L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 841
Domanda: Buongiorno,
volevo sapere dove poter acquistare Dolaren crema a Firenze.

grazie
Risposta: Gent. ssimo,
può acquistare il Dolaren e tutti i nostri prodotti in qualsiasi farmacia della sua città. In alternativa, i prodotti sono acquistabili sul nostro sito www. erbagil. com accedendo alla sezione shop on line.
La ringraziamo per l'interesse manifestato verso i ns prodotti. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 842
Domanda: Salve ho iniziato una cura per la secchezza vaginale ed il mio ginecologo mi ha prescritto il vo3 olio da applicare al bisogno, ma recandomi in farmacia mi è stato detto che è stato sostituito da Rigenoma spray. Legendo il foglio illustrativo però mi pare abbia più un' azione antinfiammatoria, battericida e fungicida che di ripristino della lubrificazione vaginale. Non vorrei dunque che ci sia stato un errore nella prescrizione medica.
Grazie
Risposta: Gent. le cliente,
il prodotto di riferimento è il Vulvovagi.
La invito a prendere visione delle caratteristiche del prodotto direttamente sul nostro sito. In alternativa può inviare una mail di richiesta di informazioni all'indirizzo info@erbagil. com.
Saluti. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 843
Domanda: Buongiorno, potrei sapere se il rigenoma spray è efficace per una dermatite palpebrale con arrossamento, prurito e desquamazione della cute stessa?

grazie
Risposta: Gent. ssimo,
le consiglio il formulato in crema.
Rigenoma crema a base di Olio Ozonizzato, componente principale, Vitamina E e Melaleuca alternifolia oil ha principalmente un'azione antinfiammatoria, disarossante, microbicida, virustatica in più i metaboliti dell'ozono imbrigliati nell'olio d'oliva stimolano la produzione di fibroblasti e di neovasi nel processo di riepitelizzazione, favorendo una corretta cicatrizzazione. Rigenoma crema è inoltre ricca in acido ialuronico e collagene che agiscono sulla riepitelizzazione, favoriscono l'idratazione e il ripristino del turgore cutaneo. La presenza di estratti di piante ad azione lenitiva e decongestionante agisce poi sul rossore e sul senso di fastidioso prurito, potenziano l'azione antinfiammatoria, lenitiva, vasoprotettrice degli Ozonidi. Il prodotto può essere applicato più volte al giorno a seconda della necessità. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 844
Domanda: buongiorno, in seguito a pap test mi è stato riscontrato il papilloma virus, la dott. ssa mi ha prescritto vulvovagi, vorrei sapere quanto è efficace il prodotto per il mio caso, perchè dal bugiardino nn ho trovato elementi a riguardo. Grazie. Giulia
Risposta: Gent. le cliente, il prodotto è efficace. Le consiglio di abbinarlo al detergente Idrozoil.
Per approfondimenti La invito a visitare la pagina del prodotto sul nostro sito wwww. erbagil. com. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 845
Domanda: é normale che quando spruzzo all'interno la vulvovagi spray all'inizio mi bruci? ?
Risposta: Gent. le utente,
la sensazione di bruciore è sinonimo dell'efficacia del prodotto.
Il bruciore è dovuto alla capacità della nostra molecola Ozoile (ozonidi stabili con Vitamina E acetato)di riattivare la sensibilità dei tessuti.
E' consigliata la detersione quotidiana con il nostro detergente delicato Idrozoil.
Restiamo a sua disposizione. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 846
Domanda: Gentile dottore, innanzitutto, congratulazioni per la chiarezza e approfondimento delle sue risposte e ad Erbagil per il prodotto Dolaren che anch'io ho provato e che per mio papà è molto efficace, anche se mi domando se per il suo tunnel carpale e dolori alle mani non sia più adatto neurofisiodol .
Sono una donna ancora abbastanza giovane (48 anni anagrafici, ma ne dimostro meno per vita e alimentazione sana) che ha conosciuto i prodotti.
Le scrivo per il mio ginocchio perchè dopo circa 3 mesi, ieri, un ortopedico si è reso conto che la RM era stata refertata male e che in realtà il mio problema non è tanto e solo un flogosi al collaterale laterale (per postumi distrattivi e o alterazioni posturali), o meniscosi meniscale e laterale, con rotula non del tutto in asse, dopo caduta rovinosa parecchi mesi fa (e da me, purtroppo, trascurata). In realtà, chi ha refertato la RM non si era resa conto che ho. . il menisco rotto che potrebbe aver dato luogo ad un corpuscolo che si è annidato in un punto del ginocchio, creandomi ulteriore dolore e blocco articolare (pur se a me pare che il blocco, le due volte che mi è capitato, sia derivato maggiormente dal fatto che si era gonfiato dietro il ginocchio, per liquido dovuto all'infiammazione che ha creato una pseudo cisti di baker).
Ora, oltre a chiedermi come non sia stato possibile accorgersi di questo importante fatto, mi domando anche da dove iniziare per risolvere il mio problema, in quanto indubbiamente anche rotula non in asse e postura creano problemi.
In altri termini, mi domando se potrebbe bastare fare qualche infiltrazione ed utilizzare prodotti ad hoc (rispetto a cui le domando, con particolare riguardo a dolaren) e tenermi il menisco così, o convenga che trovi un professionista che mi sviluppi un'artroscopia non invasiva in grado di rimettere a posto il menisco nel più breve tempo possibile.
Grazie di quanto potrà gentilmente dire al riguardo,
un cordiale saluto,
Daniela C.
Risposta: Gentile Daniela, se dalla risonanza risulta una lesione del menisco, l'unica soluzione è la rimozione dello stesso con un currettage per ripulire gli eventuali frammenti che si possono essere formati dalla rottura del menisco stesso. Gli errori sui referti delle risonanze sono all'ordine del giorno e spesso sono anche molto grossolani. Nel suo caso, penso che l'unica maniera per venire a capo di questa storia, sia l'arto scopia, piccolo intervento risolutivo. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 847
Domanda: Buongiorno dottore dalla risonanza magnetica al ginocchio dx mi hanno riscontrato una condromalacia di 3 e 4 grado del versante rotule o esterno del terzo inferiore e di entrambe le troclee femorali, in questo momento sto prendendo CATRJOINT FORTE . Se lo abbino al vo3dol ho qualche speranza, considerato che ho 50 anni. Grazie
Risposta: Gentile Giovanni, se quello che scrive è vero, ovvero III-IV grado di condromalacia femoro rotulea, ci vuole ben altro che integratori alimentari, come forse le hanno già detto, il suo caso rientra tra le possibili protesi, nel terzo e quarto grado, le cartilagini articolari che rivestono la troclea femorale, sono talmente consumate da lasciare l'osso sub condrale esposto, da qui il dolore, provi con la viscosupplementazione o infiltrazioni di acido ialuronico, questa è l'unica strada prima dell'intervento protesico (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 848
Domanda: Salve dottore. . Da poco più di 5 mesi ho una tendinite poplitea che non è passata neanche con ben 14 sedute di tecar terapia. Avevo fatto una risonanza i cui unici problemi emersi erano un aspetto Condrale Dell articolazione femoro rotulea (che secondo l ortopedico non è la causa del mio dolore). . Ed appunto una piccola falda fluida a carico della guaina del tendine popliteo. Il dolore lo avverto principalmente quando partendo da una flessione quasi massima oppongo resistenza all estensione della gamba. . O più semplicemente rialzandomi dopo essermi accovaccio. . . Cosa potrei fare per risolvere il problema? Grazie per la disponibilità. Distinti saluti
Risposta: Gentile Michele, mi posti il referto della risonanza per intero così capisco meglio il problema, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 849
Domanda: Buonasera Dottore. Mi è stata diagnosticata a Gennaio una condropatia femoro rotulea da sovraccarico. Sono stato operato al medesimo ginocchio nel 2006 per asportare parzialmente il menisco mediale. Da allora ho sempre praticato running, corsa senza problemi. Ora appunto da Gennaio sono fermo: ginocchio rigido e pesante sotto la rotula, dolore saltuariamente. Ho fatto a giugno tre infiltrazioni di acido ialuronico senza pare miglioramenti. Aiuto per favore, non voglio a 37 anni abbandonare la mia più grande passione, la corsa. Grazie
Risposta: Buongiorno Alessandro, io le consiglio di fare una risonanza, però credo che il suo problema derivi sempre dal menisco, quando il menisco si lesiona, va asportato, le menisectomie parziali, portano a distanza di anni alla lesione completa e alla formazione dei topi articolari o frammenti di menisco che, se vanno nell'articolazione, portano il blocco articolare o rigidità dell'articolazione (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 850
Domanda: Salve Dottore, questo è l'esito della risonanza al ginocchio sinistro in merito al problema che le ho esposto ieri.
L'indagine è stata eseguita sui tre piani ortogonali con sequenze T1 e T2 pesate con tecnica SE, FSE E FSIR.
Non si sono rivelate significative alterazioni focali del segnale a carico dei capi ossei articolari.
La fibrocartilagine meniscale laterale appare nei limiti della norma, in esiti di regolarizzazione.
La fibrocartilagine mediale presenta regolare morfologia con iniziali aspetti meniscosici del corno posteriore, senza rime di frattura in atto.
Il legamento crociato anteriore appare continuo nel su decorso.
Il legamento crociato posteriore presenta continuità e segnale nella norma.
Non evidenti alterazioni della continuità dei legamenti collaterali.
Piccola falda fluida a carico della guaina del tendine popliteo.
Nei limiti il segnale e lo spessore della bendelletta ilio tibiale.
Aspetti di sofferenza condrale della articolazione femoro rotulea.
Falda di versamento endoarticolare in atto.
. . La mia paura è che ci sia una lesione meniscale anche se d'altra parte ero già stato operato al menisco dell'altra gamba ed il dolore è diverso. . lo sento solo a flessione quasi massimo soprattutto quando cerco di riestendere la gamba opponendo resistenza. . . trattenendola diciamo. .
Cordiali saluti
Risposta: Gentile Michele, penso che il suo problema sia proprio la porzione posteriore o corno del menisco, i sintomi che mi ha raccontato nella prima mail e il referto della risonanza, fanno pensare proprio a questo problema; l'infiammazione del tendine popliteo, è causata da una postura scorretta che ha assunto in questi mesi, si faccia sistemare il menisco e vedrà che tutto si risolverà velocemente (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 851
Domanda: Salve, gentilmente vorrei sapere quale prodotto usare per curare l acne mia figlia 15enne ha il volto ricoperto il dermatologo mi ha prescritto il Duac ed un micellare per lavare il viso ma non vedo grandi risultati, nell attesa Cordialità.
Risposta: Buonasera, fermo restando che bisognerebbe indagare sulla causa scatenante il fenomeno, le consiglio di applicare direttamente sui foruncoli Rigenoma spray, ad azione antinfiammatoria e antibatterica. Rigenoma sray contiene Ozoile( ozonidi stabili con Vitamina E acetato) brevetto Erbagil che rilascia Ossigeno immediatamente disponibile in loco. l'ossigeno è nocivo per il principale battere responsabile dell'acne perchè è un anaerobio facoltativo, cioè cresce e si moltiplica preferibilmente in assenza di ossigeno. Inoltre i Bioperossidi agiscono da Biossidanti sulla capsula dei batteri distruggendoli. L'acne è accompagnata da un processo infiammatorio e Ozoile agisce anche sull'infiammazione perchè gli Ozonidi riducono i mediatori dell'infiammazione (Prostaglandine, Istamina, Serotonina) responsabili del rossore, del prurito, del gonfiore. A disposizione per ulteriori chiarimenti, porgo cordiali saluti
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 852
Domanda: Buongiorno, sono una giovane ragazze che ha sofferto di acne papulo pustolosa nella zona del mento. Ora la situazione e' molto migliorata, ho fatto cure sia dalla ginecologa che da un dermatologo di fiducia. L'unica cosa che non riesco in alcun modo a risolvere è il problema delle macchie post infiammatorie: persistono per mesi e mesi, e trovo beneficio solo quando vado al mare, la cui acqua sembra farmi un effetto quasi miracoloso. Vorrei gentilmente chiederLe se l'utilizzo di Rigenoma crema o spray potrebbe darmi qualche tipo di beneficio se utilizzato solo sulle mie anti estetiche macchie rossastre post acneiche (non sono cicatrici, sono soltanto arrossamenti). Grazie del consiglio.
Risposta: Gentile Utente, a quanto mi sembra di capire le rimangono delle piccole zone infiammate o comunque arrossate sul volto. A tal proposito le consiglierei di applicare Rigenoma crema, due, anche tre volte al giorno, sicuramente mattino e sera. Rigenoma crema è a base di Ozoile(Ozonidi Stabili con Vitamina E acetato), brevetto Erbagil ad azione antinfiammatoria perchè gli ozonidi stabili riducono i livelli di Prostaglandine, istamina, serotonina, mediatori del processo infiammatorio e responsabili del rossore, del prurito, del gonfiore. Inoltre contiene estratti di piante ad azione antinfiammatoria come l'arnica e il Ribes Nero, considerato un cortisone naturale. Rigenoma crema presenta una potente azione antinfiammatoria. A sua disposizione per ulteriori chiarimenti, porgo cordiali saluti.
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 853
Domanda: Buonasera Dott. ssa Gilda Benevento,

Dopo un intervento di pericardi centesi e tanti giorni di ricovero dovute alle complicazioni de intervento e trattamenti forti con antibiotiche, mi hanno diagnosticato con la klebsiella pneumoniae. Alla dimissione ospedaliera non mi hanno consigliato nessun trattamento solo precauzioni igieniche. Lei cosa mi suggerisce in questo caso?

Grazie
Octavian Fleseru
Risposta: Gentile Octavian Fleseru,
purtroppo le mie competenze non si estendono a tal ambito, ma sicuramente deve essere rigoroso nel seguire alla lettera le precauzioni igieniche. Probabilmente non le sono stati dati altri farmaci perchè non necessari e soprattutto perchè durante il ricovero come lei dice è già stato sottoposto ad una terapia antibiotica severa.
Cordiali saluti, Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 854
Domanda: Buongiorno mi è venuta una bolla sul braccio ke mi si è infettata e ulcerata poiché mi è già successo e sono andata al regina Elena e sono stata curata con una crema o ungueno di colore arancione carota volevo sapere il nome di questo unguento
Risposta: Gentile Utente, non mi è possibile risalire al nome dell'unguento del Regina Elena, ma per stimolare e accelerare il processo di cicatrizzazione della ferita le consiglio di applicare Rigenoma sray direttamente sulla lesione più volte al giorno, sicuramente mattino e sera. Rigenoma spray è base di Ozoile ( Ozonidi stabili con Vitamina E acetato) che è in grado di stimolare i fattori di crescita coinvolti nel processo di riparazione tissutale. Rigenoma spray favorisce la corretta cicatrizzazione e in caso di recidiva può essere utilizzato per prevenire l'ulcerazione nel momento in cui la bolla dovesse ripresentarsi. Inoltre i Bioperossidi di Ozoile svolgono azione battericida, contrastando e prevenendo l'infezione.
A sua disposizione per ulteriori informazioni, porgo cordiali saluti.
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 855
Domanda: Gentilissima Dottoressa,
Le punture di insetto mi provocano delle fastidiose reazioni di gonfiore e prurito intenso che a volte durano anche più di una settimana. Negli anni penso di aver provato tutto quello che c'è in commercio compresi cortisonici e antistaminici con modesti risultati. Oggi in ufficio ho collezionato in un quarto d'ora 4 punture di zanzara. Pensavo di impazzire perché non avevo nulla di adatto da metterci sopra. Avevo sulla scrivania un flacone di Dolaren che uso per il ginocchio e ne ho strofinato un po' dov'ero stata punta. Dopo una sensazione iniziale di maggior prurito, il gonfiore si è ridotto fino a sparire e non ho più sentito prudere.
Possibile? Esiste una spiegazione?
Grazie e buon lavoro.
Antonella
Risposta: Gentile Antonella, certo che è possibile che Dolaren abbia agito non solo sull'infiamazione, ma anche sul prurito e la risposta è che contiene Ozoile. Ozoile, pool di molecole a marchio brevettato dalla Erbagil è ricco in Ozonidi stabili che agiscono sull'infiammazione riducendo rapidamente i mediatori responsabili del dolore e del gonfiore come le Prostaglandine, e i mediatori responsabili del rossore e del prurito come Istamina e Serotonina.
nel caso specifico le consiglio di utilizzare Rigenoma spray che contiene Ozoile in maggiori quantità. A sua completa disposizione per qualsiasi altra informazione, porgo cordiali saluti.
Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.