L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 691
Domanda: Gentile Dottore, ho un'epicondilite al gomito sinistro e destro, probabilmente causata dall'uso da danni dello scooter (uso dei freni) . Sto facendo infiltrazioni di fiale di arnica, posso applicare contemporaneamente la pomata v03 dol. Grazie tante per la sua gentile attenzione
Risposta: Il dolaren, questo il nuovo nome, pu benissimo applicarlo contemporaneamente al l'arnica, tenga presente che nel dolaren gi presente come principio attivo, io le consiglio di farsi applicare anche il kinesio taping e sopra a questo cerotto applicare il dolaren, in questo modo ottiene un duplice effetto, l'azione decontratturante e sfiammamte del dolaren con l'azione linfodrenante e sfiammamte del kinesio (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 692
Domanda: Gentile Dott. ssa,
Frequentando palestra e piscina ho contratto i funghi della pelle, sto curando con antimicotico in cp e una pomata topica. sa dirmi se posso usare il prodotto Rigenoma per questo problema? se si meglio spray o crema?
Grazie
Risposta: Gentile utente,
per il suo problema le consiglio Rigenoma spray che grazie all'elevato contenuto di Ozoile e di Bioperossidi da esso generati a livello topico, consente di svolgere una efficace azione fungicida senza essere un farmaco e dunque senza presentare possibili effetti collaterali. A disposizione per qualsiasi altra informazione, cari saluti
Dr. ssa Gilda Benevento. (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 693
Domanda: Salve gentile dottoressa, volevo esporle il mio problema che riguarda una cheilite desquamativa delle labbra che ho quasi risolto col prodotto rigenoma spray che ho miracolosamente scoperto grazie alle vostre risposte online dopo che la terapia prescritta dal dermatologo non era servita a niente. Ora le mie labbra sono all'apparenza come prima, non presentano più ragadi, non si desquamano, e l'infiammazione si è quasi cicatrizzata. Unico callo, le mie labbra sono molto secche e dure per via della terapia d'urto del rigenoma spray. Lei crede che utilizzando rigenoma crema le labbra possano riacquistare anche morbidezza ed idratazione? Saluti
Risposta: Gentile Sig. Orazio, l'applicazione di Rigenoma crema le consentir di risolvere il problema della secchezza conferendo tono e turgore alle sue labbra. Dopo Rigenoma spray che la terapia d'urto che ha consentito la rigenerazione dei tessuti, Rigenoma crema servir come mantenimento degli effetti di Rigenoma spray, ma contenendo acido ialuronico in elevate quantit consente al contempo di svolgere una efficace azione idratante con un'azione ammorbidente e rimpolpante dei tessuti. Applichi Rigenoma crema mattino e sera per quindici giorni sulle labbra e sul contorno, lasciando assorbire l'eccesso ed estenda un leggero velo su tutto il viso. Mi faccia sapere, a sua completa disposizione per qualsiasi altra informazione. Cari saluti, Dr. ssa Gilda Benevento. (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 694
Domanda: Buongiorno, ho 60 anni e soffro da due mesi di Vulvovaginosi da escherichia coli e enterococcus faecalis curate inutilmente con antibiotici, disinfettanti vari ecc,
Ora vorrei acquistare il vs Idrozoil, la crema Rigenoma e Vulvovagi , ma desidero sapere se sono adatti al mio tipo di problema e soprattutto come usarli e alternarli durante la terapia giornaliera. grazie fin da ora.
Risposta: Gentile utente,
i nostri prodotti sono particolarmente indicati per una terapia battericida senza l'utilizzo di farmaci che generano resistenza e quando non risolutivi, come nel suo caso, finiscono solo per aggravare la situazione. Ozoile diverso, funge da farmaco pur non essendolo. Libera Bioperossidi ad azione battericda, fungicida e virustatica che puntano al contempo a ripristinare le condizioni fisiologiche abbassando il pH e tramite la cessione di ossigeno, immediatamente disponibile, combattono l'ipossia che causa competizioni negative fra i ceppi normalmente presenti nella vagina, favorendo anche l'attacco di microrganismi non presenti normalmente, come nel suo caso. Utilizzi Idrozoil nel lavaggio intimo, Vulvovagi come terapia d'urto, due spruzzi due tre volte al giorno per 15 giorni, poi una volta al giorno per altri 15 giorni. Per lenire ed idratare la parte pi esterna le consiglio, dopo aver applicato internamente Vulvovagi, di applicare esternamente Rigenoma crema. A sua disposizione per qualsiasi altra informazione, cari saluti

Dr. ssa Gilda Benevento (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 695
Domanda: Salve.
Ho un problema al quadricipite femorale della coscia destra che non riesco a risolvere. Sono un po' di anni che subisco sempre lo stesso infortunio sempre nella stessa zona, ovvero uno stiramento. Dopo l'infortunio svolgo le necessarie sedute di terapia per poi riprendere gli allenamenti in modo graduale (gioco a calcio). Una volta guarito riprendo il normale allenamento con tutta la squadra ma poi dopo qualche mese mi ricapita la stessa cosa, ovvero ho nuovamente uno stiramento quando il muscolo va sotto sforzo con i tiri in porta. Così sono costretto a fermarmi di nuovo. Cosa posso fare?
Cordiali saluti.
Risposta: Gentile Mirko la prima cosa che dovrebbe fare se non l'ha gi fatta un'ecografia , senza un esame ecografico, risulta difficile fare delle diagnosi, l'unica cosa che pu essere successo, specialmente se ha utilizzato la tecar, e che la cicatrice che n scaturita non tenga e quindi dopo uno sforzo ripetuto nel tempo , il muscolo si riapra da qui il fastidio, faccia un'ecografia e poi mi posti il referto (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 696
Domanda: Gentile Dottore, sono sempre io, Mirko, il ragazzo con il problema al quadricipite femorale. Comunque si, è come dice lei, io per questo tipo di infortunio ho sempre utilizzato la tecar e se il problema è la cicatrice, come posso fare per renderla più elastica e non avere ricadute?
Intanto le posto il referto dell'ecografia: Lesione muscolare in fase avanzata di organizzazione a carico del terzo distale del retto femorale di 16x13 mm con alone infiammatorio perilesionale.
Attendo risposta. Grazie.
Cordiali saluti.
Risposta: Buongiorno Mirko, Il referto non dice molto, però ci dice che la cicatrice ancora non è completamente formata e i muscoli intorno alla lesione sono infiammati, prova a cambiare terapia, usa L'Ultra suono con sotto il dolaren+ il gel per elettromedicali nella porzione di 3 gel 1 dolaren, il manipolo deve essere con operatore, a casa metti il dolaren 3 volte al dì per 15 gg (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 697
Domanda: Salve,
ho 29 anni e pratico podismo al livello agonistico.
Da qualche giorno avverto un dolore al tendine d'Achille sx soprattutto a freddo, durante la corsa è meno intenso. Puo' essere utile applicare il gel vo3dol per velocizzare il recupero? Posso comunque continuare l'attività sportiva o è meglio che osservi un periodo di riposo?
Cordialmente
A. Marano
Risposta: Gentile Antonio, dovrei avere qualche indicazioni in più per poter azzardare un'ipotesi di diagnosi, ad es ha cambiato la calzatura che usa normalmente? La tendinite achillea, di solito insorge quando l'appoggio del piede subisce un cambiamento, quindi cerchi di ricordare se ha fatto un trail impegnativo, se ha cambiato scarpa ect, come terapia funziona bene L'Ultra suoni con mischiato il gel elettromedicale al dolaren, inoltre le consiglio di farsi applicare il kinesio taping per la tendinite achillea (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 698
Domanda: Salve,
in riferimento al quesito 697 rispondo ai suoi quesiti.
Non ho cambiato calzature ne' ho gareggiato negli ultimi 2 mesi.
Aggiungo, se puo' esserle d'aiuto che indosso i plantari e il dolore è insorto a seguito di un allenamento di fondo con condizioni atmosferiche avverse (pioggia, 4°C e indossavo pantaloncini corti).
Posso continuare ad allenarmi? Il dolore è maggiormente presente prima e dopo 2-3 h che è finito l'allenamento.
Se applico solo il dolaren ho dei benefici? A chi posso rivolgermi per l'applicazione dei kinesio taping?
La ringrazio anticipatamente.
Risposta: Buongiorno il discorso del plantare è sempre complicato, però io sono più propenso a pensare al disagio dovuto alle condizioni atmosferiche avverse, provi a sentire un fisioterapista per l'applicazione del kinesio, sopra al kinesio metta il dolaren tre volte al dì per 7 gg; faccia una prova: pizzichi con le dita la guaina del tendine achilleo e mi dica de avverte dolore (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 699
Domanda: Salve,
in riferimento al quesito 689, le comunico che avverto un po' di dolore.
Crede sia opportuno che mi sottoponga ad un esame ecografico?
Se continuo ad allenarmi posso peggiorare la situazione?
Risposta: Buongiorno io proverei a fare così: tolga il plantare e metta al suo posto una talloniera in gel che trova alla sanitaria, si faccia applicare il kinesio e sopra a questo cerotto metta il dolaren, la talloniera la deve mettere sempre anche nelle scarpe da passeggio, per 7 gg eviti di correre ma svolga le sue normali azioni (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 700
Domanda: Salve,
in riferimento al quesito 689, la informo che il dolore acuto è passato già dopo la prima applicazione di Dolaren. Ora sento un leggero risentimento solo quando scendo salgo le scale.
Nella serata di ieri, invece, avvertivo come qualcosa che si muovesse nella zona interessata dall'infortunio, spero di essermi spiegato.
Risposta: Buongiorno Antonio, meglio così se con dei piccoli accorgimenti e l'utilizzo del dolaren è riuscito a migliorare la situazione, mi tenga aggiornato, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 701
Domanda: Salve,
in riferimento al quesito 689, la informo che il dolore acuto è passato già dopo la prima applicazione di Dolaren. Ora sento un leggero risentimento solo quando scendo salgo le scale.
Nella serata di ieri, invece, avvertivo come qualcosa che si muovesse nella zona interessata dall'infortunio, spero di essermi spiegato.
Risposta: Buongiorno Antonio, meglio così se con dei piccoli accorgimenti e l'utilizzo del dolaren è riuscito a migliorare la situazione, mi tenga aggiornato, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 702
Domanda: gentile dottore sono la sig. suppa non riesco a trovare la risposta può darmi id.
grazie
Risposta: Per un mio errore la risposta non è stata inviata, la riscrivono:
La risposta che vi ha fornito l'ortopedico è discutibile, il SNA o vegetativo, meglio ancora viscerale, innerva i visceri e le ghiandole ovvero le funzioni che noi non possiamo comandare, le gambe non vengono innervate dal sistema neuro vegetativo, detto questo, può essere accaduto che nel suturare i vari piani muscolari, sia stato inglobato un nervo sensitivo, da qui il fastidio a livello cutaneo, per quanto riguarda il dolore bisognerebbe vedere se è interessata la bandelletta ileo- tibiale , avendo subito un trauma sul condilo femorale laterale, è molto probabile che si sia infiammata la borsa sierosa di questo tendine; proviamo a stare fermi per 15-20 gg e applicare il dolaren sulla faccia esterna del ginocchio e vediamo se migliora (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 703
Domanda: Buongiorno dottore sono arrivato al punto di scriverle perché oramai sono oltre 2 mesi che ho questo problema è che non riesco a risolvere. Ho 26 anni e Sono un corridore amatoriale da poco più di un anno e nel mese di settembre ho effettuato anche qualche gara. Dopo 4 gare mi ritrovo ad avere il seguente problema. Ho un dolore non fisso ma che si presenta solo con alcuni movimenti tra la zona sotto gli addominali fascia pubica per intenderci e interno coscia quando o mi alzo dal letto come se volessi fare addominali o quando tossico o starnutisco. Sono state escluse ernie ho fatto un ecografia dalla quale si parla di stiramento ma l'ecografia non è stata effettuata anche interno coscia quindi il risultato no mi convince anche perché il dolore non è ben radicalizzato nel senso toccandomi non mi fa male ma solo tipo se stringo la gamba destra verso l'interno mi fa male interno coscia se invece tossico o starnutisco o mi alzo dal letto mi mi tira la zona inguinale. Sono stato da 2 ortopedici che mi hanno diagnosticato una pubalgia il primo mi ha prescritto sedute di laser con esito negativo il secondo mi ha prescritto le tecar ovviamente mi ritrovo all'ottava seduta ma senza miglioramento. Ieri ho acquistato Doloren come ultima spiaggia ma sono un po' scettico nel utilizzarla magari facesse il miracolo. Economicamente sto spendendo tanto ma con scarsi risultati. Dopo le sedute di tecar riandrò dall ortopedico ma secondo me neanche lui ha capito bene cosa ho. Lo so che è difficile fare diagnosi dietro un computer però gradirei un suo consiglio. Mi crede sono disperato
Risposta: Buongiorno Francesco, confermo che si tratta di pubalgia retto addominale, essendo una contrattura muscolare, io le curo così: sedute di ultrasuoni con sotto , mischiato al gel per elettromedicali, il dolaren, borsa dell'acqua calda mattina e sera e subito dopo il dolaren, dopo 7 gg di terapia, si faccia mettere il kinesio taping per la pubalgia retto addominale e con i nastri applicati faccia degli allunghi, mi raccomando sempre a muscolo caldo, poi mi fa sapere. Prenda anche del miorilassante per bocca per 5gg (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 704
Domanda: Buongiorno Dottore, mi è stato diagnosticato una epicondilite gomito dx e una epitrocleite dx, e per finire un leggero tunnel carpale. Ho soprattutto dolore al polso esterno e alle 3 dita. Vorrei sapere che tipo di pomata posso utilizzare, e se potro' ottenere qualche miglioramento. Grazie x una eventuale risposta.
Risposta: Gentile sig Giuseppe, già di per sé l'epitrocleite è noiosa a curarsi perché l'unico sistema sarebbe il riposo assoluto del braccio, se inoltre si aggiunge l'epicondilite e il tunnel carpale, abbiamo un quadro abbastanza complicato, io posso consigliare l'utilizzo di un tutore per il polso e l'applicazione del kinesio taiping, sopra a questi nastri metta il gel dolaren tre volte al dì; questo come terapia locale, per via OS faccia un ciclo di antinfiammatori meglio ancora 3-4 gg di cortisone e nel limite del possibile tenga l'arto in riposo e legato al collo. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 705
Domanda: Dottore grazie mille per la sua disponibilità e profesisonalita. Poiché devo ancora finire le tecar e avendo acquistato Doloren, posso secondo lei utilizzare il Doloren senza gli ultrasuoni? Da ieri la sto mettendo per 3 volte al giorno. Lavoro fuori e non saprei dove rivolgermi anche se vedo che il vostro centro si trova a telese non distante dalla mia citta. Insomma volendo per adesso non spendere altri soldi l'utilizzo del solo dolaren potrebbe aiutarmi ? La ringrazio vivamente. Mi scusi per il disturbo
Risposta: Gentile Francesco, l'importante e de contrarre i muscoli l'US è un mezzo, usi pure la borsa dell'acqua calda, invece io le consiglio di non insistere con la diatermia da contatto. (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.