L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 571
Domanda: Egr. dott. Roberto Castelli

Intanto La ringrazio della Sua gentile risposta, poi la informo che nel pomeriggio ritirero'in farmacia il Doloren per quanto riguarda le foto della mia ecografia Lei dovrebbe essere cosi'gentile da fornitmi la Sue e-mail privata altrimenti mi riesce difficile inviarle lefoto che gia'ho scattato. grazie

Cordiali saluti
Riccardo Aiolfi
Risposta: ok (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 572
Domanda: Salve dottore sono Andrea e gioco a calcio. Circa a inizio dicembre mentre facevo un allungo ho sentito come un crampo dietro la coscia sinistra (flessore) dopo due giorni ho effettuato un ecografia co esito negativo, dopo alcuni giorni di riposo ho ripreso gli allenamenti ma il fastidio era rimasto. Sono stato ariposo durante il periodo natalizio (circa due settimane)ma il fastidio era sempre presente, solo un leggero miglioramento. Ho effettuato quindi il 13 gennaio una risonanza con questo esito: A livello della giunzione miotendinea distale del capo lungo del bicipite femorale, riscontro di soffusa area iperintensa in T2 come per lesione distrattiva parziale. Modico versamento perilesionale. Non altro di rilievo. Ora sono due settimane che sono a riposo e facendo tecar e non avverto nessun fastidio, cosa mi consiglia? Tempi di recupero cosiderando gia le due settimane di stop? Grazie mille
Risposta: Gentile Andrea il suo un piccolo strappo muscolare di I grado cio con poche miofibrille interessate. io posso dirti come curo queste lesioni: utilizzo lultrasuoni con sotto il manipolo il dolaren. se hai gatto terapia con la diatermia da contatto o tecar, dovresti essere pronto, ricordati una cosa: la tecar nasce per curare lesioni importanti in atletico professionisti con una muscolatura importante, nel tuo caso forse sarebbe stato meglio usare il laser in biostimolazione o l'ultrasuono che sono meno invasivi. Cos rischi che il muscolo trattato si accorci per difendersi dalla tecar. Quindi se senti il muscoloso un po impastato stai tranquillo, scaldati bene e fai gli allungamenti prima dell'allenamento (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 573
Domanda: Egr. dott. De Castelli
La ringrazio ancoradella Sua risposta ma che si e'limitata ad ok senza l'indirizzo della Sua mail x poterle inviare le foto della mia ecografia. Comunque applico dolaren da venerdi sera e dopo l'ttesa irradiazione del dolore da ieri sera si comincia a percepire l'azione riparatrice del prodotto. Certo che il problema delle calcificazioni resta e con il Suo autorevole consiglio devo decidere sa tecnica usare x distruggerle. A risentirci.
Riccardo Aiolfi
Risposta: Buona sera sig Aiolfi, le avevo scritto sulla sua posta ad ogni modo pu mandare il materiale che mi vuol far visionare all'indirizzo email: collaboratori. erbagil@gmail. com. carissimi saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 574
Domanda: modi d'uso di banival. Per l'applicazione giornaliera una o due volte? preferibile la sera per la notte per rilascio pi durevole in termini di ore. grazie
Risposta: Gent. ssimo,
applichi Banival due volte al giorno: al mattino e alla sera previa detersione con il nostro detergente vo3 Intimo. (Dott. Michele Bonaccorso)
ID Quesito:
 575
Domanda: Volevo sapere se Rigenoma spray ha indicazione nelle crisiS emorroidarie acute su croniche, soprattutto dopo le fasi di evacuazione. grazie dell attenzione
Risposta: Gent. ssimo a,
il Rigenoma spray il prodotto indicato per il suo caso.
Le consiglio di spruzzare il Rigenoma spray sulla zona interessata ripetendo l'operazione mattina e sera per almeno 5 giorni. Successivamente le consiglio di continuare la terapia con il Rigenoma crema fino alla regressione della sintomatologia. (Dr. Michele Selvaggio)
ID Quesito:
 576
Domanda: Buon giorno Dott. DeCastelli

Io ieri Le ho inviato a collaboratori. erbagil@gmail. com la mail con l'eco non gliela hanno girata o semplicemente non ha potuto consultarla? E'solo x sapere se la devo rispedire grazie.
Cordiali saluti
Riccardo
Risposta: (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 577
Domanda: Buonasera Dottore, sono una infermiera e lavoro in un reparto di geriatria al Sant'Orsola di Bologna e soffro di discopatia lombare precisamente in seguito a una RM fatta recentemente il referto dice: rachide in lieve scoliosi destroconvessa a medio largo raggio. In L1L2 aspetti degenerativi del disco con bulging di lieve entita'. In L2L3modesto bulging circonferenziale un po piu'evidente sul versante sinistro. In L3L4 non evidenti compressioni discali. In L4L5modesto bulging discale paramediano sinistro. In L5S1piccolo prolasso mediano sottolegamentoso lievemente espulso in sede centrale a stretto raggio di curvatura che impronta lievemente il sacco durale in sede mediana. Non stenosi del canale n alterazioni di segnale apprezzabile del cono midollare e della cauda. Vorrei chiedere in questo caso a chi mi potrei rivolgere per una terapia mirata dato che ho dei dolori lancinanti che partono da dietro la schiena sul lato sinistro e scendono nell'anca e coscia fino a sotto il ginocchio che mi impediscono anche di camminare e spesso devo stare a casa in malattia riposo e prendere un sacco di antiinfiammatori sia per via orale sia IM e non so pi cosa fare per risolvere questo problema una volta per sempre. L'anno scorso dopo un ciclo di fisioterapia fatto a maggio con laser ginnastica posturale in palestra e infiltrazioni locali con Brexivel sono stata meglio fino a novembre da quando finora ho dei forti dolori e non ne esco pi. Vorrei capire anche se il prodotto VO3DOL mi potrebbe aiutare. In attesa di una sua risposta La ringrazio . Cordiali saluti
Risposta: buongiorno sig Anda, ha fatto bene a specificare la sua mansione e a mio avviso sarebbe opportuno che quanto prima si facesse spostare in altro reparto se vuole evitare ulteriori danni al rachide, in merito alla sua risonanza, si evidenziano diverse ernie a livello lombare, quella che le crea pi problemi la L5-S1 che va a pizzicare a radice del nervo ischiatico, da qui la sintomatologia denominata lombo sciatalgia. Lavorando gi in ambiente sanitario, le consiglio di sentire chi pratica 'ozonoterapia, almeno per cercare di intervenire sulla L5-S1, il dolaren lo pu usare tranquillamente provi ad applicarlo mattina e sera sul fondo schiena per 15 giorni e vediamo se riesce a sfiammare un po la zona e a rilassare a muscolatura lombare. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 578
Domanda: Buongiorno dott. D'Ambrosio,

le scrivo per porle un interrogativo che mi sta assillando da giorni :
io e mio marito siamo alla ricerca di un bambino, ma visto che io ho spesso vaginiti da candida e o batteri che trasmetto anche a lui , stiamo utilizzando entrambe il Rigenoma Spry prima e dopo ogni rapporto non protetto; le chiedo se il rigenoma ha controindicazioni al riguardo e cio se distrugge gli spermatozoi o se ne compromette la struttura del DNA, o se ha controindicazioni in e durante la ricerca di una gravidanza.

La ringrazio e la saluto cordialmente.
Risposta: Gent. ssima,
il prodotto non ha controindicazioni, non compromette la struttura del dna ed essendo una sostanza lubrificante pu essere di aiuto nella vostra situazione.
Inoltre, Ozoile, l'ingrediente principale , essendo un donatore di ossigeno riequilibria la flora microbica vaginale. (Dott. Antonio D'Ambrosio)
ID Quesito:
 579
Domanda: uso vo3 intimo. per 2 volte la farmacia mi ha venduto il prodotto molto liquido rispetto al suo standard normale, che e' denso.
cio' e' normale ho, mi hanno dato due confezioni alterate? l'odore era uguale
Risposta: Gentilissimo cliente,
grazie per aver scelto il prodotto VO3 intimo.
Variazioni di viscosit (densit) si possono verificare durante la preparazione del prodotto.
La viscosit non incide sulla efficacia del prodotto.
Lo usi tranquillamente. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 580
Domanda: Buongiorno, da settembre scorso soffro di infiammazione al tendine di Achille sinistro. Da ecografia e radiografia eseguite sempre in settembre risultavano calcificazioni nella zona inserzionale con il tallone. Eseguite terapie laser senza successo oltre a Dolaren per qualche settimana sono passato a due cicli di onde d'urto sulla regione, il primo dei quali purtroppo a mio avviso eseguito male dall'operatore nel senso che invece di muovere lo strumento e regolare la potenza in modo che fosse appena dolorosa la seduta ha mantenuto fisso l'apparecchio sul tallone con una potenza un po' troppo elevata. In ogni caso a fine gennaio trascorsi un mese e mezzo dalla seconda il dolore nella zona inserzionale sembra passato e rimane invece e non vuole passare il dolore che a questo punto spostato nella parte del tendine pi alta, sopra il tallone 'dove si vede' e nella parte iniziale del polpaccio. Da tre settimane circa ho ripreso a mettere Dolaren due volte al giorno, ho provato quattro sedute di fotobiostimolazione che mi avevano detto di provare, qualche applicazione di taping, ma senza successo. Le volevo chiedere cosa mi consiglia a questo punto, ultrasuoni a mano con Dolaren, ultrasuoni in acqua, tecar, . . . E in merito agli esami suggerisce di eseguire una nuova ecografia o passare ad una risonanza magnetica, se possono essere utili a suo avviso o si tratta in modo evidente ancora di infiammazione? Ringrazio e saluto, Marco.
Risposta: gentile Marco, io farei una nuova ecografia giusto per capire se nella zona da lei descritta c' una lesione, io sono pi propenso ad una tenosinovite, in tal caso, un ciclo di antinfiammatori, dovrebbe risolvere il problema, magari, utilizzi una talloniera nelle scarpe in modo da far affaticare meno il tendine achilleo, quando ha il referto me lo posti cos guardiamo insieme come procedere, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 581
Domanda: Ho da circa tre mesi un dolore al braccio sx poich pratico un po di pesi in palestra. Visto che il dolore continuava a persistere e le terapie effettuate dal fisioterapia non hanno prodotto nulla ho eseguito una ecografia ad entrambe le braccia: esito dell esame ecografico(
Lo studio ecografico della spalla bilateralmente ho documentato modeste alterazioni degenerative a carico del tendine del sovraspinoso con presenza di puntiformi immagini iperecogene intratendinee a sinistra come per fibrocalcificazioni ma senza chiare lesioni di continuit evidenziabili con la metodica. irregolarita del profilo osseo in corrispondenza del trochite omerale bilaterale. Sottilissima falda fluida nella borsa subacromin deltoidea destra. Sottilissima falda fluida nella guaina del tendine capolungo del bicipite brachiale a sin comunque appare normodelineato bilateralmente. Iniziale artropatia degenerativa degenerativa acromion claveare bilaterale.
Risposta: gentile roberto, il problema e che lei ha caricato eccessivamente e per lungo tempo le spalle alzando quantit eccessive di pesi, il referto evidenzia una sofferenza del tendine del sovraspinato con presenza di calcificazioni, e l'articolazione acromion-claveare usurata e infiammata. per le calcificazioni, pu provare a fare un ciclo di onde d'urto, per l'articolazione potrebbe provare ad applicare sulla faccia anteriore della spalla, il dolaren , mattina e sera per 21gg, meglio sarebbe se potesse farsi applicare il kinesio taping sulla zona dell'acromion e sopra il dolaren, intanto faccia le onde d'urto e stia a riposo, e anche quando rinizier l'attivit, deve fare meno carichi. saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 582
Domanda: Dottore la ricontattato per dirle che ho acquistato la pomata emulgel dolaren formato 100, sono circa tre giorni che 'applico sulla parte infiammata e dolorante mi sembra che il dolore si sia accentuato di pi normale. Cordiali saluti Roberto.
Risposta: Gentile Roberto possibile che alle prime applicazioni si avverta del fastidio, questo dovuto ai principi attivi presenti nel dolaren, se alla 3 applicazione dovesse continuare ad avvertire il fastidio, non applichi pi il prodotto, ma nella zona trattata ha eritemi? Mi faccia sapere (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 583
Domanda: Dottor De Castelli non ho eritemi sulla zona trattata mi aspettavo solo che dopo alcuni giorni i dolori iniziassero ad affievolirsi, comunque continuo per gg. 21 come mi ha detto ed oggi inizio con il primo K. T. con sopra il dolaren, speriamo bene. Grazie di tutto Roberto.
Risposta: Buongiorno Roberto, mi tenga informato su come si evolve la terapia intrapresa, saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 584
Domanda: Buongiorno dottore, mi ricollego al post 580 sul problema al mio tendine d'Achille sinistro. Ho eseguito la RNM consigliata e le riporto il referto: Lo studio del tendine di Achille evidenzia minime alterazioni strutturali centro-tendinee senza particolari ispessimenti del tendine medesimo. In sede di inserzione calcaneare, sul profilo laterale del calcagno, si evidenzia area di riassorbimento subcondrale di aspetto similcistico di circa 8 mm di diametro massimo compatibile con piccola focalit erosiva da entesopatia. Niente altro di rilevante da segnalare . Le riporto il tecnico terminato l'esame mi aveva detto secondo lui poteva esserci una lesione al tendine, ma nel referto non mi sembra di leggerlo o sbaglio? Stando a queste considerazioni lei cosa mi consiglia? Io intanto continuo a mettere Dolaren due volte al giorno che male non fa. Grazie, Marco.
Risposta: Gentile Marco cosa intende il radiologo quando parla di lievi alterazioni strutturali? Uno stiramento, una piccola distrazione o strappo ? Dal referto si esclude l'infiammazione quindi il dolaren mi sembra il giusto rimedio. per quanto riguarda la simil ciste penso che non influisca sul suo problema. Proviamo con il dolaren e il riposo per 15gg e poich rinizi gli allenamenti con il kinesio e una talloniera in maniera da sforzare il meno possibile il tendine. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 585
Domanda: Buonasera Dottore,

da circa 40 giorni ho un tolore al petto (quasi come aver preso una botta sulla bocca dello stomaco), soprattutto quando sono seduto (quando sono coricato, non sento niente), sono andato dal mio medico e mi ha detto che un dolore intercostale e che avrei dovuto prendere una compressa di Seractil ogni mattina per 7 giorni.

Dopo questi 7 giorni, sono tornato da lui in quanto il dolore non era completamente passato; mi ha detto di prendere 2 compresse di Seractil (mattina e sera) per 15 giorni. Mi ha inoltre detto che, a causa di questo clima, difficilmente andr via brevemente e che potr durare dai 6 ai 12 mesi.

La situazione sembrerebbe essere migliorata, diciamo che per 5-6 non sento niente, mentre per 1-2 giorio sento dolore. Le chiedo un'altra cosa, normale che, col Seractil, senta una sensazione di stanchezza, soprattutto alle gambe? o non centra niente?

Grazie

Buona Serata
Risposta: buongiorno sig Nicola, il seractil non altro che ibuprofene, un modesto antinfiammatorio senza grandi controindicazioni, spesso questi dolori muscolari dipendono dai repentini cambiamenti climatici, volgarmente si chiamano frescate. Provi a fare questo test: porti il braccio sopra alla testa e con le dita dell'altra mano passi tra i muscoli intercostali e mi dica se sente fastidio. Il dosaggio del seractil che gli ha consigliato il suo medico corretto, la miostenia non dovrebbe dipendere dal farmaco, per forse ottiene migliori risultati applicando direttamente sul costato il dolaren, tre volte al giorno per 10gg. (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.