L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 826
Domanda: Salve soffro di sciatica, sto prendendo il deltacortene. . . potrei anche aggiungere il No Dol Crema oppure è controindicato? La ringrazio in anticipo
Risposta: Gentile Tommaso, è sufficiente il cortisone, si ricordi di diminuire la dose del farmaco gradualmente (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 827
Domanda: Cadendo ho frantumato la testa dell 'omero. Dopo 15 giorni dall'intervento in cui mi hanno messo una placca e delle viti , l'esame radiologico riporta: incremento in ampiezza dello spazio subacromiale con modesta dislocazione caudale della testa omerale . Cosa vuol dire? I pezzetti si stanno allontanando? Grazie
Risposta: Tranquilla Donatella, è normale che sia così, ad ogni modo è bene che vi sia un maggior spazio sub acromiale che viceversa, l'importante e che si formi un buon callo osseo, ha iniziato la riabilitazione? (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 828
Domanda: Gent. mo Dott. De Castelli,
la ringrazio ancora per l'ulteriore risposta e per il suggerimento. In realtà non ho mai sofferto di schiena. Ho consultato anche una osteopata che mi ha confermato che il mio problema ai tibiali posteriori non dovrebbe derivare dalla schiena.
Adesso sono passata all'agopuntura e alla mesoterapia. Vediamo se funziona.
Cordiali saluti
Paola Cadoppi
Risposta: Speriamo trovi una soluzione, in bocca al lupo (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 829
Domanda: Buongiorno, mia moglie ha una borsite calcifica e tendimopatia -spalla destra- come posso curarla?
Ci consigliano un ciclo di Onde d'Urto focali, noi non ne siamo convinti e vorremmo un intervento chirurgico. Lei cosa ci consiglia. Se la pensa come noi dove possiamo rivolgerci per l'intervento. Grazie.
Risposta: Gentile Vincenzo, mi posti il referto dell'esame diagnostico che ha fatto così mi rendo meglio conto di cosa mi sta dicendo, le onde d'urto non sempre sono indicate, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 830
Domanda: Salve, mia mamma ha dolore al piede ormai da mesi e dopo diverse ecografie e tac ancora non si conosce perfettamente la causa. Dapprima spina calcaneare, poi smentita, in seguito dolori reumatici, successivamente il dolore è stato attribuito a un danno al tendine dopo un intervento chirurgico per asportazione di un neo sotto la pianta del piede( intervento che risale a circa 10 anni fa! ). Premetto che mia mamma soffre di ipertensione ed è obesa. Potrebbe essere una infiammazione dovuta al forte peso visto che non va via nemmeno dopo lunghi cicli di antibiotici, antidolorifici e cortisonici? Il dolore si attenua ma poi si ripresenta soprattutto a fine giornata. Quale prodotto mi consiglia? Grazie
Risposta: Gentile signora la prima coda che mi verrebbe da suggerire è la visita podologica, usa dei plantari? Il peso corporeo è sicuramente una delle cause di questo problema, l'asportazione di un neo, mi sembra strano che dopo dieci anni possa creare problemi così invalidanti. Provi a convincere sua madre a mangiare in maniera più corretta, anche perché l'obesità accompagnata all'ipertensione è abbastanza pericolosa. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 831
Domanda: Dottore salve sto in America e lavoro 12 ore al giorno in pizzeria e da un po di tempo ke la sera vado a letto normale ma la mattina mi sveglio con dolori alla schiena braccia gambe come se sto tutto bloccato poi man mano ke lavoro mi passano cosa posso fare dato ke qui mi è difficile anche fare una visita esiste qualche farmaco ke possa aiutarmi? ? Grazie
Risposta: Gentile Andrea basterebbe qualche seduta da un bravo massaggiatore per risolvere il problema, in alternativa anche la piscina potrebbe essere utile se fatto almeno una volta alla settimana (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 832
Domanda: Buongiorno,
sono Matteo, 40 anni, quattro settimane fa cadendo in bicicletta ho riportato la lussazione anteriore della spalla destra.
Ho tenuto il tutore per 20 giorni.
Ho iniziato un programma di fisioterapia, attualmente ho recuperato molto la mobilità della spalla, chiaramente devo lavorare sul tono muscolare.
Ho solo il problema che la notte mi sveglio per dolori alla spalla, credo perchè ancora ho infiammazione. Vorrei sapere se è indicato dolaren per queste problematiche.
Settimana prossima inizierò con delle sedute di Tecar.

grazie,
Saluti
Risposta: Gentile Matteo, direi proprio che il dolaren è molto indicato per il suo problema, lo applichi mattino e sera , con lieve massaggio, per 15 giorni. Pensa che la diatermia da contatto o tecar le risolva il problema? Io dubito, una volta sfiammato la cuffia dei rotatori, faccia della riabilitazione in palestra (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 833
Domanda: Egregio Dottore
a seguito di una risonanza magnetica con mezzo di contrasto mi è stata diagnosticata una cisti sinoviale proveniente dal legamento giallo di circa un centimetro che insiste sul canale radicolare all'altezza della L5 provocandomi un fastidioso formicolio che parte dal gluteo per scendere sino al polpaccio sinistro, attualmente sto effettuando un ciclo di posturale che mi sta dando qualche risultato, vorrei ampliare la terapia, ritiene che possa avere qualche beneficio utilizzando il prodotto Dolaren applicato sulla parte della L5.
Risposta: Gentile Carlo, la composizione del dolaren è molto particolare, la presenza di ozono medicale, permette di sfiammare e ridurre la ciste presente, lo applichi mattino e sera per 21 giorni e vedrà che la zona si sfiamma. Però l' infiammazione del nervo ischiatico o scitalgia, è più complicata da sistemare; il dolaren oltre che su L5, lo applichi anche sul gluteo e parte laterale della coscia e si fermi circa 20cm prima del ginocchio, così facendo, riusciamo a sfiammare il nervo anche lungo il suo decorso in superficie (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 834
Domanda: Sono un podista amatore sono parecchi anni che corro più che altro mezze maratone . Ultimamente mi capita di avere forti crampi ai polpacci , da cosa può essere causato, mille grazie
Risposta: Buongiorno Claudio, normalmente i crampi sono indice di mancanza di sali, in particolare il potassio, prova a prendere per 21 gg degli integratori a base di sali minerali, ormai si trovano anche nei supermercati (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 835
Domanda: Buonasera dottore, a seguito di una rm lombosacarale: discrete alteraz artrosico degenerative a carico di tutto il tratto esaminato, piu marcate a livello l5s1 dove il disco intersomatico presents spondiloartrosi somatomarginale anteriore con aspetto sindesmofitosi al ponte. Si associa a questo livello discreta algo distrofia di tipo reattivo delle limitanti somatiche contrapposte. sempre a questo livello é presente un ampia protusione concentrica dell anulus fibroso piu estesa verso dx che comprime discretamente la faccia ventrale del sacco durale e riduce di amoiezza entrambi i forami di coniugazione con maggior evidenza a dx. a livello l4l5 ulteriore marcats protusionr dell anulus fibroso piu estesa a dx. a livello l3 l4 ulteriore protusione dell anulus fibroso di piu modesta entita con discreta compressione sul sacco durale e riduzione di ampiezza di entrambi i forami diconiugazione. nel segmento l4 s1 si associa una discreta ipertrofia delle faccette articolari ed un ispessimento dei legamenti gialli bilateralmente; le dimensioni del canale vertebrale sono al di sotto dei limiti della norma in questo tratto esaminato. il mio dramma é questo: un ortopedico mi ha ordinato lyrica da 50 al di e in caso aumentare gradualmente associato a ginnastica posturale. il fisiatra mi ha sconsigliato tale farmaco e ha ordinato nicetile da 500 in fiala x 1 sett e poi in compressa da 40gg 2 volte al di associata a magneto e posturale. vorrei gentilmente il suo parere. sono in totale confusione. grazie
Risposta: Gentile Carlo, chiariamo subito il problema, la sua schiena è molto mal messa, la lyrica, è un farmaco che ha molti effetti collaterali fastidiosi come la sonnolenza, tremori problemi intestinali ect, è un modulatore dei nervi periferici, in altre parole, rallenta la trasmissione nervosa e quindi i nervi, lavorando meno, si sfiammano prima, il nicetile è un integratore neuro protettivo, non ha effetti collaterali ma nel suo caso serve a poco. Io onestamente sentirei qualche ozono terapeuta e proverei con l'ozono terapia, e una volta tolta la pressione sul sacco durale, allora ha senso il nicetile e il massaggio decontratturante sulla lombare (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 836
Domanda: Salve,
da febbraio soffro di epicondilite al braccio sinistro a volte anche al braccio destro (lavoro sempre esclusivamente con la tastiera). A marzo ho effettuato 5 sedute di onde d'urto, una seduta alla settimana e la situazione e migliorata passando da una fase che era acuta, non riuscivo a pronare l'avambraccio, ad una di solo dolore costante. Dopo un mese il medico mi ha proposto le infiltrazioni di cortisone. La prima infiltrazione sembrava aver risolto tutto ma dopo una settimana ero punto accapo, così ne abbiam fatte due altre, una per settimana, senza risultato. Ho rifiutato la quarta infiltrazione ed ho cominciato ad usare dolaren 3 volte al giorno. Ho avuto finalmente grossi benefici, sia al braccio sinistro che al braccio destro, ma contestualmente ho iniziato ad accusare piccoli dolori ai polsi, ed piccolo dolore alla caviglia destra che con il passare dei giorni è diventato importante (sono ormai 9 giorni che ne soffro). Non ricordo traumi o slogature tant'è che non ho ematoma, ho un dolore sotto il malleolo vero la parte del piede frontale che si attacca allo stinco. Sto provando ad usare il dolaren, ma non ho grandi risultati. Comprendo che una ecografia possa chiarire la situazione ma con le ferie di mezzo non riesco a trovare nessuno disponibile. Come faccio a capire cosa possa avere la mia caviglia? Ha qualche consiglio per l'applicazione del gel? Esiste una relazione tra epicondilite, polsi, caviglie. . . inizio a pensare negativamente, come se il dolore migrasse (all'iterno dei polsi ho la sensazione di avere lo stesso dolore della caviglia. . . nell'articolazione tra polsi e mani come tra stinco e piede ) in tutto questo l'epicondilite sembra essersi placata. Grazie.
Risposta: Gentile Giuseppe, dubito che esista una correlazione tra il fastidio agli arti superiori e il fastidio alla caviglia.
Io sconsiglio di fare terapie se prima non si individua la causa, quindi nel caso della caviglia converrebbe fare almeno una ecografia anche se meglio sarebbe una risonanza. Per l'epicondilite , il dolaren si è rivelato un ottimo prodotto, lo applichi mattina e sera per una quindicina di giorni anche dopo che il dolore è passato. Quando ha fatto l'esame diagnostico, se vuole mi posti il referto così vediamo se ce qualcosa (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 837
Domanda: Salve Dott. Dopo 20 giorni di intenso dolore alla caviglia dx, ho fatto una RM. Questo è il risultato.
Posteriormente riconoscibile il tend d'Achille sino all'intersezione calcaneale, discreta imbibizione endemigena circonda il suo tratto preinserzionale ed in particolare imbibizione edemigena impegna il triangolo di Kager .
Sul versante interno falda liquida circonda il tratto pre-malleolare del flessore lungo dell'alluce, come per discrezione della borsa tendinea che lo circonda (utile la correlazione clinica).
Sul versante esterno appaiono sostanzialmente nei limiti le strutture tendinee e legamentose.
Sostanzialmente regolare il mortaio tibio-peroneo-astralagico.
Inibito il pannilcolo adipiso .
Faccio presente che in questo periodo ho preso antidolorifici altrimenti il riposo alla notte era pressoché impossibile causa dolore intenso sulla caviglia destra.
Grazie per la risposta.
Risposta: Gentile Giovanni, ma pratica dello sport che impegna costantemente l'articolazione tibio tarsica? Il suo caso è abbastanza diffuso nei corridori professionisti, è una forte infiammazione con edema; provi a fare in ciclo di antinfiammatori, magari del cortisone associato a un antiedemigeno, prenda una talloniera in gel e la utilizzi per almeno 21 giorni, se conosce un bravo fisioterapista si faccia applicare il kinesio taping per l'infiammazione del tendine achilleo e sopra al nastro metta il dolaren mattina e sera per 21 giorni (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 838
Domanda: Ci sono controindicazioni nell'utilizzo di vulvovagi in gravidanza?
Risposta: Gent. le cliente,
non ci sono controindicazioni all'utilizzo dei nostri prodotti in gravidanza. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 839
Domanda: Salve vorrei sapere se tendisulfur forte può portare ad un gonfiore della pancia? Grazie
Risposta: Gent. le utente,
non siamo in grado di fornirle una risposta al suo quesito. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 840
Domanda: Gentilmente vorrei sapere se il prodotto è utile nei casi di candida recidivante, compatibile con normogin compresse e candinorm ovuli che sto prendendo da qualche giorno (oltre a fermenti lattici per via orale) dopo aver tentato con le terapie tradizionali. Il mio problema è il bruciorino e il fastidioso prurito all'ingresso della vagina e sulle piccole labbra che si calma per poco (al momento) dopo che ho introdotto ovulo la sera, ma poi si ripresenta in giornata specialmente verso sera. Ho provato altre pomate, come vidermina gel e activ gel, ma nulla. . . ora sto usando pomata al tea tree, ma temo che usata ogni giorno possa diventare aggressiva, inolotre già gli ovuli contengono tea tree. Al momento mi sto lavando solo più con acqua fresca a lacune sere un cucchiaio di argilla ventilata.
Risposta: Gent. le utente,
ci scusiamo per la riposta tardiva.
Il Rigenoma spray è utilissimo nel caso che ci sottopone. Non ha nessuna controindicazione e nessuna incompatibilità. Il Rigenoma spray ha un'azione antinfiammatoria, disarossante, microbicida, virustatica; agisce sull'infiammazione, sul rossore e sul senso di prurito.
Per la detersione Le consiglio di utilizzare il ns detergente Idrozoil, delicato e privo di Sls. (Erbagil s. r. l. )

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.