L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 766
Domanda: buongiorno dottore

dopo aver fatto un ecografia muscolotendinea mi e stata diagnosticata una lesione al tendine del capo lungo del bicipite brachiale e per non sovraccaricare la spalla mi e stato consigliato di fare un taping neuromuscolare allo stesso muscolo.
vole se possibile un suo parere
grazie mille
Risposta: Il kinesio taping se ben messo, aiuta a tenere vicini i capi muscolari lesionati e quindi la cicatrizzazione avviene più velocemente. può essere un'idea buona (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 767
Domanda: Buongiorno dottor de castelli, circa 10 giorni fa le ho mandato un email ( calcificazione muscolo omero e tendini spalla ) non so se si ricorda. . purtroppo non so più cosa pensare e fare, il dolore e ' aumentato oltre alla spalla braccio e parte superiore del seno ora mi sta prendendo anche l 'ascella e ogni tanto ho delle fitte come se avessi un ago all 'interno e purtroppo non ho più forza nel braccio. il 9 per cento del dolore è concentrato nella parte superiore del seno prendendo anche l ascella. il ciclo di onde d urto sono a luglio. Mi dica se tutto questo è normale per ché la mia mente sta pensando al peggio. Grazie mi scusi per il disturbo saluti.
Risposta: Gentile Sabina, ho riletto il quesito 753 e le chiedo gentilmente di postare i due referti completi sia la RX che l'ecografia, ripeto, un problema alla testa dell'omero difficilmente crea tutti questi problemi al muscolo pettorale, dopo che avrò letto i referti gli darò una risposta, spero più completa, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 768
Domanda: Gentile dottore la mia dottoressa non ha voluto darmi il cortisone intramuscolare perché dice che gonfia e mi ha dato il Medrol da 16mg metà compressa al mattino e metà la Sera x 4gg e per altri 4gg solo metà
Risposta: Gentile Luana, per un errore di trascrizione è scappato uno zero in più, chiaramente mi riferito a 20-40mg di cortisone, 16 mg frazionati non sono una concentrazione molto alta, però è il suo medico che deve decidere il dosaggio, chiaramente se il problema persiste, forse è meglio fare qualche approfondimento, non ha senso continuare questo tipo di terapia. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 769
Domanda: Buonasera, ecco i referti: calcificazione a lato della testa omerale e ecostruttura disomogenea con incluso calcico da tendinosi per quanto riguarda il tendine del sovraspinato
Risposta: Sabina, ripeto, non penso che l'artrosi della testa dell'omero possa portare a questi fastidi sul pettorale, forse è interessato il plesso brachiale, ma come può ben capire io da qui posso solo darle dei consigli dati dall'esperienza. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 770
Domanda: Salve dottore, le premetto che pratico sport, corsa più precisamente, da parecchio tempo. . . da circa un mese ho un infiammazione dietro al ginocchio destro, proprio in prossimità del ginocchio stesso. . . volevo sapere se mi consiglia l'uso del Dolaren e quale terapia. . . grazie mille
Risposta: Gentile Alessandro, bisognerebbe che lei fosse più preciso, cosa vuol dire dolore dietro al ginocchio? Cerchi di capire meglio quando compare questo fastidio, ad es quando corre? O anche da fermo, se sta seduto per diverso tempo, nel rialzarsi avverte un cedimento del ginocchio? .
Detto questo, il dolaren è un ottimo antinfiammatorio senza controindicazioni quindi lo può usare tranquillamente, è concentrato quindi ne metta poco e massaggi fino a completo assorbimento, provi mattina e sera per dieci giorni. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 771
Domanda: Gentile dottore lei per approfondimento intende una risonanza e una visita ortopedica?
Risposta: Luana forse essendo un problema di tipo muscolare e al limite nevrotico, meglio sarebbe un'ecografia sul grande pettorale e zona ascellare, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 772
Domanda: Salve Dottore,
Il primo quesito è il numero 765 a cui mancava questa parte , mi sono scordata di scrivere che :
Secondo loro LCA e il collaterale sono integri , del corpo di Hoffa non parlano e dei menischi dicono che sono integri.

A me è venuto il dubbio quando ho letto che non vi era cicatrizzazione del LCA . . . . . e il medico di famiglia mi ha detto di ripetere la risonanza.
Grazie per la sua disponibilità.
Risposta: Gentile Barbara, la lettura di una risonanza è a discrezione del medico radiologo , alcuni preferiscono descrivere coda vedono, altri invece si limitano a segnalare le cose che ritengono interessanti da un punto di vista ortopedico, nel suo caso, il radiologo non ha rilevato l'aspetto cicatriziale dei legamenti perché sicuramente è un evento successo diverso tempo fa; sicuramente qualche anno fa, lei forse senza accorgersene, ha subito una rotazione del ginocchio stirando il LCA e il collaterale mediale, da qui l'aspetto cicatriziale dei due legamenti, giustamente il radiologo mette in evidenza la probabile causa del suo fastidio, ovvero la condropatia e l'infiammazione della sinovia, nulla di più (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 773
Domanda: Buongiorno De Castelli, avrei cortesemente bisogno di un consiglio di come trattare questa diagnosi. l'ecografia del tricipide surale dx dimostra una lesione muscolare di 1 grado ecografico della sede subito sotto-fasciale del 3 medio-distale del gemello mediale, dal lato interno, dove è visibile sottile falda di versamento intrafasciale, lalesione si estende per 5cm in senso long e misura 5mm di spessore ap. non lesione tendinee ne altri ventri muscolari.
la ringrazio anticipatamente.
Risposta: Gentile Massimiliano, il tricipite surale, volgarmente detto polpaccio va incontro spesso a stiramenti e o distrazioni, essendo muscoli superficiali, si trattano molto bene con L'Ultra suoni a manipolo mobile con sotto il gel per elettromedicali mischiato al dolaren, quest'ultimo è utile perché contiene l'ozono medicale che ha azione cicatrizzante sui miociti oltre a fornire un'elevata quantità di ossigeno utilizzabile dai tessuti danneggiati; provi a fare una settimana di trattamento con questo sistema: una seduta al dì con US più dolaren, e a casa applica il dolaren mattina e sera per dieci giorni, chiaramente se fa attività sportiva, deve stare a riposo, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 774
Domanda: Gentile dottore,
Il 25 marzo sono caduta sciando e ho strappato il polpaccio della gamba sx. Esito dell'ecografia effettuata 2 settimane dice: rottura del muscolo gemello al terzo distale in corrispondenza della giunzione muscolo tendinea con diastasi dei monconi e interposizione di una discreta raccolta fluida. Il quadro descritto è indicativo di una lesione di 3 grado del gemello mediale a sinistra.
Da 2 giorni ho cominciato la fisioterapia con la ionoforesi con orudis, laser e crioterapia. In più faccio gli impacchi caldo umidi e impacchi di argilla a casa.
Dopo la ionoforesi mi vengono forti crampi allo stomaco, forse legati al medicinale? Il dolaren può essere usato anche nella ionoforesi o se no esiste un altro farmaco che non provochi gli effetti collaterali? E se trovassi ancora il vo3dol? Ho sentito che può essere usato nella ionoforesi. Lei non ha mai provato nelle sue terapie arnica fiale della heel per le iniezioni sottocutanee? Ho sentito che anche le iniezioni di ozono o di Co2 hanno un effetto antinfiammatorio. Grazie mille
Edyta Stankiewicz
Risposta: Buongiorno Edyta, trovo curioso che il suo fisioterapista gli abbia proposto la ionoforesi per il suo problema, io sono abbastanza contrario all'utilizzo indiscriminato della diatermia da contatto o meglio conosciuta come tecarterapia, però nel suo caso sarebbe stato il macchinario adatto, la iono non le serve a nulla, lei deve togliere quanto prima l'ematoma che si è formato tra i due tronconi di muscolo distratto, se il fisioterapista non ha la tecar, gli dica di usare L'Ultra suoni con mischiato al gel per elettromedicali il dolaren (ex vi3dol, ); il dolaren è un ottimo prodotto , l'ozono medicale presente ha un'azione cicatrizzante i tessuti molli, l'enzima bromelina agisce sul l'ematoma organizzato sciogliendolo, utilizzi il dolaren anche a casa applicandolo sulla lesione tre volte al dì, acquisti un tutore o quanto meno applichi una fascia elastica nella zona della lesione, senza ostacolare il ritorno venoso ma abbastanza stretta da tenere il muscolo compatto, mi tenga aggiornato, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 775
Domanda: Grazie infinite della rapidissima risposta.
In realtà abbiamo pensato a tecar ma visto che ogni tanto soffro di aritmie il fisioterapista l'ha sconsigliato. Sto invece facendo Crioultrasuoni, anche lì si potrebbe applicare il dolaren ?
Grazie ancora. Edyta
Risposta: Il crioultrasuono non è adatto per il dolaren, mentre la calza antitrombo va bene, sta facendo anche l'eparina? Cerchi di tenere fluido l'ematoma che si è formato (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 776
Domanda: Buongiorno,
Domenica durante una partita di calcio ho preso una ginocchiata sul fianco sinistro e il dolore ora rispetto a domenica è un pò migliorato però non riesco a fare sforzi che mi tira l'inguine e soprattutto quando starnutisco o tossisco mi fa malissimo sempre lo stesso inguine. .
Mentre delle volte mi fa male anche il fianco sinistro quando faccio dei movimenti con il corpo.
Vorrei sapere lei cosa può consigliarmi e magari dirmi cosa può essere. . . .
Grazie
Risposta: Cosa intendi per fianco? A livello di costato, di fossa del rene o a livello di anca, cerca di essere più preciso riguardo la zona anatomica (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 777
Domanda: Buongiorno Dottore, sono sempre quel ragazzo con la tendinite alle braccia. A seguito di questi giorni di sospensione di farmaci, tramite appropriato stretching, applicazione di ghiaccio e kinesiotaping sento di stare meglio. Ma i dolori comunque persistono, Secondo Lei a questo punto quale altra strada si potrebbe tentare? la ringrazio come sempre per la sua disponibilità, cordiali saluti
Risposta: Gianluca dovresti essere così cortese da mettermi il numero del quesito dove hai riportato il referto, così a memoria non ricordo il tuo problema, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 778
Domanda: Risposta al quesito: 776
Dottore quando starnutisco o tossisco sento un forte dolore all'inguine, mentre a volte il dolore mi viene all'anca.
Risposta: Detto così è poco chiaro, potrebbe essere un inizio di pupalgia, come un'ernia inguinale, nei ragazzi giovani l'ernia inguinale è molto frequente, se il fastidio continua ti conviene andare dal tuo medico (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 779
Domanda: GENTILE dottore sono una podista ho 41 anni e al termine della preparazione alla mia prima maratona ho iniziato ad avere un fastidio al ginocchio sinistro come se mi pungesse . Ho effettuato risonanza una settimana dopo aver corso la maratona a PARIGI il 3 aprile c. a. Il referto recita:
SOTTILE VERSAMENTO NELLA BORSA DEL GASTROCNEMIO SEMIMEMBRANOSO
DEBOLMENTE DIFFUSAMENTE OMOGENEAMENTE IPERINTENSA LA MATRICE FIBRO CARTILAGINEA DEL MENISCO ESTERNO PER INVOLUZIONE DEGENERATIVA DI BASSO GRADO SENZA CONCOMITANZA DI ROTTURA.
PIU PROFONDA EVIDENTE ED ESTESA INVOLUZIONE DEGENERATIVA DELLA MATRICE FIBRO CARTILAGINEA DEL CORNO POSTERIORE DEL MENISCO INTERNO SENZA ROTTURA CONCOMITANTE
SUPERFICIALE USURA DELLA CARTILAGINE DI RIVESTIMENTO ROTULEA NEL SETTORE LATERIALE DEL SESAMOIDE.
Cosa devo fare in considerazione del fatto che vorrei continuare a correre ma ho continuo ad avere questo fastidio durante la corsa mentre a riposo non ho dolore.
Risposta: Gentile utente, dal referto si evidenzia un problema al menisco mediale, porzione posteriore o corno posteriore, inoltre vi è un inizio di condropatia femore rotulea, correre con il menisco quasi rotto può portare alla rottura completa, l'unica cosa che può provare, se vuole continuare a correre è di tonificare bene il muscolo quadricipite; per la condropatia, applichi il dolaren due volte al di per 30 giorni, per la meniscopatia, potrebbe provare a farsi applicare il kinesio taping almeno quando fa la gara e i lunghi. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 780
Domanda: Gentile dottore sono sempre la podista 41 enne Irma a seguito di un primo quesito N, 779 mi ha risposto confermando la presenza di un problema al menisco mediale, porzione posteriore o corno posteriore ed , inoltre vi è un inizio di condropatia femore rotulea
Nello specifico cosa ha il mio menisco? Ed inoltre l infiammazione e' a livello della rotula o del menisco? Vorrei capire cosa mi consiglia di fare dovrei restare qualche giorno a riposo evitando qualsiasi attivita fisica e dedicami al potenziamento muscolare oltre alla cura di 30 gg con pomata per togliere l infiammazione. ? Vorrei evitare di fare sciocchezze e ripartire con gli allenamenti per il mio nuovo obiettivo ovvero MARATONA BERLINO.
Ringrazio
Irma
Risposta: Buongiorno Irma, intanto mi complimento con lei per le maratone che corre, io fin'ora mi diletto con le mezze; il podismo a buon livello porta spesso a problemi meniscali e di cartilagini, ad oggi non esistono rimedi, gli accorgimenti che mi sento do dargli, sono usare della calzature molto ammortizzate, le classiche A3-A4 e andare in bicicletta con il sellino abbastanza alto da evitare la flessione del ginocchio, altro non si può fare, nei podisti di lungo corso, i menischi vanno incontro ad usura. Se possibile almeno negli allenamenti preferisca un terreno sterrato all'asfalto. (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.