L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 451
Domanda: Salve dottor De Castelli questa e la mia nuova rmn ginocchio dx . . . l'esame rm ginocchio dx evidenzia un assottigliamento e fenomeni degenerativi a carico delle fibrocartilagini meniscali che non mostrano segni di fratture. In esiti di sostituzione chirurgica del legamento crociato anteriore il neolegamento appare regolarmente inserito e mostra spessore ed intensità di segnali regolari. La rotula è in asse con cartilagini di rivestimento assottigliate ed irregolarie in particolare in sede paramediana laterale ed in sede mediale per condropatia di medio grado cui si associa sofferenza edematosa della spongiosa ossea rotulea. Regolari le restanti strutture legamentose del crociato posteriore e dei collaterali. Non si apprezzano alterazioni a carico del restante trofismo scheletrico se si eccetua una sclerosi subcondrale dell'emipiatto tibiale mediale, da verosimile alterato carico. Concomita una assottigliamento delle cartilagini rivestimento femorotibiali omolaterali. Non si osserva infine significativo versamento articolare . Questo e quanto la ringrazio cordiali saluti
Risposta: buona sera sig Enzo, la nuova risonanza non ci rivela nulla di nuovo, il dolore che avverte è dovuto all'usura delle cartilagini patellari e femoro tibiale, oltre a questa sofferenza ossea a livello tibiale mediale dovuta ad un sovraccarico di peso. Presumo che lei debba provare l'infiltrazioni di acido jaluronico, sono 2 iniezioni l'anno che spesso risolvono questi problemi di condropatia, diversamente non saprei come aiutarla. I menischi se pur assottigliati ad oggi non appaiono lesionati. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 452
Domanda: Salve, su internet ho sentito parlare di un medico sportivo chiamato Simone Sce interessato a far utilizzare il Dolaren ai suoi pazienti anch'essi sportivi. Io pratico lo sport del body building a livello medio-alto ed in passato ho avuto leggeri dolori muscolari soprattutto tendinei. So che il Dolaren è molto efficace nella guarigione ma nel prevenire eventuali infiammazioni ai tendini avrei pensato di assumere sia prima che dopo l'allenamento anche altri prodotti naturali. Non assumo nessun tipo di integratori e schifezze varie ma oltre al Dolaren (gel) le elenco i prodotti che avrei seriamente intenzione di assumere al fine della prevenzione di infiammazione tendinea.
I prodotti riguardano:
1) Spirulina-> 10 cpr al giorno 2) Olio di Germe di Grano-> 6 cpr al giorno, 3) Vit. C-> 2 gr. al giorno 4) Multivitaminico -Multiminerale-> 1 cpr al giorno. Le chiedo se queste assunzioni potrebbero essere un surplus per il mio organismo oppure se potrei assumerle tranquillamente. Grazie
Risposta: Dai dati della letteratura consultati non emergono controindicazioni all'uso delle sostanze da lei menzionate ! Mi raccomando di non superare le dosi da lei descritte e di mantenere sempre una alimentazione sana ed equilibrata! (Dott. Carlo Rinaldi)
ID Quesito:
 453
Domanda: Buongiorno dottore,
il DOLOREN puo' essere usato per alleviare il dolore causato da un ernia ?
Grazie
G. Garbini
Risposta: gentile utente i dolori legati alle discopatie sono imputabili alla compressione che l'ernia ha sulla radice dei nervi, come può ben intuire da solo, nessuna sostanza per uso topico può alleviare questi tipi di dolori, spesso anche le formulazioni di sintesi hanno poca efficacia. saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 454
Domanda: Buongiorno, metto Dolaren sul ginocchio sinistro da una decina di giorni la prima settimana 4 volte al giorno e adesso (lavorando) tre volte al giorno oltre ad assumere una bustina di Tendisulfur al giorno. Il problema che sento fastidio, come una tensione, nella zona centrale sotto la rotula e mi fa anche male (a volte pi a volte meno) quando faccio i gradini delle scale nel salire. Sono stato da un fisioterapista due sabati fa e ha ipotizzato solo infiammazione, ma nel visitarmi mi ha toccato e dopo era peggio, quindi non sono pi andato per evitare di peggiorare nuovamente. Sento anche qualche cric-crac quando da gamba distesa faccio per sollevarla anche se questo non mi provoca fastidio. Il motivo potrebbero essere tanti concomitanti, ma escludo eventi traumatici come botte, al limite posso avere tenuto il ginocchio troppo storto per mettere per pi mesi una pomata nella zona sottostante il piede. Secondo lei dovrei indagare in modo pi approfondito? Potrebbe essere il menisco o qualche corda spostata dalla sua sede? Oppure insistere con la pomata e basta (magari provando ad applicarla con gli ultrasuoni? )? O magari metterci anche del ghiacchio per esempio? (continua da quesito 449). Ringrazio e saluto, Marco.
Risposta: gentile sig Marco forse le converrebbe fare una risonanza cos capiamo bene qual' il suo problema, come altre volte ho scritto, il ginocchio un'articolazione semplice ma dall'esterno non possibile valutarla, come dice lei potrebbe essere una meniscopatia o magari una condropatia, l'unica fare una risonanza e se crede poi mi posta il referto. saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 455
Domanda: volevo congratularmi con voi per l'ottimo rigenoma spray, da molti mesi soffro di un fastidioso prurito vaginale, e dopo varie visite ginecologiche e relativi rimedi farmacologici, non avendo avuto nessun beneficio, ho cercato rimedi naturali e mi sono imbattuta sulle recensioni del rigenoma spray trovandole molto interessanti; ho seguito le indicazioni riportate su internet, e in 7 giorni e ripeto 7 giorni, ho risolto quello che non sono riuscita a fare in 4 mesi riempiendomi di farmaci inutili. Grazie di cuore vi far una bella pubblicit
Risposta: Gent. ssima,
la ringraziamo per aver condiviso la sua esperienza positiva con la Erbagil. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 456
Domanda: Buongiorno Dottore,
Attraverso esame di ecografia mi stata diagnosticata una epicondilite braccio dx di 2* grado ed una infiammazione del sovraspinato spalla sx. Non mi sono fatto mancare niente. Vorrei provare il dolaren emulgel, per entrambe le patologie con qualche secuta di tercaterapia per l'epicondilite, e vorrei che mi suggerisse un antiinfiammatorio per via orale dato che il Danzen non esiste pi. Cosa mi consiglia in generale?
Grazie
Risposta: Buongiorno sig Raffaele, al posto del danzen prenda l'ananase, io le suggerisco pi che la diatermia da contatto o tecar, di usare l'ulrasuono con sotto il dolaren sfiamma molto di pi e una volta sfiammato si faccia applicare il kinesio taping e sopra il dolaren. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 457
Domanda: Buonasera Dottore,
grazie per la celere risposta di pochi giorni fa riguardo le mie patologie ( epicondilite braccio dx, infiammazione sovraspinato spalla sx) . Oggi ho iniziato gli ultrasuoni con dolaren emulgel, che tra l'altro faccio da solo in un centro fisioterapico per 10 minuti a seduta che effettuer tutti i giorni. Volevo chiedere poi quante volte devo applicare il dolaren per l'epicondilite durante il giorno e la notte? mi conviene sempre bendare il gomito dopo aver messo la pomata e magari la fascia elastica o meglio lasciarlo esposto all'aria? per quanto riguarda la spalla (sovraspinato infiammato) utile davvero il dolaren oppure inutile in quanto la pomata non riuscirebbe ad andare cos in profondit da sfiammare lo stesso? il ghiaccio indicato anche per tale problema alla spalla o meglio solo per il gomito? . quale consiglio mi da per il problema alla spalla?

mi perdoni se ho fatto troppe domande.
Cordialmente
Raffaele Solinas
Risposta: Gentile Raffaele, il dolaren lo applichi tre volte al giorno oltre alla terapia con ultrasuoni, non necessario bendare l'arto, mentre sarebbe opportuno utilizzare il kinesio taping, per la spalla, va benissimo il dolaren 4 volte al giorno ma importante l'ulrasuono in modalit pulsata sulla lesione per10 'e in modalit continua, muovendo il manipolo lungo il sovraspinato per altri 10 '. io, non ricordo che tipo di lesione ha al tendine, in linea di massima non userei il ghiaccio, dovrebbe gentilmente ricordarmi qual' il problema (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 458
Domanda: Buongiorno, da un mese metto tre volte al giorno Dolaren sul ginocchio sinistro per fastidio e dolore localizzato a volte sotto la rotula e da qualche giorno sul lato interno nella parte alta interna sempre rispetto alla rotula. Fatta oggi RX (per la RNM devo aspettare la prescrizione di uno specialista, il medico non me la propone) leggo: Riduzione d'ampiezza dell'interlinea articolare femoro-tibiale interna. Piccola areola di compatta sull'epifisi tibiale interna . Mi aiuta a capire cosa significa e come potrei procedere? Ringrazio, Marco.
Risposta: Gentile utente, quella che presumo abbia una condropatia femero-tibiale cio un eccessivo consumo della cartilagine articolare, il grado di questo consumo lo pu sapere solo facendo una risonanza, mentre un'areola di compatta, vuol dire che in quella zona l'osso ha una struttura pi densa, ma non ha rilevanza clinica (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 459
Domanda: Grazie dottore,
Il problema alla spalla secondo l'ecografia una Tendinopatia attiva di 1* grado del sovraspinato , mentre per precisione la diagnosi del gomito Epicondilite cronicizzata di 2* grado del tendine congiunto degli estensori .
Per quanto riguarda il fatto che cronicizzata, possibile che il tendine fosse gi danneggiato da attivit sportiva ( bodybuilding) fatta tantissimi anni fa ( oltre 10 ) oppure tale cronicizzazione si creata solo da pochi mesi che pi o meno il periodo in cui ho iniziato a sentire dolore? Preciso che ho 43 anni e ho ripreso l'attivit in palestra da 6 mesi dopo oltre 10 anni di fermo.

La ringrazio ancora per la consulenza
Raffaele Solinas
Risposta: Vede la sua una normalissima infiammazione della guaina tendinea del sovraspinato, si dice attiva perch c' un po' di essudazione ma, con il dolaren e l'ultrasuo risolve facilmente, per quanto riguarda l'epicondilite, difficilmente cronicizza in pochi mesi solitamente ci vuole molto tempo, io, penso che sia uno strascico di qualcosa accaduto molto tempo fa, non risolto e quindi, riniziando l'attivit sportiva e ritornato fuori, bisognerebbe capire se sono presenti calcificazioni sul tendine, nel caso, sono utili le onde d'urto. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 460
Domanda: Spett. le Dottor Castelli,
da circa una settimana soffro di dolore ai talloni (quando cammino), causato presumo da errata scelta delle scarpe. Le scrivo per sapere se l'applicazione del Dolaren puo' aiutarmi nella guarigione e per ricevere consigli utili a riguardo.
Sentitamente La ringrazio
Risposta: Gentile signor giuliano, per poterla consigliare, dovrei avere qualche informazione in pi: ad esempio quando insorto questo fastidio, se interessato anche il tendine achilleo, se usa delle calzature basse; il nostro dolaren, un'ottimo antinfiammatorio topico provi ad applicarlo quattro volte al d per sette giorni e vediamo se migliora, certo che se usa delle scarpe senza tacco, deve mettere all'intero una talloniera in gel. nel caso persista il dolore, forse consigliabile fare una radiografia per escludere lo sperone o spina calcaneare. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 461
Domanda: Dottore ho avuto una frattura al calcagno destro ho portato il gesso per 35 giorni e adesso sto portando un tutore per altri 40 giorni ora ho dolori in tutto il piede , sia al piede destro e anche al sinistro , con dolori alla schiena , posso usare il dolaren per attenuare il dolore? Grazie
Risposta: certo che pu usare il dolaren, il suo un problema molto frequente quando si tiene il gesso per lungo tempo, il gesso non permette il normale ritorno venoso e linfatico e quindi il piede tende a gonfiare, questo aumento di volume, attiva i pressocettori che sono delle terminazioni nervose che scatenano il dolore, nel limite del possibile cerchi di tenere il piede in alto e applichi il dolaren 3 volte al giorno con massaggio dal piede verso il ginocchio. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 462
Domanda: Salve gentile dottore. Ormai una settimana che ho un forte dolore (apparso all'improvviso)all'altezza del cuboide del piede e l'inizio del quinto metatarso(quindi siamo all'esterno del piede)in una settimana in cui ho corso moderatamente. Insomma non posso poggiare il piede a terra. . . non so di preciso cosa sia ma so che con il riposo diminuito ma non sparito. Volevo sapere se utilizzando vo3dol posso beneficiare e guarire. cordiali saluti!
Risposta: gentile sig Cosimo, la sua sembrerebbe una tipica metatarsalgia, normalmente queste infiammazioni derivano da una postura scorreta, per un caso ha visto come consuma il tacco della calzatura, magari ha un'appoggio un po pronato, anche le corse campestri possono portare a questi fastidi perch nello sterrato il piede appoggia con meno sicurezza e quindi si tende a lavorare sull'esterno. Osservando il riposo, provi ad applicare 3 volte al d il dolaren(ex vo3dol)per 7 giorni e vediamo se l'infiammazione si risolve. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 463
Domanda: Buonasera, sono Alessia, ho 20 anni e sono un soggetto allergico dalla nascita. Ho allergie alimentari (uova, latticini ed alcune intolleranze), respiratorie(pollini-piante, e acari della polvere) e soffro d'asma. Ho un forte eczema dalle prime settimane di vita, che ha percorso alti e bassi (ma soprattutto alti) fino ad oggi; solo che da qualche anno si trasformato in disidrosi alle dita. In questo momento il mio medio sinistro in uno stato terribile: la pelle distrutta, a squame e tagli e si sta formando anche sotto l'unghia e mi impediscono molti movimenti (come stendere le dita o piegarle). Sono stufa di prendere cortisoni e vorrei chiedere un suo parere sulla mia situazione.
grazie dell'attenzione, spero di sentirla presto.
Alessia
Risposta: Buonasera, forse quello che le dir non le sar di grande aiuto. Se lei, cos come racconta, ha un problema cutaneo sin dalla nascita, chiaro che un singolo prodotto non pu esserle d'aiuto. Bisogna capire di che tipo patologia cutanea stiamo parlando per potere impostare una terapia che le permetta di attraversare periodi di quiescenza il pi lunghi possibile. Infatti quando il problema cronico-recidivante, come nel suo caso, giusto effettuare non solo una terapia di attacco, cio volta a curare il quadro clinico in acuto, ma anche una terapia di mantenimento, allo scopo di prolungare la fase di intervallo tra una riacutizzazione e l'altra. Pertanto chiaro che il percorso terapeutico molto variabile e personale. Le consiglio di rivolgersi ad uno specialista che le possa insegnare a gestire la sua patologia in modo da affrontarla nella maniera pi corretta a seconda delle sue fasi e delle sue differenti manifestazioni cutanee. (Dott. ssa Valentina Carlomagno)
ID Quesito:
 464
Domanda: Gentile Dottoressa, alla tenera et di 30 anni la mia dolce nipotina mi ha trasmesso la varicella. . . in maniera devastante. Ho avuto febbre con picchi di 39. 8 per quasi tre giorni consecutivi, mal di gola e le vesciche in tre giorni si sono estese su tutto il corpo in maniera esponenziale. Sto prendendo gli antivirali e gli antistaminici al bisogno (terapia iniziata dopo due giorni dalla comparsa delle prime sporadiche vescichette). Su qualche vescica ho messo sporadicamente l'aciclovir pomata con qualche risultato. . . Ora sul viso le bolle sono piene di pus e di dimensioni molto estese, ed anche al collo e sulla schiena la situazione devastante. Girovagando su internet mi sono imbattuta nel rigenoma spray. Potrei trarne qualche beneficio ed applicarlo gi da subito anche se sono al 6 giorno della malattia?
La ringrazio anticipatamente per la disponibilit e spero di sentirla al pi presto.
Cordialit, Katia
Risposta: Gent. ssima,
certo che pu applicare il Rigenoma spray: lo applichi il prima possibile. Utilizzi il formulato in spray nei primi giorni della terapia come fase di attacco; successivamente applichi il Rigenoma formulato crema come fase di mantenimento per evitare che la varicella le lasci le cicatrici. Pu acquistare il prodotto direttamente dall'azienda accedendo al ns sito http: www. erbagil. com shop o in tutte le Farmacie d'Italia.
Entrambi i prodotti sono virustatici; la crema levigante.
Ci raccomandiamo di non utilizzare farmaci che in questo caso non hanno molta efficacia.
A disposizione per qualsiasi ulteriore informazione. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 465
Domanda: Salve dottore a seguito di una ecografia mi risultata una distrazione di due legamenti peroneo-astragalici , uno dei due parecchio slaminato . Servirebbe il vo3dol per una distrazione del genere oppure meglio di no? Cordiali saluti.
Risposta: Buon giorno sig Cosimo, il nostro dolaren(ex vo3dol), grazie alla presenza dell'ozono medicale, un'ottimo acceleratore dei processi riparativi cicatriziali, usato in abbinamento all'ultrasuono, sicuramente utile; applichi il dolaren 3 volte al d con leggero massaggio, e faccia almeno 10 sedute con ultrasuono con sotto al posto del gel per ultrasuoni, il dolaren mischiato al gel per elettromedicali nella porzione di 1: 3. Chiaramente dovr osservare del riposo se una distrazione. Gentilmente per mi scriva il referto per intero dell'ecografia fatta cos vediamo bene di cosa si tratta. (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.