L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 736
Domanda: Grazie dottore per la risposta le chiedo ancora gentilmente dove posso trovare il prodotto da lei indicato DOLAREN . ? Preciso che io abito ad Asti.
Grazie buona serata.
Risposta: Salve,
il prodotto è acquistabile presso tutte le Farmacie della sua città.
Se necessario può informare il suo farmacista che il prodotto è distribuito da Fap, Comifar, Unico spa, Ufm, Unifarma.
Restiamo a sua disposizione. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 737
Domanda: Buongiorno, mi è stato prescritto dolaren. Sulla confezione e sul bugiardo sono indicati gli ingredienti principali ma non ho trovato l'elenco completo. . . non potendo utilizzare preparati a base di erba di s. Giovanni o di iberico vorrei accertarmi che non siano presenti nella crema per evitare conseguenze dannose. Potreste confermarmi che la crema dolaren non contiene tali ingredienti? Grazie per l'attenzione, cordiali saluti.
Risposta: Gent, ssima cliente,
ci complimentiamo per la scelta.
Come da risposta già fornita, il Dolaren non contiene erba di s. Giovanni o di iberico. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 738
Domanda: Buongiorno, ho letto in un forum che avevate un prodotto consigliato per l'epicondilte il Vo3 DOL, ma non lo trovo più citato tra i vostri.
È stato sostituito da un altro?
Grazie per un risposta e cordiali saluti.
Paolo Flesia
Risposta: Salve,
il prodotto di suo interesse è, attualmente, commercializzato con il nome DOLAREN. Il prodotto è lo stesso ma con nuovo BRAND.
Restiamo a sua disposizione. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 739
Domanda: Buongiorno,
ho 39 anni, ho praticato per anni calcio a livello amatoriale ed ho subito varie distorsioni alle caviglie. Dopo l'ennesima distorsione alla caviglia sinistra non sono riuscito a recuperare la funzionalità' completa. La RSM che ho eseguito ha evidenziato una cisti nella parte mediale dell'astagalo di circa 1, 2 cm con principi di artrosi.
Crede che con una cura di dolaren pomata associata ad integratori alimentari a base di condritinsolfato glucosammina e collagene idrolizzato potrei ottenere buoni risultati?
Grazie
Risposta: Gentile sig Mino, preferirei che lei mi postasse per intero il referto della risonanza, detto questo, l'artrosi, essendo un problema degenerativo, si cura difficilmente, sicuramente il dolaren, grazie ai suoi principi attivi come il condroitin solfato e la glucosamina, le porteranno giovamento ma l'artrosi, può rallentare il suo processo ma non sparire (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 740
Domanda: Egregio Dottore, sono un ragazzo di 25 anni che da un lungo periodo soffre di fistole sacrococcigea. Ho provato le moltitudini di creme commercializzate per far sì che l'ascesso si aprisse, ma sono sempre finito in ospedale per un incisione. Volevo chiederle se qualcuno dei prodotti da voi commercializzati erano consigliati per il trattamento delle fistole. la ringrazio anticipatamente.
Vincenzo.
Risposta: Buongiorno Vincenzo, la ciste pilonidale, nella sua fase iniziale, ovvero quando inizia la fistola, cioè quando si ha il rigonfiamento o ascesso con il forellino, trova beneficio con l'utilizzo del rigenoma spray e recentemente con il vulvovagil spray, prodotto corredato di una pipetta con cannula, per avere il massimo effetto, si deve prima spurgare l'ascesso e far uscire il pus, successivamente si introduce con l'apposita cannula il vulvovagil, operazioni da effettuare due volte al dì per 5 giorni.
Quando la fistola è già formata, bisogna ricorrere all'incisione chirurgica (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 741
Domanda: Salve dottore, sono stato operato due volte a causa di fistola perienale(la prima fu un vero e proprio intervento con punti e un mese a letto, la seconda meno grave in ambulatorio e con soltanto medicazione e cerotto), un chirurgo mi ha detto che non posso piu' guidare lo scooter e che se le faro' la fistola ritornerà puntualmente. Volevo un suo parere perchè uso molto lo scooter per lavoro e non vorrei separarmene.
Risposta: Gentile Michele, la recidiva nella ciste pilonidale è molto diffusa, dipende molto dal tipo di intervento effettuato, se viene asportata tutta la sacca e si lascia la parte prossimale aperta con lo spurgo, di solito non ci sono problemi, in settima giornata si tolgono punti e spurgo e per qualche giorno si disinfetta, cosa corretta, sarebbe tenere la zona rasata onde evitare che i peli infettino la ferita, se lei, per disinfettare, usa il rigenoma spray, quasi sicuramente evita recidive.
Può benissimo usare lo scooter e fare attività sportiva (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 742
Domanda: Gentile dottore, sono da una settimana in preda alla fase acuta della malattia emorroidale. Mi sto sottoponendo a due iniezioni al di vessel, sto assumendo 6 pastiglie di daflon 500, a livello topico sto utilizzando proctosedyl ma senza grandi risultati tant'è che oggi mi è stato prescritto il voltare 50 due volte al dì. Quando evacuo svengo e quando mi lavo piango. In 37 anni non mi era mai capitato. Mi può consigliare dei prodotti che leniscano bruciore e prurito? La ringrazio anticipatamente.
Risposta: Gentile utente, la cura che lei sta facendo per la sindrome emorroidale mi sembra un po esagerata, prendere degli eparinoidi come il vessel non ha nessun senso, ora per 10 giorni usi il detergente intimo idrozoil al posto del suo sapone intimo, lasciamo che l'organismo si ripulisca dai vari farmaci che ha assunto; tra 10 giorni utilizzi il rigenoma spray da applicare tre volte al dì per 10 giorni e poi mattina e sera per un'altra settimana, l'olio contenuto nel prodotto, deve arrivare a contatto con la mucosa anale quindi, le consiglio di spruzzarlo sul dito e poi effettuare l'introduzione dello stesso nella mucosa, in questo modo dovrebbe risolvere velocemente (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 743
Domanda: Buon giorno dottore, sono un ragazzo di 26 anni, pratico da 4 5 attività di sollevamento pesi. Da due mesi soffro di una tendinite al capoluogo del bicipite brachiale (entrambe le braccia). Premetto che avrei dovuto fare la risonanza magnetica come consigliatomi dall'ortopedico ma il fisioterapista presso cui mi sono rivolto mi ha consigliato di attendere, dato che aveva notato che i dolori derivavano dalla cervicale. Dopo 4 sedute in cui non riscontrato grandi miglioramenti tra tecar, manipolazioni e massaggi. Mi sono rivolto ad un osteopata il quale mi ha detto che prima della risonanza aspettare di vedere se le cure facessero effetto. Ora ho letto di dolaren emulgel e ho deciso di provarlo. Sec lei ha effetto anche a distanza di molto tempo dall'origine del trauma (nel processo di cicatrizzazione del tendine)? Intanto credo di continuare ad andare dall osteopata con cui mi trovo abb bn. Inoltre sono fermo da più di due settimane.
Grazie in anticipo per la disponibilità
Risposta: Gentile Gianluca, io più di una risonanza le consiglerei una ecografia, spesso nel sollevamento pesi i tendini tendono a sfilacciarsi fino alla distrazione, eviti di fare altre terapie prima di conoscere il problema, se, come immagino, trattasi di un problema muscolo-tendineo , il dolaren può tornarle utile specialmente se associato all'applicazione del kinesio taping; quando ha il referto mi scriva e vediamo di approntare una terapia adeguata. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 744
Domanda: La ringrazio dottore. Infatti avrei dovuta farla prima, ma sia il fisioterapista che l'osteopata mi hanno consigliato di aspettare prima di fare qualunque esame. In caso che le terapie non avessero funzionato. Intanto posso chiedere all osteopata di applicare il kisiotaping. Grazie ancora appena faro l'esame ecografico le faro sapere
Risposta: Io farei prima l'esame ecografico, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 745
Domanda: Buongiorno dottore pratico running regolarmente 10 km. 3 -4 volte la settimana ed il 20 gennaio scorso ho avuto uno stiramento al terzo medio del soleo gamba dx come da referto ecografico osservato 20 giorni di riposo ed effettuato tre sedute di agopuntura con miglioramento della sintomatologia. Ripresi gli allenamenti dopo qualche kilometro si ripresenta questo dolore al polpaccio non acuto come nell'episodio dello stiramento ma fastidioso e con la sensazione di avere il polpaccio incordato . posseggo un apparecchio per ultrasuonoterapia e pensavo di usarlo con il Dolaren gel di cui mi hanno parlato molto bene. Pensa possa funzionare a risolvere definitivamente questo fastidioso problema? Grazie
Risposta: Gentile sig Flavio, come gli è stato detto, il soleo è difficile da curarsi perché è un muscolo profondo e soggetto a continue sollecitazioni, però provi ad usare l' U. S. a 0, 8-1 watt per cm2 e mischi 2 parti di gel per ultrasuoni e 1 di dolaren, la modalità è continua e passi il manipolo lungo il decorso del muscolo soleo, faccia questa terapia mattina e sera per 10 giorni, prima di riprende gli allenamenti, applichi il kinesio taping come si applica per l'infiammazione del tendine achilleo, un buon accorgimento, sarebbe l'utilizzo di una talloniera in gel in maniera da far lavorare meno il soleo. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 746
Domanda: Buona sera dottore. Ho fatto l'ecografia come da lei consigliatomi e questo e' il referto:
L'esame ecografico della spalla destra e sinistra mostra normale spessore della cuffia dei rotatori, di aspetto ecostrutturale omogeneo, senza apprezzabili interruzioni della continuità. Normale aspetto del tendine del bicipite omerale ed in sede inserzionale distale. Non versamenti endoarticolare apprezzabile. Ora già sono stato dal fisioterapista per due settimane e fatto due sedute dall'osteopata. Ma a me le braccia fanno comunque male e non sento miglioramenti. Sono venti giorni che sono fermo. L'ecografia in poche parole non rivela nulla di importante da quello che mi ha spiegato il medico. E dice che forse neanche con la RMN si vedrebbe qualcosa, perché dice non c'e' nulla di serio. Che cosa mi consiglia do fare?
Risposta: Buongiorno Gianluca, come puoi immaginare, è complicato a distanza fare anche un'ipotesi di diagnosi, mi è difficile aiutarti, cerca di descrivermi bene questo fastidio dové localizzato e quando è insorto, se è collegabile a qualche esercizio particolare. Vediamo se così il quadro mi è più chiaro, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 747
Domanda: Buona sera dottore, innanzitutto grazie per la sua grande disponibilità e cortesia. Allora tutto e' iniziato ormai tre mesi fa, durante l esecuzione di un esecuzione per l'allenamento ho avvertito un lieve fastidio, che dopo ho capito essere stato provocato da un sovra caricamento e da un cattivo riscaldamento. Nei giorni successivi ho continuato ad allenarmi non preoccuparmi trpp del fastidio che avvertivo all altezza dell'attaccatura bicipite avambraccio. Infatti diminuendo un po il carico e facendo un buon riscaldamento andava tutto abbastanza. E questo mi ha portato circa un mese dopo ad avvertire un fortissimo dolore all'altro braccio. Tanto che mi si e' pure gonfiato. A quel punto mi sono fermato e sono andato da un ortopedico che mi ha detto di trattarsi di una tendinite al Capolungo del bicipite distale. Mi ha raccomandato almeno due settimane di fermi totale al termine delle quali, se il dolore non sarebbe passato, andare a fare un ecografia. Ho tardato a farla perché poi mi sono rivolto sia ad un fisioterapista che ad un osteopata i quali mi hanno consigliato di attendere un po di tempo per vedere se le cure avrebbero fatto effetto! Ma cosi non e' stato. Ora come ora sto un po meglio perché ho iniziato da circa 5 giorni una cura antifiammatoria a base di bentelan in pasticche effervescenti e nicetile. Sec lei e' giusta come terapia o si potrebbe fare di più. Devo assumere tali pasticche per 9 giorni al termine dei quali il mio medico che me le ha prescritte deciderà cosa fare.
Risposta: Buongiorno Gianluca, la cura che gli è stata proposta e quella che si usa nelle scitalgie, il nicetile è un modulatore dei nervi periferici, cioè, fa lavorare meno i nervi motori e quindi si sfiammano prima, il bentelan è un buon antinfiammatorio, provi, tenga presente che il nicetile può avere fastidiosi effetti collaterali (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 748
Domanda: La ringrazio di cuore. Mi auguro abbia effetto, con il riposo qualche miglioramento si sente, ma non credo che al termine dei nove giorni guarisca completamente. Quindi chiederò al mio medico curante che altro si può fare. Detto ciò Lei avrebbe qualche altro rimedio da propormi, tipo tecar o altre terapie farmacologiche?
Risposta: Gentile Gianluca, la terapia che gli è stata consigliata è una buona terapia farmacologica, poiché dal referto non risultano lesioni, non avrebbe senso fare la diatermia da contatto, se il suo medico non glielo ha detto, si ricordo di diminuire gradualmente il bentelan, il cortisone esogeno va sospeso gradualmente.
Mi tenga aggiornato, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 749
Domanda: La ringrazio. La tengo aggiornata allora.
Cordiali saluti e buon lavoro
Risposta: OK (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 750
Domanda: Buongiorno,
ho la necessità di comprare il Rigenoma Spray. Dove lo posso trovare a FIRENZE ?
Risposta: Gent. ssimo,
può acquistarlo presso tutte le Farmacie.
Il prodotto è disponibile in tutta Italia. (Erbagil s. r. l. )

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.