine del capolungo del bicipite nella sua porzione
intra articolare
Regolare il legamento coraco acromiale e le restanti strutture esaminate.

L'ortopedico mi ha quindi consigliato di effettuare una infiltrazione di cortisone per curare la tenosinovite seguita da dieci giorni di riposo con succesiva graduale ripresa dell'attività sportiva. Passati i dieci giorni e ripresa l'attività in maniera molto blanda sento ancora fastidi alla spalla, il chè significa che l'infiammazione è ancora persistente. Cosa mi consiglia di fare?

Grazie
Risposta: Gentile Fabio, io le consiglio di fare almeno 15 gg di antinfiammatori, oggi in commercio ci sono molti integratori alimentari con principi attivi naturali ad elevato potere sfiammamte, ad es prodotti con l'enzima bromelina, serratio peptidica e boswelia, quest'ultima è particolarmente efficace. Potrebbe anche farsi applicare il dolaren kinesio, nuovo nastro propriocettivo medicato ad azione sfiammante (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 966
Domanda: dolaren-kinesio può essere usato sul gomito? non c'è tra le illustrazioni. Grazie.
Risposta: Salve,
il dolaren Kinesi può essere applicato su tutto il corpo e quindi anche sul ginocchio. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 967
Domanda: Soffro di herpes labiale e ho letto che il vostro prodotto vo3active (gel o crema), che mi sembra di aver capito ora si chiami rigenoma (spray o crema), sia efficace sia all'inizio dell'infezione (pizzicorio) che in fase conclamata (bolle con liquido). Ma mi chiedo quali atri utilizzi abbia il prodotto visto che al massimo, per l'herpes lo userei un paio di volte l'anno, e immagino che essendo un prodotto naturale abbia una scadenza breve dopo l'apertura. Quindi dal momento che sulla pelle del visto mi si crea come una specie di desquamazione, simile ad un eczema (non meglio identificato) mi chiedevo se potesse essere utilizzato anche in questi casi. E ad ogni modo meglio crema o spray (per herpes labiale e viso)? Può creare effetti di sensibilizzazione l'uso prolungato? È foto sensibilizzate? Qual è la scadenza del prodotto dopo averlo aperto?
Grazie
Saluti
Risposta: Gentile utente, per l'herpes labiale le consiglio Rigenoma spray da applicare al primo pizzicore più volte al giorno anche cinque o sei volte, in modo da evitare che si formi la papula. Il prodotto in forma spray contiene quantità maggiori di ozonidi agisce più efficacemente contro i virus. Ozoile per la sua azione germicida garantisce una buona durata del prodotto del quale se ne consiglia l'uso entro sei mesi dall'apertura. Le applicazioni sono diverse e in generale riguardano tutti quei casi in cui c'è infezione, c'è infiammazione e quando è necessario riparare ferite e lesioni. Per la desquamazione sul viso ti consiglio di utilizzare Rigenoma spray in fase acuta ma anche Rigenoma crema da utilizzare oltre che sull'eczema in quantità maggiori, anche come crema viso ricoprendolo con un sottile velo perchè la presenza di acido ialuronico aiuta a ripristinare il corretto stato di idratazione. A sua disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti.

Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 968
Domanda: Salve scrivo per conto del mio ragazzo. Io soffro da anni di candida ma nonostante ho avuto rapporti con il mio ragazzo lui dice di non aver nessun sintomo. Mi hanno consigliato di fargli usare il vostro rigenoma spray sui genitali mi chiedevo se può essere usato nonostante non ha prurito e rossore. La ringrazio
Risposta: Gentile utente, consiglio di far usare al suo ragazzo Rigenoma spray, una applicazione al giorno a giorni alterni come prevenzione o eventuale cura perchè alcune patologie possono essere anche asintomatiche e di utilizzarlo alla fine di ogni rapporto sessuale per una azione igienizzante e riepitelizzante. A sua disposizione per qualsiasi informazione, porgo cordiali saluti

Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 969
Domanda: Buongiorno dottoressa Benevento!
Vorrei sapere se posso applicare rigenoma spray sulle piante dei piedi di mio figlio di 8 anni : gli sudano molto e per questo la sua pelle si esfolia facilmente. Si screpola la pelle fino a cadere e la pelle sottostante si presenta arrossata e umida.

Vorrei anche sapere, nei neonati, a partire da quando si può applicare per curare le ferite da caduta.
Grazie!
Risposta: Gentile utente,
può applicare tranquillamente Rigenoma spray sulla pianta del piede di suo figlio e noterà subito giovamenti per l'azione antinfiammatoria e e riepitelizzante. In fase di miglioramento le consiglio di utilizzare poi Rigenoma crema come mantenimento che contenendo anche acido ialuronico aiuta a ripristinare il corretto stato di idratazione. Rigenoma crema e spray si possono utilizzira sin dai primi giorni di nascita del neonato, basti pensare che lo spray viene utilizzato per curare le ragadi al seno della madre e per la pulizia del cordone ombelicale, nella dermatite da pannolino e i tutte le affezioni, infiammazioni e lesioni della cute. A sua disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 970
Domanda: Buon giorno,
soffro di una forma lieve di eritrosi rosaceiforme al volto con dermatite seborroica, pelle sensibile e grassa, quali prodotti mi consiglia ? Grazie
Risposta: Gentile Utente, le consiglio di utilizzare Rigenoma crema per la dermatite seborroica e il rossore legato alla rosacea. Per riequilibrare il mantello idro-acido-lipidico della cute le consiglio in abbinamento alla crema di utilizzare il siero illuminante viso che idrata, ha un lieve effetto distensivo della cute una una azione rigenerante, illuminante.
a sua disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti.

Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 971
Domanda: A seguito di una caduta ho accusato forte dolore alla spalla dx per cui ho fatto una R. M. della quale le scrivo il risultato: Alterazioni artrosico degenerative dell'acromion -claveare e riduzione di ampiezza dello spazio di scorrimento sub-acromiale. Modesta distensione fluida della borsa subacromion-deltoidea. Alterazione dell'intensità del segnale e dello spessore del tendine del sovraspinoso come per lesione parziale. Modeste alterazioni involutive del tendine dell'infraspinato e del sottoscapolare. Presenza di quota fluida intrarticolare che distende anche il recesso ascellare e la guaina del tendine del capo-lungo del bicipite omerale. Non alterazioni dell'intensità del segnale dela cortico-spongiosa ossea. Non alterazioni dello spessore e dell'intensità dei cercin glenoidei.
Dal suo punto di vista è una spalla da operare? Nel frattempo mi è stata prescritta della fisioterapia con tecar, laser e ultrasuoni e una terapia a base Tendisulfur forte in bustina da prendere 1 al giorno e crema Gladio da applicare localmente la notte.
La ringrazio per quello che potrà rispondermi. Buon lavoro!
Biagio
Risposta: Gentile sig Biagio, l'operazione la escluderei, sicuramente deve fare un ciclo di antinfiammatori e antiedemigeni, prima toglie il versamento e prima risolve, io proverei con prodotti tipo ananase, fortilase e simili e localmente le consiglio il dolaren, una volta che il versamento si è riassorbito, allora ha senso fare la diatermia o tecar, prima sono soldi buttati via (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 972
Domanda: Buonasera,
Ho delle ernie cervicali c4-c7, spondilodiscoartrosi, con associata cervicobrachialgia.
Il fastidio è praticamente quotidiano, alle volte diventa vero e propeio dolore insopportabile. Ultimamente ho problemi dirante la notte in quanto per mia natura non riesco a dormire in posizione supina, questo mi provoca forti dolori al collo.
Ho provato con farmaci antinfiammatori e antidolorifici, ma il dolore si ripresenta continuativamente.
Vorrei un suo consiglio e indicazioni in merito. Grazie
Risposta: Gentile Riccardo, mi scuso per il ritardo nella risposta, le consiglio di recarsi da un bravo massaggiatore, le contratture ai trapezi vanno sciolte con il massaggio decontratturante, doloroso ma efficace. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 973
Domanda: Buonasera dottore.
Ho fatto la seconda infiltrazione di acido ialuronico al ginocchio e più precisamente ymovies.
Premetto che per una questione di comodità ho fatto la visita medica da un dottore diverso da chi mi ha infiltrato.
È possibile che alla seconda infiltrazione io non abbia accusato alcun impedimento o senso di gonfiore come in maniera ben definita nella prima?
cordiali saluti
Risposta: Gentile Giovanni, è normale che la seconda infiltrazione sia meno dolorosa, la prima iniezione da un po di fastidio perché le cartilagini, che sono sciupate, tendono a infiammarsi, quando lei fa la prima iniezione va a scatenare una reazione infiammatoria cosa che non succede con le iniezioni successive, non si prepccupi è una reazione normale. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 974
Domanda: Gent. ssimo Dott. Castelli volevo sapere se posso usare il dolaren per un trauma che ho subito al ginocchio a causa di una caduta in bicicletta. Ho usato una pomata per l'ematona che si era formato e che si e' risolto, ora però il ginocchio si e' un po gonfiato, non sento dolore ne' a cammiare ne' a piegarlo. Volevo un suo consiglio.
La ringrazio e le porgo distinti saluti
Risposta: (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 975
Domanda: Gentilissimo dottore , mi è stato riscontrato mediante radiografia quanto segue : A carico della terza costa sinistra si apprezza areola subcentimetrica di maggiore radiotrasparenza circondata da alone di sclerosi compatibile con formazione di tipo similcistico in prima ipotesi. Mi è stata consigliata una TC DEL TORACE CON MDC. Di cosa si tratta? Mi devo preoccupare ? Attendo sua risposta.
Risposta: Gentile Carmela, è corretto fare un'indagine più mirata, l'area disomogenea non vuol dire nulla può essere una semplice rarefazione ossea, però è meglio fare la TAC. saluti (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.