L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 781
Domanda: buongiorno dottor De Castelli,
soffro di epicondilite cronica da più di un anno
Ho eseguito tecar, onde d'urto, e infiltrazioni con cortisone.
La situazione è peggiorata quando ho tentato le infiltrazioni con ossigeno-ozono terapia che mi hanno causato un deficit di flessione del braccio per più di tre mesi. Dopo tanta sofferenza e tanti FANS ora riesco a piegare il braccio anche se un pò di dolore è ancora presente durante la flessione.
Da quanche giorno sto usabdo DOLAREN 3 volte al giorno ma subito dopo l'applicazione (e per una durata di due ore circa) avverto una sensazione di importante contrazione dei muscoli su cui applico il gel. Siccome ho avuto una brutta esperienza con l'ozono sono preoccupato nel caso in cui possa essere intollerante a tale sostanza. Mi dica lei dottore se la reazione possa essere normale o meno.
Risposta: Buongiorno Donato, di recente ha fatto una ecografia? Se si mi posta il referto. Per quanto riguarda il suo quesito, dubito che la percentuale di ozono medicale presente nel dolaren possa interferire con la muscolatura e ad ogni modo l'azione dell'ozono sulla muscolatura è un'azione decontratturante, provi ad applicare solo la sera il dolaren e poi mi aggiorni. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 782
Domanda: 746 e 747. Qui ci sono il referto dell'esame ecografico e la cura antinfiammatoria che mi aveva prescritto il medico di base. Nei giorni seguenti sono andato presso uno studio fisioterapico. Per dieci giorni mi è stato detto di eseguire esercizi di stretching ed allungamento tre volte al giorno, applicazione di ghiaccio 15 min ad arto tre volte al giorno e kinesio taping. Dopo di che fare una visita da un ortopedico (sempre presente nel centro) dopo di che procedere con magnetoterapia e ionoferesi. La visita è prenotata per mercoledi prossimo. Lei che ne pensa. Nel frattempo ci tengo a precisare che ho ricominciato ad andare in palestra, ovviamente con tutte le precauzioni del caso.
La ringrazio per l'attenzione
Risposta: Gentile Gianluca, ammetto di non seguire l'iter terapeutico che gli stanno consigliando, io sono sempre molto scettico quando trovo questi centri di fisioterapia che hanno all'interno il loro ortopedico, nel suo caso specifico, l'utilizzo della iono, immagino con fans, e della magnetoterapia non mi trova concorde, mi sembrano dei tentativi un po buttati lì senza molta convinzione. Io proverei invece a fare dei massaggi decontratturanti sul trapezio superiore e sullo sternocleidomastoideo, riprenda la palestra con moderazione e intanto inizi con una seduta a settimana. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 783
Domanda: QUESITO ID 781
Salve dottore ecco il referto della RM fatta a Dicembre 2015:
Modestissimo edema della spongiosa a livello dell'epicondilo laterale. Discreti aspetti di epicondilite inserzionale con fenomeni lacunari a tale livello ed aspetti reattivi periarticolari. Non significative alterazioni delle formazioni osteocondrali tricompartimentali. Nella norma le altre componenti tendinee della regione esaminata .
Il seguito a questa RM l'ortopedico mi ha prescritto 3 settimane di taoxib 60 mg, ciclo di magnetoterapia e kinesi autoassistita in flessoestensione e pronosupinazione da iniziare dopo una settimana di terapia.
Risultato: leggero miglioramento dei sintomi.
In seguito come le dicevo ho effettuato un ciclo di onde d'urto con ulteriore leggero miglioramento ma con il braccio che appare sempre rigido e contratto.
Non le ho detto che gioco a ping pong ma oramai non sto giocando quasi più.
Sembra che ogni cura sia vana.
La ringrazio perl'attenzione.
Risposta: Gentile sig Donato, la terapia antinfiammatoria trovo che sia indicata la magnetoterapia non ne capisco il vantaggio, ribadisco che trovo strano che un gel topico possa crearle dei problemi alla muscolatura, più facile un problema di trasmissione nervosa, potrebbe, sempre sotto consiglio del suo medico, provare per 5-7 gg il nicetile, modulatore della trasmissione dei nervi periferici. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 784
Domanda: Salve dopo un eccessivo sforzo. In palestra ho un forte dolore al lato. Esterno della coscia. A partire dalla fine dell'anca. Che si è esteso anche davanti cosa posso prendere?
Risposta: Io le consiglio di sospendere per qualche gg la palestra, non ha senso prendere dei farmaci per mitigare il dolore, l'organismo manda al cervello dei segnali di disagio, sta a voi capirli, se lei mi prende dei miorilassanti, probabilmente sta un po meglio ma rischia di farsi male seriamente, in questi casi, il riposo è la miglior cura, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 785
Domanda: Ok La ringrazio, intanto vediamo che cosa mi dirà l'ortopedico mercoledì. Lei in alternativa che cosa proporrebbe? Forse la tecar ha più effetto?
Risposta: OK, aspettiamo la visita specialistica (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 786
Domanda: ho una contrattura al muscolo del trapezio dove interseca quello della scapola che non riesco a far passare mi sarebbe utile applicare dolaren emulgel? come e per quanto tempo?
Risposta: Gentile Patrizia, il dolaren è un buon decontratturante ma se prima non ammorbidisce la muscolatura con un bel massaggio decontratturante penso che non risolva molto, una volta de contratto, il dolaren permette di mantenere il muscolo in buone condizioni per lungo tempo, prima bisogna allargare le miofibrille con le mani o L'Ultra suoni. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 787
Domanda: Buonasera dottore, giocando al calcio mi sono procurato un ematoma sul lato sinistro degli addominali. Al momento ho un livido nero esteso circa 5 cmq con leggero dolore.
Volevo sapere se il dolaren può aiutare l'assorbimento del sangue.
Grazie anticipatamente.
Risposta: Gentile Salvatore, il dolaren è un ottimo prodotto per far riassorbire prima gli ematomi o lividi, questa sua proprietà la si deve alla presenza dell'enzima bromelina, enzima proteolitico che digerisce il sangue rappreso, applichi tre volte al dì il dolaren per 10 giorni. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 788
Domanda: Buona sera,
è possibile utilizzare il rigenoma spray sulla mucosa della faringe?
Grazie.
Risposta: Gent. ssima,
il metodo che i nostri medici consigliano è il seguente: medicazione due volte al giorno (mattino sera), applicazione di Rigenoma® Spray su tutta la lesione, Rigenoma® Crema sulla cute perilesionale.
Ci faccia sapere. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 789
Domanda: salve ,
è stata prescritta da un dermatologo a mia madre di 80 anni la rigenoma crema . mia madre ha un'ulcera sulla caviglia sinistra che sta curando da 1 anno e mezzo, inoltre ha la pelle molto secca delle gambe e problemi di circolazione , volevo sapere se questa crema va direttamente nella ferita cioè nell'ulcera o intorno . grazie
Risposta: Gent. ssima,
il metodo che i nostri medici consigliano è il seguente: medicazione due volte al giorno (mattino sera), applicazione di Rigenoma® Spray su tutta la lesione, Rigenoma® Crema sulla cute perilesionale.
Ci faccia sapere. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 790
Domanda: stamattina l'ho applicato dopo pediluvio con acqua e amuchina su piede di mia madre 90 anni (arteriopatia ostruttiva agli arti inferiori, ha ulcera sul piede) come detto dal mio chirurgo. A distanza di 2 ore il piede si è gonfiato tanto da non poterlo appoggiare a terra. Vorrei sapere se Rigenoma crema può dare reazioni allergiche di questo tipo.
Risposta: Gent. ssima,
il prodotto, per la sua composizione, non può dar reazioni allergiche. (Dr. Michele Selvaggio)
ID Quesito:
 791
Domanda: Buon giorno ho appena subito un 'arto scoppia alla spalla destra per pulizia , mi hanno detto che il tendine sovrastimato era lacerato , ma non hanno eseguito nessuna operazione perché s, secondo loro , avendo pulito e quindi non raschia più , e con degli integratori si ripristina , ora , io le spalle le uso tutti i giorni e non credo che duri troppo questo tendine , anche perché mi hanno detto che dovrei cambiare lavoro o al limite ci rioperereranno tra tre o sei mesi . ma dico le sembra giusto la diagnosi, il tendine si ripristina ? Grazie per eventuali risposta è saluti
Risposta: Gentile sig Narciso, i tendini non cicatrizzato però e anche vero, che il curettage o pulizia permette, specialmente al sovraspinato, di lavorare meglio e quindi durare di più, ha un referto della risonanza o ecografia? Se si me lo posti; al posto dell'integratore, se vuole metta il dolaren che contiene delle sostanze utili a preservare le cartilagini e unico prodotto in commercio a contenere l'ozono medicale, molecola ad alto potere cicatrizzante, lo applichi lungo il decorso del sovraspinato massaggiando leggermente, faccia l'applicazione mattina e sera per 21 giorni. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 792
Domanda: Buonasera, dottore. Mercoledì ho fatto la visita dall'ortopedico e mi ha prescritto tendijoint e ibupass cerotti. Infine con domani ho fatto tre sedute di magnoterapia (mezzora a seduta) e laserterapia (15 min per braccio a seduta). Il ciclo e' di dieci sedute, al termine delle quali se non dovessero esserci miglioramenti dovrò effettuare una risonanza magnetica. Lei che cosa ne pensa a riguard0?
Risposta: Buonasera Gianluca, la sua viene trattata come un'infiammazione al tendine, dal referto della ecografia non risulta nulla, forse davvero converrebbe fare una risonanza (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 793
Domanda: Ok dottore. La ringrazio. Per adesso vedo come vanno queste dieci sedute, con la speranza che portano a qualche miglioramento. In caso contrario provvederò a fare la risonanza. La mia domanda dottore e' questa: Se la risonanza trovi qualcosa comunque dovrei fare lo stesso fisioterapia giusto? Quindi io penso se non dovessi trovare giovamento da queste sedute non potrei fare direttamente un'infiltrazione di cortisone?
Risposta: Il suo ragionamento potrebbe essere corretto, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 794
Domanda: Gent. mo Dott
mi chiamo Domenica. e il mio problema è il seguente:
circa 3 mesi fa ho calzato degli stivali bassi, di cui il destro lo avevo portato dal calzolaio, il quale me lo riparava tirando la tomai per cucirlo, di conseguenza è diventato più stretto provocandomi e uso il termine dell'Ortopedico SOSPETTA TENDINOPATIA TIVIALE POSTERIORE A DX CON MODESTA TUMEFAZIONE.
Si consiglia:
calzature predisposte;
MOBIC cp, 15 mg, 1 DOPO COLAZIONE PER 5-7 GG (RIPETIBILI DOPO PAUSA)
FANS LOCALI
TECARTERAPIA (4-6 SEDUTE)
ETG CONSIGLIA DX PER VALUTAZIONE TIBIALE POSTERIORE E TUNNEL TARSALE.
ho esuguito dottore il tutto non ho fatto solo la tecar, invece ho fatto l'ecografia e la diagnosi è la seguente:
NOTE DI TENOSINIVITE DEL TIBIALE POSTERIORE.
NON ALTERAZIONE DEL TUNNEL TARSALE NON ULTERIORI RILIEVI DA SEGNALARE.
Mi sono recata poi dal mio medico curante il quale mi ha prescritto per togliere il gonfiore FUTURASE BF bustine da prendere a stomaco vuoto alle ore 10, 00 e alle ore 18. 00 per 7 gg. e CRACK DOL Schiuma da applicare mattina e sera sulla parte per togliere il gonfiore. Sono al quarto giorno della cura ma noto che il gonfiore ancora c'è, al mattino quando mi alzo è veramente minimo anzi quasi non si nota, poi durante il giorno aumenta, Insomma cosa si può fare per riassorbire il liquido? Vivo in una città di mare e il mare potrebbe aiutare? Non porto tacchi alti da oltre 2 mesi mi dia cortesemente consigli in merito, devo fare la Tecar?
La ringrazio di cuore
Domenica Latronico
6800
Risposta: Gentile signora, queste infiammazioni causate da una calzatura scomoda, si risolvono velocemente cambiando calzatura e applicando una talloniera in gel, giovamento può darle l'utilizzo della crioterapia ad es , prenda dei bicchieri di plastica con dell'acqua dentro e gli surgeli, poi questi ghiaccioli li passi velocemente lungo il decorso del tendine tibiale posteriore, lo faccia la sera per qualche minuto, anche l'applicazione del kinesio taping le porta sicuramente giovamento, infine, se ha modo di andare al mare, cammini nell'acqua è un ottimo rimedio, la sera prima di andare a letto, applichi il dolaren. Lasci perdere lo spray ghiacciato non serve a niente come d'altronde la tecar, sono soldi buttati via (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 795
Domanda: Egr, Dottore gradirei un pareRE rispetto a esito allegato

ESITO RMN GINOCCHIO DX:
Non lesioni strutturali dello scheletro del ginocchio,
Discreta falda di versamento articolare,
Sindrome compartimentale femore- tibiale interna con estesa sofferenza -sub - condrale del piatto tibiale, e più modesta del condilo femorale corrispondente.
Le alterazioni sono secondarie meniscopatia severa con lesione del tratto intermedio.
si apprezza parziale dislocazione interna del frammento leso.
integro il menisco laterale.
Legamenti crociali e collaterali integri.
Ispessimento edematoso dei tessuti molli, periarticolari interni - anteriori con parziale coinvolgimento del tratto distale dei tendini della zampa d'oca.
Non neoformazioni poplitee.

Grazie NOVELLI CARLO
Risposta: Gentile Carlo, qui ce poco da dire, deve togliere il menisco mediale che è rotto inoltre, una parte di questo menisco è uscito dal suo posto questo può creare dei problemi come il blocco dell'articolazione, i pezzetti di fibrocartilagine che si staccano vanno in giro nella capsula articolare e se finiscono nell'articolazione sono guai, la gamba non la piega più, le consiglio di operarsi, sistemato il menisco, anche il versamento e l'infiammazione dovrebbero sparire (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.