L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 481
Domanda: Buongiorno, vorrei un consiglio su quale prodotto usare a seguito di una lussazione alla spalla. Da alcune ricerche noto che consigliata dolaren gel. Ho appena inziato la fisioterapia dopo 30 giorni di riposo con tutore. Ringrazio anticipatamente. Vittorio
Risposta: Gentile sig Vittorio, la lussazione di per se non richiede l'applicazione di prodotti, se un fatto isolato causato da un trauma, sufficiente ridurla e portare per 21-28gg un tutore, nel caso si ripetesse l'episodio pu essere utile l'applicazione del kinesio taping, se poi una volta ridotta la lussazione, le rimane del dolore muscolare-tendineo, pu benissimo applicare 3 volte al d per 15 gg il nostro dolaren, che sulla muscolatura ha una duplice azione, sfiammante e decontratturante, lo applichi con leggero massaggio fino ad assorbimento del prodotto. Le ricordo che il dolaren pu essere usato anche sotto ultrasuono con ottimi risultati e che lo pu applicare tranquillamente anche nella stagione estiva perch non contiene sostanze foto sensibilizzanti. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 482
Domanda: Buongiorno Dottor De Castelli,
Ho di recente provato il Dolaren per trattare una tendinite e mi sono trovato bene. Il motivo per cui oggi Le scrivo pero' e' un altro. Vorrei se possibile ricevere rassicurazioni circa l'assunzione del prodotto Genacol.
Essendo collagene idrolizzato di origine bovina, e volendolo usare a scopo salutistico, gradirei sincerarmi se posso assumerlo con la dovuta tranquillita, qualora ne abbia avuto esperienza Lei, o i suoi pazienti.
Il sito genacol. it sostiene sia sicuro, ma mi fiderei di piu di un'opinione autorevole e disinteressata come la Sua.

Distinti saluti
Giuliano Ficorella
Risposta: Gentile sig Giuliano, come ho gi avuto modo di dire, questi prodotti da un punto di vista medico sportivo e fisioterapico non hanno nessun senso, sono prodotti salutistici che lasciano il tempo che trovano, il prodotto della Genacol, un prodotto molto conosciuto ed apprezzato, immagino e spero che il collagene che usano sia certificato, di pi difficile sapere, l'unica cosa che mi sento di dirle, non faccia grossi acquisti, prima guardi come reagisce il suo organismo a questa sostanza. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 483
Domanda: Buongiorno, mi chiedevo quali differenze ci fossero tra RIGENOMA crema e spray per la cura di arrossamenti della pelle in genere (sul viso, sul tronco, sulle braccia, . . . ) e per una tigna pedis (piede d'atleta) che si ripresenta puntualmente tra le ultime dita del piede sinistro anche dopo essere stata 'curata' diverse volte e per mesi con il bifonazolo. Magari una forma va meglio per alcune patologie piuttosto che la seconda per altre. E inoltre la posologia per una corretta applicazione. Ringrazio e saluto, Marco.
Risposta: Gent. ssima,
il Rigenoma spray un oleolita, Il Rigenoma crema un emulsione(crema). Entrambi favoriscono una rapida e corretta rigenerazione cutanea, agiscono sull'infiammazione, sul rossore e sul senso di prurito. Rigenoma spray a base di Olio Ozonizzato, componente principale, Vitamina E e Melaleuca alternifolia oil ha principalmente un'azione antinfiammatoria, disarossante, battericida, fungicida e virustatica in pi i metaboliti dell'ozono imbrigliati nell'olio d'oliva favoriscono una corretta cicatrizzazione. Rigenoma crema oltre ad essere a base di olio ozonizzato ricca in acido ialuronico e collagene che agiscono sulla riepitelizzazione, favoriscono l'idratazione e il ripristino del turgore cutaneo. La presenza di estratti di piante ad azione lenitiva e decongestionante agisce poi sul rossore e sul senso di fastidioso prurito, potenziano lazione antinfiammatoria, lenitiva, vasoprotettrice degli Ozonidi. E Consigliato utilizzare in associazione al Rigenoma Spray (indicato per la terapia di attacco), il Rigenoma Crema( in fase di mantenimento). I prodotti non presentano controindicazioni, possono essere applicati pi volte al giorno a seconda della necessit. Se si sceglie di associare a Rigenoma Crema anche Rigenoma Spray, consiglio di applicare prima Rigenoma spray e dopo pochi minuti, ad assorbimento completato, Rigenoma crema. Per quanto riguarda il trattamento della tinea pedis si consiglia di effettuare 3 cicli di 14gg con il Rigenoma spray interrompendo ogni ciclo per 7 gg; continui la fase di mantenimento con il Rigenoma crema. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 484
Domanda: Buona sera dottor De castelli, mi chiamo Maurizio, ho 42 anni, ho sempre praticato arti marziali, da pochi mesi vado a correre e ho avuto problemi al ginocchio. Ho fatto una RM la quale indica una manifestazione di artrosi-femoro-rotulea ed iniziale artrosi femoro-tibiale interna. ipertrofia della tuberosita' tibiale anteriore, con presenza di piccolo nucleo di ossificazione isolato che potrebbe riferirsi ad esiti di Osgood-Schlatter. Corpo adiposo di Hoffa omogeneo. Presenza di formazione cistica plurisepimentata tipo Baker variet retro femorale profonda presentante diametro craniocaudale di cm6 e diametri trasversi di cm 3, 52 circa. Potrebbe darmi un consiglio per questa patologia e se secondo il suo parere posso continuare a correre. Grazie e buona serata
Risposta: Buon giorno sig Maurizio, a prescindere dai fenomeni artrosici descritti nel referto, il suo problema deriva sicuramente dalla voluminosa cisti di Baker, ma sicuro che la misura delle dimensioni sia in cm? mi sembra molto voluminosa, la ciste di Baker in stretto contatto con le patologie del ginocchio, quando si ha un'infiammazione del ginocchio, spesso si forma questa ciste che contiene liquido sinoviale, se le dimensioni che lei mi ha scritto sono corrette, deve assolutamente svuotarla perch cos le comprime i linfonodi poplitei e le crea fastidio e crampi, se invece come spero, le misure sono in mm, il suo fastidio dovuto ai fenomeni artrosici in corso e in questo caso, se vuole continuare a correre , la meglio sarebbe fare delle iniezioni di acido jaluronico, in maniera da ripristinare la normale funzionalit delle cartilagini. Poi si corre anche senza menisco e con i legamenti stirati, ma sicuramente se non protegge le cartilagini articolari, tutte le volte che corre il ginocchio soffre e si infiamma. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 485
Domanda: Buona sera dottor Decastelli, innanzitutto
volevo ringraziarla per la sua risposta
Le confermo quanto indicato nel referto
della RM. La misura della ciste in cm.
Qiundi ascolter il suo consiglio.
Colgo l'occasione per dire che nel ultima parte del referto, era indicato:
Mantenuta la continuit dei legamenti crociati ant. e post. nei limiti il reperto dei menischi.
Tendine quadricipite femorale regolare. Ispessimento tendinoso del rotuleo di lieve entit.
Regolare la rappresentazione dei legamenti collaterali.
Non lo avevo indicato in quanto non mi sembrava importante.
Comunque lascio a lei la conclusione.
La ringrazio vivamente. Maurizio
Risposta: buon giorno sig Maurizio, ha fatto bene a postare tutto il referto, come ha detto lei non c' nulla di clinicamente rilevante, rimane valido quello che le ho detto precedentemente, una ciste cos voluminosa va svuotata e se si dovesse riformare del liquido forse conviene intervenire e rimuoverla definitivamente. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 486
Domanda: Egregio dott. De Castelli sono un podista le ho scritto tempo fa per un dolore tibiale risolto anche grazie al dolaren che uso da tempo, e lei puntualmente mi ha risposto con molta gentilezza. . . Ora le scrivo per un problema sul dorso del piede destro . Circa un mese fa durante un allenamento di 16 km ho avvertito questo dolore e terminato l'allenamento a casa il piede si e' gonfiato e il giorno dopo solo nel camminare avvertivo dolore. Sono andato ad un centro di medicina dello sport e mi hanno fatto una ecografia alla quale non si evince nulla di rilevante i tendini sono integri . Il centro mi ha fatto fare anche una radiografia per vedere se ci fosse una microfrattura da stress con esito negativo. Premetto che il piede e' ancora gonfio ma qualche giorno fa ho provato a correre dopo un mese di stop ma niente ancora il piede mi fa male anche se rispetto a prima va un po meglio . . . Sto riapplicando il dolaren dopo un breve stop in quanto il medico sportivo mi aveva detto di applicare Ghiaccio e pomata all'arnica ( il ghiaccio va bene ma questa pomata all'arnica non mi ha fatto nulla. . . )Le volevo chiedere un suo parere circa le tendiniti se si vedono sempre sulle ecografie, e di che cosa eventulamente posso soffrire , anche se credo che fin quando il piede rimane gonfio la patologia non andra' via! Aspetto una sua risposta , La ringrazio Dottore.
Risposta: Buon giorno sig Vincenzo, le cause dell'edema del dorso del piede sono molteplici, spesso derivano da tenosinoviti causate da una allacciatura troppo stretta della calzatura; sul dorso del piede, ci sono 3 guaine che servono per far scorrere agevolmente il tendine del muscolo tibiale anteriore, degli estensori delle dita e dell'estensore dell'alluce, se queste guaine vengono strizzate oltremodo, si infiammano e si riempiono di liquido sinoviale, da qui l'edema che poi attivando i pressocettori nervosi, scatenano l'algia o dolore. Nel podista una problematica abbastanza ricorrente, la soluzione sta nel togliere quanto prima l'edema, tolto quello il problema risolto. Se ha modo si faccia applicare il kinesio taping a doppio ventaglio pressione zero, se le possibile porti delle calzature morbide senza lacci e ancora meglio sarebbe recarsi al mare e mettersi sulla battigia con le gambe in acqua, cammini indossando calzature comode e a fine camminata applichi del ghiaccio, il dolaren lo pu usare tranquillamente 3 volte al d con lieve massaggio. Se anche con questi accorgimenti non passa, le consiglio di fare un po di ultrasuono ad immersione o del laser i. r. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 487
Domanda: Salve, torno di nuovo per porle alcune domande riguardanti l'integrazione sportiva per un bodybuilder. In questo stesso anno il mio medico mi ha prescritto delle analisi del sangue quali: Proteine Totali, Elettroforesi Proteica, Es. completo Urine, Colesterolo Totale, Glicemia, Trigliceridi, Creatinina, Colesterolo HDL. Le stesse analisi sono risultate perfette e soltanto COLESTEROLO TOTALE e TRIGLICERIDI hanno avuto valori rispettivamente pari a 220 e 185. A tal proposito dovrei seguire uno schema di integrazione con alcuni prodotti e tutti dello stesso marchio FRILIVER SPORT:

COLAZIONE:
1 gr. di Vitamina C e 1 gr. di Multivitaminico

PRANZO: 2 gr. di Creatina (bustine) prodotto Sandoz

PRIMA DELL'ALLENAMENTO:

1 gr. Vitamina C e 1 gr. di Multivitaminico e
2 bustine di Aminoacidi Ramificati

DURANTE L'ALLENAMENTO:

3 gr. di Glutammina (bustine)

DOPO L'ALLENAMENTO:

3 gr. di Glutammina (bustine)
e 2 bustine di Aminoacidi Ramificati

Tutti i prodotti FRILIVER dovrebbero essere abbastanza sicuri per la salute.
Dovrebbe rassicurarmi e garantirmi visti i risultati delle mie analisi, certezza sulla loro assunzione. Poich anche lei s bene che un bodybuilder pu andare incontro ad infortuni muscolari di varia natura, ho pensato che seguendo costantemente questo schema, potrei durante e dopo l'allenamento non incorrere a tali infortuni. Se l'assunzione di questi prodotti dovesse arrecarmi qualche problema, mi potrebbe consigliare dei prodotti FRILIVER nello specifico?
Grazie per tutte le risposte ricevute e poich lei una persona all'altezza delle mie domande io le porgo i miei pi distinti saluti. Grazie ancora.
Risposta: gentile sig Claudio, i valori delle analisi che mi ha postato non presentano criticit, forse il colesterolo un po alto, ma nulla di importante, l'integrazione della friliver buona e di ottima qualit, io stesso in taluni casi me ne sono servito. Le bustine di aminoacidi ramificati non so da quanti grammi sono , per difficile andare in surplus, quindi stia tranquillo adotti lo schema che meglio le si addice. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 488
Domanda: Buongiorno , volevo sapere se vol3dol e Dolaren 50 sono lo stesso prodotto. Mi hanno prescritto una crema che si chiama Edon per un indurimento muscolare al gemello del polpaccio, mi chiedo se il vs prodotto puo' essere un alternativa migliore o piu' efficace . Grazie - saluti -
Risposta: Gentile utente, la crema edon non la conosco e anche su internet non sono riuscito a trovare la scheda tecnica quindi non ne conosco la composizione, il dolaren, molto indicato nelle contratture muscolari in quanto contiene l' ozono medicale e l'enzima bromelina oltre a piante ad azione sfiammante, nelle contratture pi difficile a togliersi, pu usare il dolaren anche sotto ultrasuoni, mischiato al gel per ultrasuoni, applichi pure il dolaren 3volte al d per 7giorni con leggero massaggio (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 489
Domanda: Buongiorno,
vorrei sapere se la crema Regenoma pu essere usata per il contorno occhi. La pelle di questa zona molto disidrata e segnata rispetto alle altre zone del viso.
La ringrazio
Risposta: Gentile utente, Rigenoma crema pu tranquillamente essere utilizzata per il contorno degli occhi non contenendo profumi e sostanze che potrebbero causare fenomeni allergici o di sensibilizzazione. Inoltre i Bioprossidi da Ozoile svolgono una azione di contrasto dei radicali liberi, gli Ozonidi apportano ossigeno immediatamente disponibile che riattiva le cellule e l'acido jaluronico ha una azione idratante rimpolpante. Mi faccia sapere come si trova utilizzando il prodotto. Resto a sua disposizione per qualsiasi informazione. Cari saluti dr. ssa Gilda Benevento. (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 490
Domanda: Egregio Dott. De Castelli, mi chiamo Cosimo , ho 21 anni, e ho un'EPICONDILITE. Premetto che il dolore l'ho avvertito oggi stesso quindi penso che l'epicondilite sia ancora allo stadio iniziale. . . sono intenzionato ad usare la VO3DOL, associata ad impacchi di ghiaccio per due volte al d! volevo solo sapere se occorre , oltre al ghiaccio, la vo3dol e il riposo, prendere anche dei FANS oppure no? La ringrazio per la disponibilit! cordiali saluti!
Risposta: Gentile Sig Cosimo, l'emulgel dolaren (questo il nuovo nome del vo3dol) va benissimo per l'epicondilite in fase acuta come la crioterapia o ghiaccio, l'unica avvertenza di applicare il ghiaccio almeno 2 ore dopo l'applicazione del dolaren, viceversa, l 'assorbimento del prodotto avverr in maniera ridotta a causa della vasocostrizione causata dal ghiaccio, l'uso degli antinfiammatori per OS dipende dalla gravit dell'infiammazione, provi con il dolaren per 7gg se non risolve associ tranquillamente un'antinfiammatorio tipo brufen che meglio tollerato dallo stomaco (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 491
Domanda: . ho eseguito ecografia spalla sx e nel referto leggo ''disomogenea ipoecogenicita del tendine del sovraspinoso e del sottoscapolare, assotiliato al III prossimale per un tratto di 10 mm come da lesione parziale. calciF entesopatiche (
Risposta: come c' scritto nel referto uno stiramento del tendine del sovraspinoso e del sottoscapolare, una buona terapia l'applicaione del dolaren messo sotto ultrasuoni al posto del gel per elettromedicali, con 7 applicazioni di U. S. fatte una volta al d, pi due applicazioni fatte mattina e sera per 15 giorni come crema, dovrebbe risolvere facilmente, il dolaren , grazie alla sua composizione, promuove in maniera marcata la cicatrizzazione dei tessuti molli. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 492
Domanda: Salve dottore, io gioco a calcio, ora tramite ecografia mi stata diagnosticata una tendinopatia inserzionale all adduttore destro, ora mi f male anche un p il pube. Mi hanno consigliato laser e tecar. Lei cosa mi consiglia? Il dolaren potrebbe aiutarmi? ? Grazie mille
Risposta: il laser pu esserti utile mentre la diatermia da contatto o tecar meglio lasciar perdere, io nella mia esperienza clinica utilizzo l'ultrasuono con sotto il dolaren che ha una forte azione decontratturante e sfiammante, poi, una volta sfiammato il tendine, devi fare degli esercizi di allungamento per gli adduttori, quando il dolore sparito, inizia a correre con le scarpe da ginnastica e senza cambi di direzione poi piano piano inizi anche a fare i cambi di direzione ma non aver fretta, da un punto di vista posturale come sei messo, appoggi bene i piedi o hai dei problemi tipo vesciche o unghie incarnite? molto importante che tu sia in asse. saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 493
Domanda: Buongiorno. Sto per partire per un viaggio che mi porter nella foresta amazzonica per un periodo e cercando info su un disinfettante cutaneo da portare con me, ho trovato il vostro Rigenoma Spray. Da sempre la mia pelle risulta ipersensibile alla punture di insetti, spesso mi vengono vesciche con siero pi o meno grandi che tendono ad infettarsi. Pensate che il vostro prodotto possa aiutarmi a curarle e a rigenerare pi facilmente la pelle?
Grazie. Cordiali saluti
Sara
Risposta: Gent. ssima,
certamente pu portare con s il Rigenoma spray. Il prodotto non ha azione repellente ma efficacissimo dopo il morso degli insetti per la sua azione immunomodulante. Infatti gli ozonidi stimolano la produzione di enzimi catabolici degradando istamina e serotonina responsabili del rossore e del prurito. I bioperossidi hanno unazione disinfettante. Il prodotto ha, dunque, azione disarrosante, microcida, virustatica.
Numerose testimonianze ci confermano che molto pi efficace degli altri prodotti in commercio.
Con loccasione Le auguriamo buone vacanze. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 494
Domanda: Egregio Dott le scrivo per un problema di una fistola sopra l'ano che stata curata con antibiotici e una pomata cicatrizzante ma resiste a chiudersi, cos conoscendo gi i prodotti erbagil ho iniziato ad usare rigenoma spray per 3 volte al giorno. Vorrei sapere come posso trattare questo problema e se il prodotto che sto usando giusto oppure deve essere integrato . A disposizione per qualsiasi chiarimento .
Grazie Lucia
Risposta: Gent. ssima,
il prodotto che sta utilizzando adatto per la sua problematica ma va integrato.
Le consiglio di continuare con il Rigenoma spray(nella fase di attacco). Successivamente le consiglio di integrare con il Rigenoma crema(fase di mantenimento) fino alla regressione della sintomatologia.
Come proseguimento e igienizzante della zona genitale utilizzi il detergente intimo VO3 Intimo, per almeno 14giorni, evita cos luso di detergenti intimi che contengono SLS, tensioattivi molto irritanti e aggressivi che non fanno altro che aumentare lirritazione provocando prurito e bruciore. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 495
Domanda: Gentile Dottor D'Ambrosio, vorrei sottoporle il problema della mia bambina di 4 anni. Soffre di cheilite angolare che recidiva con molta facilit. Su consiglio del dermatologo uso un unguento per fissurazioni e alla sera un'emulsione con acido ialuronico. Purtroppo non ho risolto molto. Vorrei sapere se pu essere indicato usare Rigenoma spray e Rigenoma crema. La ringrazio anticipatamente per la sua risposta. Cordiali saluti.
Risposta: Gent. ssima utente,
entrambi i prodotti contengono Ozoile(Ozono topico stabilizzato in acido oleico con Vitamina E acetato). Per la presenza di ozonidi, Ozoile apporta ossigeno rafforzando il metabolismo e degradando i fattori di causa dellinfiammazione e rigenerando i tessuti. I bioperossidi di Ozoile, invece, hanno unazione sanitizzante contro batteri, virus e funghi. Ozoile in Rigenoma crema arricchito di Acido ialuronico che rende il prodotto idratante e rigenerante dei tessuti. Applichi il Rigenoma crema mattina e sera e nella fase acuta preceda lapplicazione del Rigenoma crema con il Rigenoma spray.
Cordiali saluti (Erbagil s. r. l. )

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.