L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 436
Domanda: Grazie mille per le sue risposte, in riferimento alla questione della zampa d'oca, è opportuno limitare i movimenti del ginocchio con un tutore ginocchiera ? se si per quanto tempo e per quanti giorni ? poi è opportuno mettere del ghiaccio ? se si per quante volte al di e per quanti giorni ?

Grazie
Risposta: niente ginocchiere o altro che facciano compressione, mentre il ghiaccio usato come manipolo, cioè prende un bicchiere di plastica lo ghiaccia, taglia un pezzo di plastica del bicchiere in maniera che il ghiacciolo sia libero, e lo passa velocemente lungo il percorso del tendine, fa questa cosa 2-3 volte al giorno per 7 giorni, altro non deve fare se non osservare del riposo. saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 437
Domanda: Salve, mi chiamo Claudio pratico bodybuilding e già le ho scritto qualche tempo fa, si ricorda? L'alimentazione che faccio è sana ed equilibrata e nel mangiare cerco sempre di apportare al mio organismo un discreto numero di vitamine che prelevo dalla frutta di stagione. Dopo l'allenamento da pesi e quindi nel momento del recupero muscolare sto pensando di assumere anche una compressa di multivitaminico in modo da raggiungere dosi sufficienti di Vit. B, C, D, E fondamentali per il recupero stesso. Inoltre assumo anche una compressa da 1 gr. di Vit. C durante il giorno. Pensa che tutto questo mi può dare problemi? Gentilmente mi dica lei come ripartire i dosaggi, grazie
Risposta: Sinceramente caro Claudionon penso che potresti avere problemi con queste assunzioni! La distribuzione del multi vitaminico va bene dopo l'allenamento e il grammo di vit. C lo puoi assumere quando vuoi! Considera però che un Kiwi da 100 gr contiene 85 mg d vit. C (Dott. Carlo Rinaldi)
ID Quesito:
 438
Domanda: Grazie per le risposte datemi. E' comunque la prima volta che mi iscrivo sul sito della Erbagil e sarei seriamente interessato a postare dei quesiti sempre che possiate senza alcun problema fornirmi costantemente conferma nelle risposte.
A parte questa introduzione, oltre a quello che le avevo scritto in precedenza ovvero assumere tutti i giorni 1 cpr da 1 gr di Vitamina C e 1 cpr di Multivitaminico-Multiminerale sempre e solo dopo l'allenamento in palestra, oltre a mangiare una quantità discreta di frutta fresca, avrei pensato durante l'allenamento da pesi, di aggiungere anche 2 bustine di Polase Sport in 1, 5 litri d'acqua. Le chiedo, se con questa ultima aggiunta è possibile che si verifichi una quantità eccessiva di vitamine e o minerali al punto di mettere al rischio la mia salute. Ancora Grazie per la disponibilità e Cordiali Saluti.
Risposta: Le bustine di Polase sport contengono principalmente carboidrati sotto forma di fruttosio e maltodestrine rapidamente metabolizzati durante l'attività fisica! Il contenuto di vit. C e vit. E è basso però bisogna sempre tener conto di non eccedere nell'introduzione specialmente di vit. C ! Altri contenuti sono minerali quali sodio , cloro, potassio e magnesio che non danno problemi! Ribadisco quanto detto in uno dei primi commenti: aiuti sì ma con una certa moderazione se si fa una alimentazione sana e regolare! ! (Dott. Carlo Rinaldi)
ID Quesito:
 439
Domanda: buon giorno dottore le posto per intero il referto 12 nov 2013 . . si osserva sfumata alterazione della qualità di segnale della spongiosa sotto condrale del III posteriore del condilo femorale mediale, espressione di condizione di sofferenza ossea secondaria a condromalaciche della cartilagine di rivestimento antistante. sono assenti altre alterazioni patologiche focali o diffuse della qualità di segnale ossea. non si osserva versamento articolare. E sostanzialmente regolare la matrice fibro-cartilaginea del menisco esterno. Si osserva profonda ed estesa involuzione degenerativa della matrice fibro-cartilaginea del tratto intermedio e del corno posteriore del menisco interno senza rottura concomitante. Sono regolari i legamenti collaterali, il legamento crociato posteriore, i tendini rotuleo e del quadricipite. In esiti di intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore, neolegamento normointenso normoinserito normoteso continuo. Sesamoide rotuleo contenuto nella troclea del femore, lievemente extraruotato. Incremento della qualità di segnale della cartilagine di rivestimento patellare nel settore laterale del sesamoide per sofferenza condrale. Regolare la cartilagine di rivestimento del condilo femorale esterno. Questo è tutto le porgo i miei saluti e buona giornata Enzo .
Risposta: buon giorno Enzo, vede la necessità di postare per intero un referto, nel suo caso non è vero che non c'è nulla oltre alla condromalacia del condilo femorale mediale, lei ha il menisco mediale usurato o se preferisce degenerato e questo 5 mesi fa, oggi potrebbe anche essersi lesionato, ma il dolore più che altro le deriva dalla presenza dell'osso sub condrale scoperto, ovvero la cartilagine ialina che lo riveste non c'è più e quindi, essendo questo osso molto innervato a differenza della cartilagine che non ha ne nervi ne vasi, lei sente dolore. Ha fatto bene a fare le infiltrazioni di acido jaluronico, ma se il dolore è rimasto probabilmente dipende dal menisco lesionato, tonifichi bene il muscolo quadricipite e , se fa un'attività sportiva dove l'articolazione del ginocchio è molto usata, deve ogni tanto osservare un po di riposo, magari dopo l'estate rifaccia una risonanza e vediamo il menisco in che stato è. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 440
Domanda: Ha quindi ho il menisco lesionato ? ! io sto sempre andando in palestra 3 volte a settimana di cui lunedi e venerdi faccio potenziamento gambe . . . continuo con la pomata dolaren puo' servirmi ? . . . secondo lei posso iniziare a giocare a calcio oppure ancora no ? grazie per i consigli b giornata Enzo
Risposta: vedo Enzo, quando uno sa che cosa ha poi decide con la sua testa come comportarsi, se lei gioca una partita e ha un contrasto con un'avversario rischia di farsi molto male, inoltre le ripeto che il dolore più acuto deriva dalla condromalacia e non dal menisco degenerato, ci sono tantissimi calciatori professionisti che giocano senza un menisco, se vuole giochi pure faccia attenzione ai contrasti e dopo il gesto atletico applichi il ghiaccio. Va benissimo potenziare il quadricipite magari faccia attenzione con la pressa rischia di infiammare il tendine rotuleo. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 441
Domanda: Gentile Dottore. Le scrivo in quanto sono due giorni che applico Dolaren sul ginocchio di mia mamma che ha 81 anni e pesa 100 kg. Ha un ginocchio messo male in termini di cartilagini, un menisco è proprio usurato completamente. Siccome non ne vuole sapere di diete e cose affini, un bravo ortopedico di Bologna ci ha spiegato con non intende operarla in nessun modo, tantomeno inserendo protesi. Però, da due giorni è come rinata col Dolaren. Sinceramente non ci aspettavamo un risultato del genere e adesso mi pongo il problema di quanto possiamo andare avanti con le applicazioni. Quella più importante è : si può usare per sempre ? Oppure è meglio smettere e riprendere ? Se si, quale sarebbe la durata del trattamento e della sospensione ? Grazie per l' attenzione e per il Dolaren. Cordiali saluti. Gianni.
Risposta: Gentile sig Gianni, mi fa veramente molto piacere leggere la sua mail, il nostro dolaren non crea nessun problema anche se applicato per lunghi periodi, ci sono persone che lo usano da anni senza riscontrare problemi. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 442
Domanda: un anno fa ebbi un epidosio di herpes genitale. . . il dermatologo mi diede un antivirale fAMCICLOVIR . . 5 giorni mi passo' subito. . ma da quel giorno subito dopo ho avuto in un anno 12 episodi ricorrenti sempre piu aggressivi sempre piu lunghi come periodo di guarigione e sempre piu estesi. . HO FATTO 11 GIORNI DI ANTIVIRALE. . . non ho aids e le difese immunitarie risulatano buone . . le sto comunque rinforzando con probiotici. dieta alcalina ecc ecc ecc ma che posso fare? ? non passa piu mi fa tanto male non vivo piu''' che medicinali che cure che cosa fare'? ? mi aiuti per favore. . se ha delle soluzioni
Risposta: Buonasera, purtroppo non ho una soluzione definitiva per il suo problema, certamente le consiglio di effettuare esami ematochimici specifici per indagare circa le sue difese immunitarie. Inoltre in caso di recidive così frequenti è necessario effettuare una visita specialistica dermatologica mentre l'infezione è IN ATTO in modo che si possa effettuare una diagnosi certa e di conseguenza si possa attuare un giusto approccio terapeutico sia in senso curativo che preventivo. Cordiali saluti (Dott. ssa Valentina Carlomagno)
ID Quesito:
 443
Domanda: Buonasera, ho frequenti infezioni urinarie da batteri come escherichiacoli e klebsiella . Visto che questi batteri vengono dalll'intestino può essere utile usare rigenoma spray nella zona anale come barriera x evitare ulteriori infezioni dalla zona anale vaginale?
Risposta: Buonasera, purtroppo non è questa la soluzione al suo problema, dovrebbe capire perché ha queste infezioni recidivanti al tratto urinario in modo da poterle prevenire nella maniera più corretta con terapie specifiche. Le consiglio di effettuare una visita medica, qualora non l'avesse già fatto, al fine di comprenderne la causa e intervenire adeguatamente.
Cordiali saluti (Dott. ssa Valentina Carlomagno)
ID Quesito:
 444
Domanda: Buongiorno, ho avuto occasione di provare i vostri prodotti per il viso. Devo, sinceramente, affermare che li trovo ottimi. Volevo sapere se avete un prodotto specifico anche per il contorno occhi o se posso usare il depigoile. Cordiali saluti, silvia
Risposta: Cara Silvia, grazie per aver scelto i nostri prodotti. Per il contorno occhi, poiché sta arrivando la bella stagione e le radiazioni solari si fanno più insistenti, posso consigliarle di utilizzare la Biocrema Antirughe giorno Dermall per mantenere la zona fortemente idratata svolgendo al contempo una azione antirughe-rimpolpante e di cominciare ad applicare la Biocrema antirughe notte Dermall che svolge una azione antirughe-esfoliante, maggiormente potenziata, la sera ad estate conclusa per evitare fenomeni di possibile arrossamento dovuti al fatto che il contorno occhi esfoliato potrebbe essere eccessivamente sensibile alle radiazioni. Cari saluti, Dr. ssa Gilda Benevento. (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 445
Domanda: buongiorno dott De Castelli,
gioco a calcio da una vita e mi alleno 3 volte a sett + la partita; purtroppo ho avuto una lesione muscolare al gemello mediale del polpaccio sinistro circa due mesi fa e nonostante una ventina di sedute di tecarterapia e laser(più alcune di ultrasuoni)ad oggi non è ancora completamente rimarginata, anche se in fase di risoluzione. l'ultima ecog(di ieri)recita: . . . dall'esame effettuato si conferma la presenza di area ipoecogena che si estende per circa 30 mm in senso cranio caudale con uno spessore di circa 4 mm(3 sett fa erano 5)interessante i fasci distali del gemello mediale in esito traumatico in via di risoluzione . Consideri che per lavoro sono costretto a camminare e guidare, ma che dopo più di due mesi (in cui la prima sett ho camminato con stampelle e applicato ghiaccio e dopo ho fatto 1 mese di fisioterapia quasi tutti i gg per due sett e a giorni alterni nelle altre 2 3 sett)non sia ancora guarito del tutto mi sembra strano! inoltre avevo corso, in maniera molto blanda il giorno prima dell'eco e non avevo accusato fastidi, se non quelli classici da inattività prolungata, e quando cammino non ho alcun fastidio. . ho letto di questa pomata e ho pensato di chiederle se potesse fare al caso mio e come usarla al meglio, magari in alternanza con uso della terapia ghiaccio caldo. . grazie mille
Risposta: buon giorno sig Claudio, il suo caso è simile a molti altri a cui ho già risposto e ripeto il medesimo discorso: nelle distrazioni o strappi muscolari, è molto importante togliere il prima possibile il versamento ematico che consegue alla rottura parziale delle fibre muscolari, il brutto vizio di sospendere la deambulazione e quindi ridurre la circolazione in quel distretto, porta inevitabilmente alla precipitazione della parte corpuscolata del sangue, e quindi la formazione di un'ematoma che, con il tempo si organizza , cioè diventa un corpo estraneo per l'organismo che gli costruisce intorno una membrana fibrosa, da qui la formazione di tipo cistico che spesso hanno questi ematomi organizzati. Nel suo caso è avvenuta una cosa simile, cioè è rimasto del sangue rappreso o coagulato tra le fibre muscolari e questo limita molto la cicatrizzazione delle fibre stesse, come ho detto altre volte, la diatermia da contatto o tecar, usata precocemente, spesso porta alla precipitazione della parte corpuscolata del sangue , aumentando notevolmente la formazione dell'ematoma intramuscolare. Mio consiglio è di utilizzare il dolaren mattina e sera sulla zona interessata, e fare 10 sedute di ultrasuono con sotto questo dolaren mischiato al gel per elettromedicali nella porzione di 3 dolaren 1 gel, l'applicazione dell'U. S. è a manipolo libero con operatore in modalità pulsata sulla zona della lesione; in questo modo ottiene il duplice effetto dell'onda sonora che sgretola l'ematoma e dell'azione dell'enzima bromelina che digerisce il sangue raggrumato. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 446
Domanda: Salve, come le avevo già accennato in precedenza, avevo un problema di leggera tendinite tra bicipite e avambraccio. Continuo ad avvertire sempre qualche fastidio specie dopo aver messo sotto sforzo (non pesante) il mio braccio. A tal proposito volevo chiederle che differenza si nota tra il Dolaren 250 e il Vo3DOL gel ovvero chi tra i due è più efficacemente indicato per infortuni a tendini e legamenti. Indipendentemente da l'uno o l'altro, essendo essi naturali posso farne uso in modo continuativo tutti i giorni della settimana ? , oppure soltanto per prevenire gli stessi infortuni dopo l'allenamento? Grazie 1000.
Risposta: gentile sig Claudio, il vo3dol oggi si chiama dolaren è il medesimo prodotto ma con il nome cambiato, l'utilizzo del dolaren può essere continuativo, ad oggi non ci risultano intolleranze anche se usato per lunghi periodi, le ricordo che può essere usato anche sotto ultrasuono e, non contenendo sostanze fotosensibilizzanti, anche durante la stagione estiva. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 447
Domanda: Volevo farle una domanda.
Ho sentito parlare di un potente anti-infiammatorio ovvero l'ASTAXANTINA efficace anche per dolori articolari. A tal proposito volevo sapere se il prodotto sopra citato può essere efficace quanto il Vo3DOL (Dolaren) in fatto di tendinite. Grazie
Risposta: gentile sig Claudio, l'astaxantina che è una molecola dal pigmento rosso che si ricava dai crostacei, ha un forte potere antiossidante, ed è utile nel combattere i radicali liberi, la sua azione antinfiammatoria è legata all'inibizione delle prostglandine, però rispetto alla sua azione antiossidante i radicali liberi, il potere antinfiammatorio è minimo e non è certo paragonabile al complesso di principi attivi presenti nel dolaren. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 448
Domanda: Grazie comunque di tutte le sue risposte da me ricevute. Una domanda:
Cos'è il Kinesio Taping e come dovrei utilizzarlo? In precedenza mi ha consigliato di applicare sul Kinesio, il Dolaren 250 ma come devo fare esattamente? Ed infine se possibile acquistare il Kinesio Taping a chi mi posso rivolgere o comunque su quale sito Internet posso controllare? Grazie
Risposta: buon giorno Claudio, il kinesio taping o taping neuromuscolare, è un bendaggio dinamico, su internet trovi tutte le info che vuoi, io nella mia pratica clinica, spesso utilizzo il kinesio e sopra questo nastro applico il dolaren, il kinesio, è un cerotto in cotone permeabile e quindi se sopra vengono applicati dei medicamenti, piano piano passano il cerotto e arrivano alla cute, il kinesio lo trovi nelle sanitarie fornite o nei negozi di sport, o su internet, fai attenzione perché almeno le prime volte devi fartelo applicare da un operatore che ha fatto il corso perché, non contenendo farmaci, funziona solo se ben posizionato. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 449
Domanda: Buongiorno,
volevo chiedere se è consigliata l'applicazione di Dolaren (4 volte al giorno x 15 giorni + 2 volte al giorno x 15 giorni) contestuale all'assunzione dell'integratore Tendisulfur (o anche Eutend) che contengono alcune delle sostanze presenti appunto in Dolaren ma da questo veicolate localmente e non per via sistemica. In questo caso possono crearsi delle sinergie tali da rendere i prodotti combinati ancora più efficaci? Esistono invece per caso controindicazioni all'utilizzo contestuale dei prodotti indicati?
Ringrazio e saluto, Marco.
Risposta: Buona sera sig Marco, io non ricordo per quale motivo usa dolaren ed eventualmente l'integratore a base di condroitin solfato e glucosamina, non ci sono problemi di accumulo perché i glicosaminoglicani sono riciclati dall'organismo se in surplus, mi sembra un po eccessivo invece usare il dolaren 4 volte al giorno, i principi attivi del dolaren, in particolare l'ozono medicale e l'enzima bromelina, prima di agire ci mettono diverse ore anche 12-24 h, quindi darlo più di 2 volte al giorno non ha molto senso mentre, ha più senso protrarlo per 30 giorni o anche più in base al problema che vuole curare. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 450
Domanda: Buongiorno dott. De Castelli,
ho 44 anni e da qualche mese soffro di dolori all'emifaccia destra che interessano in particolar modo l'orecchio, le emiarcate dentali ma non riesco a focalizzare un punto esatto perché il dolore è in movimento . Al mattino sto meglio mentre la sera sono più sensibile. La tac massiccio facciale ha evidenziato discrete note artrosiche ad entrambe le articolazioni temporo-mandibolari, in particolare a destra rispetto al lato controlaterale. I rapporti articolari temporo-mandibolari in posizione di riposo sono nei limiti e a bocca aperta maggiore escursione verso l'avanti del condilo sinistro rispetto al controlaterale . Ritiene che il Dolare mi possa aiutare? E' possibile applicarlo in faccia? Se sì, devo adottare particolari precauzioni?
La ringrazio in anticipo per la collaborazione.
Cordiali Saluti.
Risposta: buon giorno Antonella, sarei sciocco a dirle che con il dolaren risolve, quando si parla di note artrosiche , essendo una condizione degenerativa dell'articolazione, ad oggi non esiste un prodotto in grado di arginare le forme artrosiche, detto questo, il dolaren ha due vantaggi rispetto ad altre creme ad azione sfiammante, il primo e che non contiene farmaci o sostanze fotosensibilizzanti, e quindi lo può usare anche nella stagione estiva senza creare problemi alla cute, il secondo vantaggio è dato dai principi attivi presenti cioè l'ozono medicale e l'enzima bromelina, l'ozono medicale ha un'azione decontraturante sulla muscolatura e quindi è molto utile, l'enzima bromelina, essendo un'enzima proteolitico, aiuta a sciogliere le piccole contratture che si creano in questi frangenti. Applichi tranquillamente il dolaren sulla zona interessata evitando il contatto con gli occhi, lo può mettere mattina e sera per 10 giorni e vediamo se riesce a sfiammare e rilassare il muscolo massetere. Un consiglio che mi sento di darle, una volta sfiammato, e farsi vedere da un manipolatore che si occupa del cranio-sacrale, sono delle manovre particolari che spesso aiutano a ristabilire il giusto contatto tra i condili, probabilmente l'artrosi è dovuta anche ad un problema di chiusura. Il famoso digrignare i denti in età pediatrica spesso porta a questi problemi. (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.