L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 901
Domanda: gentile dottore, nell'applicare il dolaren sulle ginocchia e sui gomiti, sono sempre incerto su quanto prodotto mettere, lei mi ha detto di mettere poco prodotto.
se volesse essere cosi gentile da indicarmi la quantità da mettere usando dei
termini di paragone. esempio: sulle ginocchia una quantità uguale a una nocciola, oppure, quanto un chicco di caffè ecc ecc. lo stesso sui gomiti.
cosi fugo tutte le mie incertezze. la ringrazio in anticipo e mi scuso per il disturbo

DISTINTI SALUTI
Risposta: Gentile Giuseppe, la medicina non è proprio la stessa cosa dell'arte culinaria, ad ogni modo, quando si parla di applicazioni topiche, la giusta quantità è quella sufficiente a ricoprire come un velo la parte interessata, quindi su un'articolazione, la giusta quantità è quella che permette di ricoprirla senza che alla fine dell'applicazione rimanga della pomata sulla mano. saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 902
Domanda: Buon giorno dottore. sono la ragazza che aveva il quesito n 895. . quella che aveva dolori lancinanti fino alla gamba sinistra. . . . lei è un ottimo dottore e si vede che è bravo quindi mi permetto di riscriverle e dirle com'è andata a finire la cosa. . . .
Io non ho soldi per andare da nessun specialista. . quindi sono andata dalla mia dottoressa. . . Vista la gravità del dolore mi ha detto di continuare con il daflon500 mi ha tolto la dermovitamina per ragadi e emorroidi e mi ha dato il GEL RETTALE PENTACOL DA 500MG SONO da 20 tubetti monodosi e in più lo sciroppo di lattulosio per mantenere le feci sempre morbide!
Devo dire che la situazione è migliorata ( non ho più il dolore atroce che mi andava fino a metà schiena e gamba. . . il bruciore insopportabile è diminuito) continuo sempre a mettere la luan anestetico prima di andare in bagno però perché nonostante tutto prenda lo sciroppo dopo una lacerazione così bastano le feci un po meno morbide e ricomincia il dolore sopportabile però c'è fino a 4 ore dopo essere andata e una leggera perdita di sangue. . .
Ora vorrei chiederle. . . il pentacol è un buon cicatrizzante curativo giusto? quanto ci vorrà ancora prima di guarire definitivamente secondo lei?
E poi vorrei farmi consigliare da lei su una cosa. .
Il lattulosio sciroppo disturba parecchio la pancia e cmq mi fa andare fino a 4 o 5 volte ogni volta al mattino. . . visto che la dottoressa ha detto che minimo dovrò prenderlo per un anno ( perché almeno per un anno le feci dovranno sempre essere morbide per far permettere che si chiuda la ferita) io ora sono confusa perché leggendo il foglietto illustrativo dello sciroppo lattulosio dice di utilizzarlo il minor tempo possibile massimo una settimana ! Come mai? Fa'male usarlo per un anno intero?

Io ho bisogno di un ammorbidente delle feci ( chiamiamolo così) da prendere ogni sera per almeno 8 mesi. . . che faccio?
Mia cugina mi ha detto che esistono integratori naturali di fibre che ammorbidiscono e non danno problemi e che uno li può prendere per tanto tempo. . . .
Visto che lei è un dottore saprebbe consigliarmene uno per favore?
Grazie della disponibilità e attenzione
Risposta: buongiorno signora
da quanto ho capito le problematiche sono sostanzialmente tre:

RAGADE ANALE
Uno studio da me effettuato, che verra' pubblicato e presentato prossimamente, mette in evidenza come l'associazione di Vitamina E , Acido oleico e Ozono,
che sono presenti nella crema PROCTEN, ha risolto nel 73% dei casi la sintomatologia dolorosa e quindi la cicatrizzazione della ragade.
Si tratta di sostanze naturali, che accelerano i processi cicatriziali e diminuiscono lo spasmo doloroso dello sfintere anale , che e' alla base della patologia e del dolore.
Ovviamente a questo trattamento , deve essere associata una terapia idropinica, ovvero l'assunzione giornaliera di almeno 2 litri di acqua e una dieta ricca di fibre , da preferire allo sciroppo di cui mi parlava.
STIPSI
per i lunghi trattamenti e allo scopo di regolarizzare il transito intestinale , con feci morbide e compatte, le consiglio dei formanti massa ovvero il MOVICOL a bustine, che puo' prendere per lungo tempo e autogestirlo in base alle sue evacuazioni.
Lo sciroppo e' indicato per casi estemporaei e breve durata in quanto e' irritante per la mucosa (produce infatti evacuazione perché il retto tende ad espellerlo)

PENTACOL
non e' un cicatrizzante ma un antiinfiammatorio intestinale, una sorta di aspirina colica, che va ' assunto sotto stretta indicazione e sorveglianza , nelle malattie infiammatorie come la Rettocolite Ulcerosa , penso non sia il suo caso.

Infine le consiglierei:
Dieta ricca di scorie e formanti massa.
Crema rettale , previa detersione con sapone IDROZOIL , ed evacuazione giornaliera di feci morbide e compatte.
spero di essere stato esaustivo
saluti (Dott. Fernando M. Spinelli)
ID Quesito:
 903
Domanda: Buonasera, circa una settimana fa ho comprato in farmacia un vostro prodotto (procten crema) ma vidi che non aveva sigillo di garanzia, e siccome dovevo utilizzarlo l'ho utilizzato lo stesso. È prodotto senza sigillo di garanzia?
Risposta: Salve,
il prodotto non ha sigillo di garanzia.
Le garantiamo la sicurezza del prodotto.
Può continuare ad utilizzarlo con tranquillità. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 904
Domanda: Sono sempre Valeria di prima per il rigenoma spray, quindi per quanto tempo ancora mi consiglia di usarlo? Sono circa 5 giorni, posso metterlo per ancora molto tempo oppure c'è un limite?
Grazie ancora davvero
Risposta: Salve,
può continuare ad utilizzare il prodotto fino alla scomparsa del problema.
Il Rigenoma spray non dà problemi di sovradosaggio. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 905
Domanda: Salve, il dosatore del mio rigenoma spray non spruzza più. Posso utilizzare rigenoma aprendo il dosatore e usando il suo tubicino come un conta gocce ? o il prodotto quando viene aperto perde le sue proprietà? Premettendo comunque di usarlo entro 6 mesi dal primo utilizzo.
Nell'attesa di una vostra gentile e veloce risposta (in quanto ho bisogno di usarlo immediatamente per patologia che ho in corso), porgo i miei più cordiali saluti.
Grazie
Risposta: Salve,
ci scusiamo per l'inconveniente.
Può pulire l'erogatore con un pò di alcol.
Il prodotto non perde le sue proprietà.
Può usarlo anche dopo 6 mesi dall'apertura. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 906
Domanda: salve, vi vorrei chiedere quale crema posso usare per eliminare un paio di condilomi(verruche)che mi sono uscite sulla canna del pene? sicuramente le ho prese facendo sesso, ma il problema è che io ho 4 ragazze, e non saprei quale di queste me lo abbia trasmesso, poi vorrei chiedere se il prodotto lo trovo nelle parafarmacie? grazie per la collaborazione
Risposta: Salve,
in alternativa a Rigenoma Le consigliamo il prodotto d'eccellenza per le problematiche che ci evidenzia: Banival.
Banival presenta una
azione farmaco-simile analgesica, antinfiammatoria, battericida, fungicida e virustatica, nonché di
rigenerazione tissutale utile nel trattamento dei condilomi genitali.

Restiamo a sua disposizione. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 907
Domanda: Porto un bracciale da epicondilite, con pressore, da mettere 2- 3 cm sotto l'epicondilo.
E' che il tutore che mi consiglia di fatto mi impedisce di fare tutto: lavorare (al pc), scrivere, guidare, mangiare ecc ecc
Non credo di avere discopatie cervicali, tuttavia forse sarebbe utile una risonanza per escludere eventuali problemi al collo (talvolta ho avuto vertigini a seguito di movimenti improvvisi del collo), e come suggeriva, un'EMG per escludere eventuali complicanze dei nervi.
In effetti sento dolore all'estensione contro resistenza del dito medio, anche se il dolore maggiore lo sento ad esempio sollevando una sedia per lo schienale avendo il gomito in estensione e il polso in flessione dorsale.
Risposta: Gentile Carlo, l'epicondilite cronicizza velocemente, questo vuol dire che spesso si ripresenta, magari anche dopo un anno senza avvisaglie. Io posso dirle come le tratto quando mi capitano in studio. Se è in fase acuta, faccio prendere degli antinfiammatori e applico il kinesio taping o bendaggio dinamico, oggi in commercio si trova anche il dolaren kinesio, che è un kinesio imbevuto nel dolaren, questo trattamento per 8 giorni. Successivamente massoterapia e kinesio attiva sia al braccio ma soprattutto alla cervicale. In questo modo di solito si risolve, chiaramente se è una malattia professionale, ad es. chi lavora nei ristoranti è soggetto a questo problema, come i piastrellisti ect. il problema è un po più complicato, devono portare un tutore a stare a riposo (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 908
Domanda: Salve dott, posso usare la pomata Dolaren per i dolori alla cervicale che mi provoca vertigini fino al punto che non ho la forza di alzarmi dal letto. Se si quante volte al giorno la devo applicare e per quanti giorni.
Grazie mille
Distinti saluti
Savino.
Risposta: Gentile Savino, può usare tranquillamente il dolaren tre volte al dì per 14 giorni e poi altri 14 giorni mattina e sera, tenga presente che le vertigini che lei racconta spesso sono dovute ad una compressione delle vertebre cervicali sulla radice dei nervi. Nel caso dopo il trattamento con dolaren, non dovesse percepire dei miglioramenti, le consiglio di farsi prescrivere una risonanza. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 909
Domanda: Dottore buonasera, le racconto in la mia storia:
Ho sofferto per diverso tempo di un dolore all'inguine dx senza metterci peso.
Nell'agosto 2016 ho avvertito anche il dolore all'inguine sx e improvvisamente mentre ho fatto un piccolo scatto ho avvertito un dolore LANCINANTE all'inguine sinistro.
Non riuscivo più a far nulla ed in ospedale mi hanno dato il toradol e mi hanno detto che ho subito uno strappo muscolare all'inguine confermato da relativa ecografia .
Dopo 2 mesi di riposo e apparente guarigione ho ripreso a correre e giocare ed avvertito sempre leggero dolore all'inguine dx ed improvvisamente mentre ho fatto un tiro di piatto sx ho sentito nuovamente il muscoloso track. . . in forma più leggera.
Cioè mi faceva male il dx e tirando con il sx ho provato nuovamente dolore.
Allora mi decido e scappo dallo specialista che mi prescrive dolaren crema e tendjoint capsule per 1 mese. Poi torno da lui dopo un mese senza nemmeno più un dolore all'inguine sx ma con leggero fastidio (non sempre) all'inguine dx.
La risonanza magnetica dice che è pubalgia per un modesto versamento nella zona inserzionale pubica (confermata dallo specialista, mentre lo strappo all'inguine sx si è ricucito perfettamente. )
E lui mi ha consigliato un'altra mese di dolaren e tedijoint ed io però ho aggiunto la tecar ad oggi è la 4 seduta e il fisioterapista mi ha regalato anche la magnetoterapia.
Devo fare altre 6sedute.
Oggi ho fatto la tecar mettendoci sotto dolaren, va bene?
Quando provo a fare leggero stretching per gli adduttori provo un leggerissimo fastidio sempre a dx, devo ugualmente fare stretching per allungare i muscoli? (il fisioterapista ha detto di stare tranquillo e continuare la tecar ed in effetti oggi è andata meglio, ho sentito il muscolo rilassatissimo con dolaren e sopra la tecar. .
Voltaren capsule 75mg è consigliabile? Continuo con la tecar ed attendo che passi? A cosa serve la magnetoterapia? ?
È un incubo senza fine.
Dal 29agosto ad oggi è ancora non riesco ad uscirne dalla pubalgia.
Lei cosa mi consiglia? ? ? Grazie a presto.
Risposta: Gentile Francesco, la pubalgia retto adduttoria è la forma più frequente di pubalgia nei calciatori, la terapia che le hanno impostato va bene, applichi più volte al dì la borsa dell'acqua calda o qualcosa di simile, le ricordo, che la pubalgia è una contrattura di alcuni muscoli e come tale va trattata. Il suo fisioterapista molto gentile a regalargli una magneti ma nel suo caso non le torna utile. Infine, fin quando il terreno di gioco non si ammorbidisce, ovvero fin quando non piove, lei avrà sempre fastidio, le scarpette da calcio sono poco ammortizzate e il terreno duro, portano a questi inconvenienti. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 910
Domanda: Salve Dottore
A causa di una caduta sugli sci la mia spalla dx portandosi indietro facendo leva con il gomito, ha subito uno stiramento dei tendini della cuffia dei rotatori. Attualmente sto facendo delle terapie laser ma cosa posso applicare per accelerare i tempi di recupero?
Risposta: Gentile Marco, ha un referto di risonanza o ecografia da postare? Se si, gentilmente me lo posti così capisco meglio di cosa si tratta, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 911
Domanda: A seguito di una epicondilite accertata da ecografia mi sono sottoposto in 3 mesi a: 3 sedute di onde d'urto, 5 microinfiltrazioni di arnica e antinfiammatori naturali, 3 tecar e da 15 giorni applico 2 volte al giorno Dolaren. Nonostante ciò mi permane un leggero indolenzimento. Cosa mi consiglia dottore? Grazie
Risposta: Gentilmente Lino, mi posti il referto dell'ecografia, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 912
Domanda: Buongiorno Dottore.
E' da circa due settimane che ho dolore al polso sinistro, che aumenta durante la notte tanto da svegliarmi. La mattina provo dolore non posso stringere o fare forza e se provo a poggiami sulla mano sento parechio fastidio. Durante la giornata poi va a diminuire per ricominciare durnte la notte.
Pratico hockey in line, ma ultimamente per via del tempo gli allenamenti sono stati pochi e comunque non ho ricevuto subito traumi durante lo sport o fatto movimenti anomali durante la giornata; Non mi spiego infatti come mai il dolore si stia acutizzndo, tralaltrro la mano sinistra non è quella che uso di più.
Sino ad ora ho usato la voltaren, non avendo nessun miglioramento, adesso che mi è finita vglio acquistare la dolare, e da qualche giorno sto mettendo una fascia elastica.
Come mi consiglia di continuare? Vi sono magari degli esercizi di stretching da associare?
Ne approfitto per esporle un'altro piccolo fastidio che ho da un po al tendine di achille. Alzadomi sulle punte dei piedi (come se avessi i tacchi) lo sento un po tirare con un po di fastidio.
Grazie in aticipo per la risposta.
Rossella
Risposta: Buongiorno Rossella, forse la prima cosa da fare è almeno un'ecografia, dai sintomi si potrebbe pensare ad un tunnel carpale o ad una compressione radicolare sulle vertebre cervicali, il fatto che si acutizzò in posizione clinostatica o sdraiata, avvalora l'ipotesi di discopatia cervicale. Se conosce un fisioterapista, provi a sentire se gli mette il dolaren kinesio sulla cervicale, se la sintomatologia diminuisce, le consiglio di fare la risonanza perché ha qualche problema sul rachide cervicale.
L'infiammazione del tendine achilleo è diffusa in chi pratica il suo sport, anche in questo caso il dolaren kinesio aiuta molto , però prenda la talloniera in gel che aiuta a scaricare il tendine (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 913
Domanda: Caro , dottore chiedo un consiglio , di cosa fare , nell'attesa di una visita ortopedica già prenotata.
Mio figlio di anni 16 giocando a calcio ha subito un trauma sopra il ginocchio, ha finito regolarmente la partita e poi la sera accusa dolori nella parte mediale della coscia fino a sopra la rotula del ginocchio. Dalla visita del fisioterapista della squadra mi consigliano di fare una Ris. Magnetica.
Dopo circa una settimana, e nelle more che ritiravo l'esito della risonanza , ha ripreso il primo allenamento , molto leggero, tutto normale, solo la mattina dopo qualche lieve disturbo, ma non zoppica.
Il referto della RM riferisce:
Non versamento endo articolare
Non lesioni a carico del menisco laterale e mediale.
A livello del versante esterno del condilo femorale mediale si apprezza la presenza di area di iperemia ossea da riferire a contusione ossea.
Ben inseriti i legamenti crociati e collaterali, si segnala aspetto disomogeneo del versante posteriore del LCA, regolare il fascio anteriore.
Grazie, saluti
Risposta: Gentile sig Antonio, dal referto non risulta nulla di preoccupante, come ha descritto correttamente lei, si tratta di un trauma o meglio di un livido sull'osso, le contusioni sulle ossa, impiegano molto tempo a riassorbirsi, suo figlio deve avere pazienza, se crede, può applicare dove ha il dolore, il dolaren, emulgel che, contenendo l'enzima proteolitico, bromelina, aiuta il riassorbimento delle contusioni. Inoltre, il referto segnala un ipotetico interessamento del legamento crociato anteriore, quindi, se a breve avete la visita ortopedica, faccia presente questa cosa, a mio avviso è tutto a posto. Saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 914
Domanda: Gentile Dottoressa, vorrei sapere se il Vulvovagi può essere usato anche internamente per applicazioni vaginali. Grazie
Risposta: Gentile Utente,
certamente, Vulvovagi è dotato di una cannula presente nella confezione che funge da erogatore per uso interno. Cordiali saluti (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 915
Domanda: Egregio dottore vorre sapere cosa pensa di questo referto di risonanza:
Non si apprezzano rme di lesione a carico delle strutture meniscali in presenza di modiche involutive che appaiono focalmente più significative in corrispondenza del corno posteriore del menisco interno e del corno anteriore del menisco esterno. Esito di plastica ricostruttiva del LCA il neo legamento appare continuo lungo i piani di scansione ipointenso sia nelle sequenze T2 che T1 pesate con fenomeni sinovitici in corrispondenza delle inserzioni ossee prossimale e distale. Ai gradi di flessione la rotula appare sostanziaalmente in asse disomogeneità delle contrapposte superfici articolari femoro paatellare come per iniziale condropatia. ispessimento reattivo delle plicature del corpo adiposo di Hoffa. Allo stato attuale mel cavo articolare è presente un impegno sinoviale diffuso con modesta quota di versamento nei recessi superiori. Fenomeni reattivi nella sede della borsa inserzionale prossimale del gemello mediale. Disomoegenità del tendine rotuleo in sede inserzionale prossimale e del quadricipite in sede inserzionale distale come per tendinopoatia. Questo è quello scritto nel referto. Le premetto che si parla di un ragazzo che ha subito un intervento per LCA e sutura meniscale 2 anni fa e po sono stati tolti i mezzi di sintesi perchè si sospettava una intolleranza in quanto il ginocchio diventava rosso caldo e bruciante. Diciamo che sono stati tentativi perchè ancora oggi a quttro mesi da questo intervento i sintomi sono gli stessi : dolore gonfiore bruciore che si attenuano solo con il bentelan. Il chirurgo parla di infiammazione cronica e come si cura? E' stato visitato a Milano anche per sospetta algodistrofia ma è stata esclusa . Pertanto è diventato un caso che nessuno riesce a risolvere. Cosa e pensa?
distinti saluti
Risposta: Gentile signora Antonietta, sarò molto sincero, tutti gli interventi hanno un rischio dovuto in particolare alla preparazione del campo opetatorio e ai materiali usati. Un'ipotesi potrebbe essere che il filo di sutura usato abbia causato un'infezione, questo si evince dal fatto che nell'inserzione del neo legamento sia prossimale che distale, vi è un'infiammazione della sinovia che poi si estende ad altre parti dell'articolazione. Potete provare a fare un ciclo di cefalosporine e vedere se la situazione migliora, in caso contrario, penso che l'unica soluzione e rimuovere il neo legamento, far passare qualche mese, fin quando il ginocchio si sfiammi e rifare l'operazione magari in un altro nosocomio. In che ospedale si è operato? (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.