L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 856
Domanda: l'esame ecografico della spalla sx evidenzia tendinite del capo lungo e del capo breve bicipitale con modesto vers lungo la guaina sinoviale , volevo sapere se la pomata v03dol va bene e dove trovarla a palermo grazie
Risposta: Gentile Enrico il dolaren ( ex vo3 col) è un ottimo prodotto per le tendiniti, mio consiglio è abbinare il dolaren al ultrasuoni, in questo modo amplifica l'effetto terapeutico dellelettromedicale, applichi il dolaren mattina e sera per 15 giorni e se può faccia 5 sedute con lultrasuoni. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 857
Domanda: E NOREALE CHE DOPO AVER PRESO UNA BOTTA SOPRA AL PIEDE SINISTRO CON LEGGERA TORSIONE VERSO L'INTERNO ANCHE DOPO MOLTI GIORNI MI POSSA FARE MALE ANCHE SOTTO IL PIEDE NONOSTANTE LE CURE?
Risposta: Gentile Rossana, la torsione del piede spesso porta a complicazioni, la prima è l'infiammazione del tendine achilleo, se trascurata questa infiammazione può portare alla fascite plantare; io inizialmente proverei ad applicare sulla zona dolente il dolaren e sul tendine achilleo del ghiaccio e vediamo se migliora. Quando ha tempo mi scriva che terapie ha effettuato (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 858
Domanda: diagnosi con ecografia radice della coscia grossolano ematoma da lacerazione muscolare della estensione in senso longitudinale di circa 10 cm e con diametro traverso di circa 5 cm , inoltre con versamento ematico e edema sceso fino al piede con leggero rigonfiamento. Quali rimedi posso praticare per alleggerire l'ematoma
Risposta: Buongiorno, intanto avrei bisogno di sapere quando è avvenuta la distrazione muscolare, se poi è possibile, preferirei che mi postasse il referto completo dell'ecografia così capisco meglio di che grado è la distrazione. La terapia che uso io, è l'utilizzo degli ultrasuoni abbinati al dolaren. Nel suo caso, essendo una lesione piuttosto importante, deve fare quanto prima della terapia e osservare del riposo dall'attività sportiva (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 859
Domanda: ho un forte ematoma sulla gamba dx con un forte versamento di siero ematico e ' opportuno aspirarlo per abbreviare i recupero in quanto per motivi di lavoro non posso stare troppo a riposo, Grazie
Risposta: Gentile Vincenzo, l'aspirazione del l'ematoma, è una pratica assai diffusa, però si ricordi che dove c'è l'ematoma, c'è una lesione muscolare importante e quella va curata con elettromedicali e il riposo, dopo aver siringato lo stravaso, faccia un'ecografia così vediamo che tipo di danno si è fatto (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 860
Domanda: Buonasera Dottore,
sono un ciclista amatore che da qualche tempo ha dolori alla bandelletta. A volte mi prende a sinistra e a volte a destra. Pochi giorni fa dopo alcuni mesi di inattività per via del mio lavoro ho fatto un giro di 45 km non eccessivamente duri. Dopo 30km ho cominciato ad avere male. Vivo in montagna e per metà giro è tutta salita. Mi hanno detto che devo fare stretching e potenziare il quadricipite in palestra. Conferma? Ultima cosa non meno importante. Domenica prossima avrei voluto partecipare ad una Granfondo. C'è qualche soluzione temporanea non invasiva per poter risalire in sella per quella giornata? Grazie
Risposta: Gentile sig Stefano, mi scuso se le rispondo in ritardo, il suo problema è tipico nel ciclista amatoriale tant'è che viene chiamato anche sindrome del ginocchio del ciclista, detto questo, l'unica soluzione è il riposo e ghiaccio o antinfiammatori, io spesso faccio il laser e dopo applico il kinesio taping. Onestamente io la gran fondo di domani la lascerei stare, rischia di infiammare ulteriormente la guaina del nervo. L'allungamento muscolare è meglio lasciarlo stare, lo deve fare quando sta bene, ora riposo, e se è supinatore, corregga la postura con dei plantari o solette. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 861
Domanda: buongiorno Dr. Roberto De CASTELLI, 5 giorni fa mi sono venute delle fitte dolorosissime nella zona del rene destro con intorpidimento e formicolio alla coscia nella parte inferiore fino al ginocchio. il medico mi ha diagnosticato una lombosciatalgia, da curare in 10 giorni col DICLOREUM in capsole. Ebbene i dolori alla schiena si stanno affievolendo, ma la coscia è molto indolenzita, direi che mi fa più male di prima, è normale? la ringrazierei tanto se potesse eventualmente farmi capire. grazie buona giornata
Risposta: Gentile sig Bruno, probabilmente la diagnosi del suo medico è corretta, la terapia non molto, avrebbe dovuto associare all' antinfiammatorio un mio rilassante, la causa della sciatalgia è proprio la rigidità dei muscoli para vertebrali, provi a mettere a livello lombare un termoforo o qualcosa di caldo e vediamo se va meglio, un buon prodotto che potrebbe applicare a livello lombare è il dolaren, lo metta tre volte al dì per 7 giorni specialmente dopo che ha scaldato la zona (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 862
Domanda: dopo aver fatto una risonanza magnetica, il mio ortopedico mi ha detto che soffro, al ginocchio sinistro, di una artrosi molto avanzata, il fatto e` dopo aver fatto ben 4 infiltrazioni di acido ialuronico, due sotto la rotula al di sopra ginocchio e due sotto la rotula al di sotto ginocchio , ora riesco a camminare veloce e lento, salire e scendere le scale senza problemi ma appena tento di correre, sono (ero) un podista amatoriale e ho 62 anni avverto dolori al lato destro del ginocchio sinistro sotto la rotula, cosa potrebbe essere? La ringrazio anticipatamente
Risposta: Gentile sig Gaetano, può postare il referto della risonanza, così mi rendo conto di cosa parliamo, aspetto il referto (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 863
Domanda: Gentile Professore,
ho 43 anni e soffro di tiroidite autoimmune e resistenza insulinica da 15 anni per cui assumo Eutirox 87, 5 mg al giorno e Slowmet 2 compresse da 750 al giorno. Da allora ho avuto diversi disturbi e, soprattutto, sono aumentata di peso notevolmente. Questo ha determinato un problema alla schiena con atrofizzazzione completa del disco L5-S1 da carico con alterazione dei piatti vertebrali ad esso collegati. Oltre alla riduzione di peso, all'uso del bustino e la ginnastica posturale volevo sapere se la pomata Dolaren puo' aiutarmi ad alleviare I dolori e se ha delle controindicazioni visto le mie problematiche tiroidee. La ringrazio
Benedetta
Risposta: Gentile signora Benedetta mi può postare il referto della risonanza a cui FS riferimento, probabilmente più del dolaren, per lei sarebbe indicata l'ozono terapia che non ha effetti collaterali, però prima mi posti il referto e si faccia controllare l'ipofisi (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 864
Domanda: Buondi, ho 58 anni, soffro di arteriopatia obliterante da 5 anni, con arteria coscia sx andata e coscia dx con due stend, preciso che avevo ripreso a camminare e di aver un ottimo circolo collaterale, tanto da poter camminare x lunghissimi tratti con problemi superflui. . Da circa un anno soffro di dolore ai talloni, da lastre ed ecografia risulta fascite plantare. Ho fatto : onde d'urto, ultrasuoni, laser, visite specialistiche locali presso anche specialista del piede, plantari ortopedici e poi plantari specifici calibrati, infiltrazioni di cortisone, ghiaccio, e mi stiro i piedi in modo da distendere il muscolo, sono andato da un fisioterapista sportivo , che oltre al suo tipo di scioglimento dei muscoli, mi ha fatto fare un Bite notturno. Tutto questo senza alcun giovamento, ho speso con sacrificio un botto di soldi. ed ho la tremenda paura che oltre al dolore mi possa peggiorare la situazione della circolazione agli arti inferiori con la successiva e grave compromissione. Ho sentito parlare dei fattori di crescita piastrinici, ma non so se in abruzzo, l'aquila o Pescara, chieti, ne fanno. Se gentilmente può darmi una mano per trovare una risoluzione a questo problema. Grazie.
Risposta: Gentile Luciano, intanto lei mi dice ai talloni, quindi mi sembra di capire che il problema è bilaterale. Lei si rende conto che la mia risposta può essere solamente di ordine generale, dopo che vari colleghi l'hanno visitata, io posso solo cercare di spiegarle del perché è uscita fuori la fascite. Se la deambulazione non è corretta, ovvero se il piede appoggia male, vuoi per un dolore alla gamba, al ginocchio o, basta anche la banale unghia incarnita, con il tempo l'organismo cambia appoggio e postura; se lei per un anno ha camminato con un atteggiamento antalgico, ovvero scaricando sul tallone, chiaramente questo si è infiammato. È inutile che lei lavori sul piede, deve cercare di sistemare la postura, magari se non l'ha fatto, faccia un esame podobarometrico , sia statico che dinamico, così vediamo il piede come appoggia quando sta fermo e quando cammina, con questo esame banale, si può correggere la postura e risolvere il problema. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 865
Domanda: Buongiorno , soffro di un dolore dall'anca fino al ginocchio con lieve zoppichio , Probabilmente si tratta di borsite trocanterica . Quale vs prodotto mi consigliate ?
Risposta: Gentile Diego, è sicuro che non si tratti di una banale sciatalgia , la borsite trocanterica, da gli stessi sintomi della scitalgia ed è meno frequente, ad ogni modo, nella borsite io consiglio l'applicazione del kinesio taiping a doppio ventaglio e sopra il nastro, il dolaren, nella sciatalgia può applicare localmente il neurofisiodol accompagnato da antinfiammatori più miorilassanti. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 866
Domanda: Non ha funzionato il drenaggio durante l'intervento di protesi al ginocchio. Mi ritrovo con un ematoma attualmente di dimensiomi 31 x 21 mm. imprigionato sotto la rotula. Dolori 24 ore al giorno. Tuttavia mi hanno sottoposto alla fisioterapia che diventa una vera e propria tortura . E mi dicono che se tra 2 mesi circa la situazione non migliora dovro' tornare in sala operatoria. . . . normale tutto questo ?
Risposta: Gentile Riccardo, l'ematoma andrebbe rimosso il prima possibile, ad esempio utilizzando gli ultrasuoni con sotto il dolaren che contenendo l'enzima bromelina, aiuta a digerire l'ematoma organizzato, nel caso non riuscisse a risolvere così, deve toglierlo chirurgicamente (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 867
Domanda: Buongiorno, nonostante il riposo mi sto trascinando da mesi una epicondilite procuratami giocando a tennis. Potrebbe cortesemente darmi una indicazione sui vostri prodotti e consigliarmi cosa usare? Sono demoralizzato. Grazie
Risposta: Gentile Marco, sta osservando del riposo o continua a giocare? L' epicondolite va trattata con antinfiammatori o ad es la laserterapia, provi prima ad applicare tre volte al dì il dolaren per 10 giorni e stare a riposo, vediamo se è sufficiente come terapia (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 868
Domanda: da circa venti giorni accusso un dolore con senso di bruciore nella zona del cogige solo quando sto seduto (problema grosso data la mia professione e dal fatto che sono pendolare). Sono andato dal medico di famiglia con la paura che si trattasse di una fistola ma a prima vista mi disse che non era e mi diede degli antinfiammatori; infatti nella zona interessata non si rileva nessun rigonfiamento al tatto ne dolore paricolare e quindi non ce presenza di puss, a vista sembra tutto normale. dopo una settimana di antinfiammatori il dolore da seduto non mi è passato. Cosa può provocarmi questo dolore? Posso usare qualche crema specifica o altro?
Risposta: Gentile Nazario, io penso che si tratti proprio di cista sacro coccigea o fistola anale, probabilmente ancora non è matura ovvero il tunnel non è arrivato all'apertura cutanea. La fistola va operata, dopo, per evitare recidive molto frequenti, le consiglio di utilizzare il rigenoma spray, ottimo prodotto che disinfetta e cicatrizza velocemente (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 869
Domanda: Salve
Ho fatto la RSM ad un ginocchio e il referto afferma : Alterazione morfo-strutturale di basso grado a carico del corpo-corno posteriore della fibrocartilagine mediale, come per fenomeni involutivi. Cosa mi consiglia?
Risposta: Gentile Alessandro, l'unica cosa da fare è tonificare bene il muscolo quadricipite, poi quando la lesione del menisco sarà importante, deve asportarlo. Altro ora non si può fare (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 870
Domanda: Buongiorno!
Mia madre, di 84 anni, si sottopone a dialisi ed è anche diabetica.
Da qualche mese soffre di prurito accompagnato da forti dolori alla vagina. Di sua iniziativa ha fatto il test per la candidosi ed è risultato positivo.
Cosa può fare? ha provato con vari rimedi ma nulla da fare! Soffre tantissimo soprattutto quando si sottopone alla dialisi. Potete suggerirmi un valido rimedio tenendo presente il suo complicato quadro clinico? Grazie. Cordiali saluti.
Risposta: Gentile Carlo, per risolvere il problema di sua madre le consiglio di utilizzare il prodotto Vulvovagi spray. E'un dispositivo medico a base di Ozoile (Ozonidi stabili in acido oleico con Vitamina e acetato), pool di molecole brevettato che contiene Ozonidi ad azione antinfiammatoria, antipruriginosa e Bioperossidi ad azione battericida, fungicida, virustatica. Inoltre è in grado di rilasciare ossigeno in loco contrastando l'ipossia, cioè la mancanza di ossigeno che è una delle cause che portano alla candidosi. Ozoile non è un farmaco, non presenta controindicazioni ed effetti secondari e non dà problemi di sovradosaggio, questo vuol dire che in fase acuta può essere utilizzato anche più volte al giorno, a seconda dei casi. Consiglio di applicarlo tre volte al giorno per una settimana e due volte al giorno per un'altra settimana. Poi come mantenimento due spruzzi al giorno, mattino e sera a giorni alterni per altri 15 giorni e poi uno spruzzo due volte a settimana. E' in forma spray con cannula, quindi di facile e pratico utilizzo. Ha un doppio erogatore, anche esterno pertanto può essere utilizzato anche per contrastare infiammazione e prurito nelle parti più esterne. A disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti.
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.