L'Esperto Risponde

Quesiti e risposte

ID Quesito:
 136
Domanda: Egregio Dr. Castelli, la ringrazio ancora per la sua immensa disponibilità e voglia di aiutarmi! ! Comunque la risposta alla sua domanda(se lei pigia con il dito sotto la rotula, cioè a livello di piatto tibiale, sente dolore? ), io le rispondo: si! ! Pigiando sento dolore in un punto ben preciso, esattamente al confine tra la rotula e il tendine. . per dire, anche 1 cm più in basso, esattamente sul tendine rotuleo, non sento più alcun dolore pigiando. . . e poi è come se su quel punto, al tatto, sentissi qualche rumoretto, scricchiolio! ! Sicuramente proverò il kinesio taping, cm Lei mi ha consigliato! ! Che colore sarebbe più indicato nel mio caso? ? Posso mettere solo una striscia dal quadricipite al tendine, ad I, (coprendo esattamente quel mio punto dolente) ed un'altra striscia in orizzontale formando una croce, o ad Y? ? Continuo a metterci il VO3dol gel? ? ! La ringrazio ancora di vero cuore.
Risposta: mi scusi per la tardiva risposta ad ogni modo, il kinesio lo metterei ad y con tensione 25%-30% lo devo mettere o farselo mettere in maniera tale da dare una forza uguale e contraria al muscolo quadricipite o se preferisce al retto femorale che continua sotto la rotula con il tendine rotuleo. quindi mette le due ali della y sotto la rotula a tensione 0 poi con una mano blocca il nastro e con l'altra lo tira di un 25-30% seguendo il retto femorale fino a livello inguinale, in questa maniera lei da una forza da prossimale a distale (centrifuga)contraria all'azione del muscolo quadricipite che è da distale a prossimale o centripeta, io sopra al nastro di solito metto il vo3dol , è un nastro di cotone poroso e quindi assorbe il medicamento, il colore non ha importanza magari eviti il rosso ma è un cromatismo se lo deve prendere preferisca il blu. la striscia in orizzontale la eviterei non vorrei che creasse troppo compressione a livello di inserzione del tendine rotuleo. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 137
Domanda: Buongiorno Dottore,
da qualche mese ormai, l'epicondilite al braccio destro si fa sentire. Sono un pescatore, ma consideri che la mia attività si concentra il sabato , non intensa, ne forzata. Capita di saltare anche la settimana. Ho provato v03dol per 2 settimane, mattina e sera, ma niente. Nell' uso quotidiano sento una fitta leggera, quasi inesistente che si acutizza nel prendere in mano un oggetto con un certo peso o per un gesto. Ha qualche consiglio in piu' per me ? ? La ringrazio anticipatamente.
Risposta: gentile sig Stefano è sicuro che non ci sia qualche problema a livello cervicale come una protusione alle vertebre cervicali? spesso questi problemi hanno origine da compressioni cervicali, se si esclude questa ipotesi, potrebbe trovare giovamento dall'applicazione del kinesio taping per le patologie legate all'infiammazione dei flessori ed estensori della mano. cerchi un bravo fisioterapista e se li faccia mettere vanno tenuti almeno 5 giorni poi lascia 2-3 giorni il braccio libero e poi li rimette, io trovo molto utile applicare sopra al nastro il vo3dol , così abbiniamo l'azione sfiammante e drenante del nastro a quella antinfiammatoria del gel vo3dol. distinti saluti (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 138
Domanda: 4 settimane fa sono stata investita da una macchina. Cadendo, ho sbattuto fortemente il gomito. Il gomito non è rotto poiché delle lastre lo confermano, ma dopo quattro settimane presenta ancora gonfiore nella zona dove si formano le borsiti ed il tendine duole un po' (pizzica non costantemente). Non sono limitata nei movimenti, ma quel lieve gonfiore mi limita nella mia attività di sollevamento pesi e nelle arti marziali. Si suppone sia un ematoma interno articolare (seppur non vi sia alcun segno violaceo o giallo) o semplice liquido sinoviale. Vo3 Dol può aiutarmi nell'assorbimento del gonfiore e nel trattare il lieve dolore? E' possibile sia davvero un ematoma interno, ma che non ve ne sia segno sulla cute poiché in profondità? Grazie anticipati
Risposta: gentile utente, nei traumi , specialmente se interessano articolazioni esposte come quella del gomito, la probabilità di riscontrare un ematoma articolare è cosa abbastanza comune e non ci sono cure che permettano di velocizzare la guarigione, sono dei lividi dell'osso e piano piano passano da soli, altra questione è la borsite che si è creata dopo il trauma, in questo caso è molto utile il nostro vo3dol che oltre a sfiammare , grazie alla presenza di ozono medicale, ha un'azione anche drenante. In questi casi io di solito consiglio di farsi applicare il kinesio taping con azione drenante , sopra al kinesio io applico il vo3dol e se è particolarmente gonfio consiglio anche il danzen , è un antiedemigeno naturale a base di serratio peptidasi. Tenga presente che l'ematoma articolare è un'ammaccatura dell'osso non del muscolo quindi non vede sulla pelle la macchia dovuta allo stravaso, è solamente una botta sull'osso. Applichi pure il vo3dol mattina e sera sulla zona dolente e lungo il percorso del tendine e vedrà, che appena si sgonfia il braccio anche il fastidio che sente dovuto alla compressione sparirà. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 139
Domanda: Salve, desideravo sapere dove posso trovare il Rigenoma spray a Catania. . precisamente San Giovanni la punta. Oggi sono andata in farmacia ma mi hanno detto che non è nemmeno possibile prenotarlo. . Non so che dovrei fare? Grazie
Risposta: Gent. ssima,
innanzitutto la ringraziamo per l'interesse manifestato verso il nostro prodotto.
Può acquistare il Rigenoma spray presso tutte le farmacie della sua Regione. L'azienda che distribuisce i nostri prodotti nella sua Regione è la Comifar o Grossfarma. Fornisca questo nome affinché il farmacista possa effettuare la prenotazione.
La informo che può acquistare i nostri prodotti direttamente sul nostro website accedendo allo shop: http: www. erbagil. com shop .
Non esiti a contattarci se continua ad avere difficoltà nel reperire il prodotto. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 140
Domanda: 4 settimane fa sono stata investita da una macchina, cadendo ho sbattuto fortemente il gomito. Il gomito non è rotto poiché delle lastre lo confermano, ma dopo quattro settimane è ancora gonfio (nella zona dove si formano le borse) ed il tendine duole un po'. Il mio problema è il gonfiore, che si presume essere un ematoma interno articolare (seppur
non vi sia alcun segno né violaceo né giallo) o semplice liquido sinoviale. Vo3 Dol può aiutarmi nel riassorbimento e nella cura del dolore tendineo?
Risposta: gentile cliente, il nostro vo3dol è molto indicato nel suo caso perché la presenza dell'enzima bromelina, enzima proteolitico, aiuta la disgregazione dell'ematoma organizzato, mentre la presenza di ozono medicale, aiuta il riassorbimento dei liquidi in eccesso; applichi il vo3dol mattina e sera sulla zona interessata, se ha la possibilità di fare anche delle seduta con l'ultrasuono, faccia applicare al posto del gel per ultrasuoni, il vo3dol, in questo modo sommiamo l'azione dell'ultrasuono a quello antinfiammatorio, antiedemigeno del vo3dol. Utilizzi il vo3dol per 10 giorni e faccia 5 sedute di U. S. . (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 141
Domanda: Sono un appassionato di tennis e soffro di epicondilite. Ho avuto un incidente stradale a Dicembre 2011 e mi sono curato di una lesione al tendine sopraspinato della cuffia dei rotatori della spalla destra. Dopo le cure di hilterapia ad alta frequenza(vedi Dott. Costa che cura i piloti di moto) ho rincominciato a giocare a tennis per circa 9 mesi. Adesso soffro di epicondilite al gomito destro lungo l'avambraccio fino al polso. Ho fatto hilterapia con laser per sfiammare, e altre cure, ultrasuoni con il vostro prodotto VO3 DOL per 5 volte, con applicazioni locali tre volte al giorno da circa 15 giorni ma ho avuto degli esili miglioramenti. 20 anni fà fui operato alla mano destra della malattia di dupuytren ma non mi ha dato più fastidio; inoltre ho una artrosi cervicale che potrebbe essere la causa di questa infiammazione al gomito? . Cosa mi consiglia di fare? Come esercizi faccio il McKENZIE per la cervicale. Inoltre non sono più giovane ma mi dispiace di non potere più giocare a tennis.
Risposta: Gentile sig Bruno mi piacerebbe sapere se ha fatto una lastra alla cervicale o risonanza perché l'origine del suo problema potrebbe derivare da una protusione discale a livello cervicale. Mi faccia sapere perché ha poco senso intervenire sul sintomo se la causa non si conosce con precisione. Una terapia sintomatica che può provare è il kinesio taping o taping neuromuscolare, se la causa non è organica ma deriva solo da un'infiammazione con il kinesio riusciamo benissimo a riprestinare la funzionalità viceversa, se deriva da un problema al rachide bisogna intervenire diversamente. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 142
Domanda: Faccio sport tra cui anche jogging. Lamento dolori al ginocchio.
Mi è stata diagnosticata una gonartrosi al ginocchio. Ritiene utile l'utilizzo di infiltrazioni di gel piastrinico? Grazie.
Risposta: gentile sig Salvatore con il termine gonartorsi si intende tutto , bisognerebbe conoscere la reale situazionedel suo ginocchio ad es è probabile che soffra di condropatia, nei podisti è una evenienza molto comune, io le consiglio di farsi una risonanza per vedere effettivamente lo stato del suo ginocchio e poi mi posta il referto così le posso consigliare meglio una eventuale terapia. Se si tratta di una semplice condropatia di I-II° è sufficiente l'applicazione del nostro vo3dol, che , contenendo la glucosamina e il condroitin solfato, oltre all'ozono medicale, è in grado di conservare da un'ulteriore usura le cartilagini articolari. lo applichi mattina pomeriggio e sera per 14 giorni e poi prosegua solo al mattino e sera per altri 14 giorni. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 143
Domanda: Dove trovo il vo3dol ad ASTI?
In che farmacia o Parafarmacia?
Risposta: Gent. ssimo.
il vo3 dol è acquistabile presso tutte le farmacie prenotandolo e informando il farmacista che il prodotto è distribuito dalla Comifar.
La informo che può acquistare i nostri prodotti direttamente sul nostro website accedendo allo shop: http: www. erbagil. com shop .
La ringraziamo per l'interesse verso i ns prodotti. (Erbagil s. r. l. )
ID Quesito:
 144
Domanda: Salve dottoressa, ho dei problemi di infiammazione ad entrambi gli alluci, al sx un'unghia incarnita che non va via da molto tempo. . Cosa mi consiglia? Il Rigenoma a Catania non si trova, l'ittiolo, l'aeuromicina, la cicatrene e il gentalyn beta non funzionano per niente. . La ringrazio anticipatamente. . Ps vado già dal podologo e un'unghia incarnita è guarita ma in questa bisogna togliere l'infiammazione
Risposta: Salve, purtroppo l'unghia incarnita è un problema di difficile gestione e soprattutto da curare con molta assiduità onde evitare recidive. Prima di intervenire con un'accurato taglio dell'unghia, che puo' fare un bravo podologo, è necessario che non vi siano né infiammazione né infezione, pertanto se necessario bisogna ricorrere ad un antibiotico sistemico, questo dipende dal grado di infezione, se vi è o meno fuoriuscita di pus e se c'è dolore e, per uso topico, un antinfiammatorio. In questo senso potrebbe provare Rigenoma crema che ha potere antiinfiammatorio e lenitivo oltre che antimicrobico. la durata del trattamento dipende dalla sua sintomatologia e dal quadro clinico. Le consiglio calzature idonee e, una volta risolto il problema, di non trascurarlo, perché come le dicevo sono frequenti le recidive. Buongiorno. (Dott. ssa Valentina Carlomagno)
ID Quesito:
 145
Domanda: egregio dott. De Castelli pratico il podismo e quando faccio molti km di corsa a volte mi si accumula nella parte inferiore delle gambe l'acido lattico i sintomi sono un po di indolenzimento e gonfiore ! E' utile l'utilizzo di vo 3 dol in questo caso? ringrazio dottore per la risposta! !
Risposta: le rispondo volentieri sig Vincenzo in quanto anch'io mi diletto a fare un po di podismo, e le assicuro, che il vo3dol è veramente un prodotto eccellente che io stesso uso ma se lei ha visto il sito, anche atleti di triathlon come d'aquino ed altri, ad es ora io sto seguendo un Iron man, lo usano proprio per lo scarico perché, la presenza di ozono medicale permette l'ossidazione dell'acido lattico che rimane dopo il gesto atletico; se lei ha modo di andare da un bravo fisioterpaista le consiglio di farsi applicare il kinesio taping per lo scarico dei gemelli e sopra al nastro applicare il vo3dol, tiene il kinesio 7gg e mattina e sera ci applica il vo3dol, in questo modo riesce ad avere una doppia azione, il massaggio e riattivazione della circolazione data dal kinesio e l'azione sfiammante sui muscoli e ossidativa sull'acido lattico rimasto data dall'ozono medicale. se soffre di questo problema di accumulo di acido lattico, le conviene usare il kinesio anche preventivamente, se lo mette prima di correre oppure può provare le calze a compressione graduata. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 146
Domanda: Per favore ò (Cheratosi Attinica)sul cuoio capelluto terapia eseguita (crioterapia)ma con scarso risultato. Lei mi può aiutare a risolvere questo problema. Grazie
Risposta: Buongiorno, se si tratta di una cheratosi attinica, diagnosi che deve essere effettuata da uno specialista dermatologo, la crioterapia è un valido trattamento ma talora una sola seduta non basta, va ripetuta fino ad ottenere la sua totale scomparsa. Si può ricorrere anche all'uso della diatermocoagulazione o, in alternativa alle terapie fisiche, si possono utilizzare terapie mediche che però sono di ben più lunga durata e che necessitano di prescrizione medica. Buona giornata. (Dott. ssa Valentina Carlomagno)
ID Quesito:
 147
Domanda: Gent. ma Dottoressa, Le scrivo per ringraziarla infinitamente e non sa quanto, avevo formulato un quesito, il n°106, sono un paziente oncologico in terapia con farmaco angiogenetico che non da proprio la sindrome mano-piede, ma formazione di vesciche dolorose ai piedi. Le prime, molto grosse, mi sono state bucate dal dermatologo, poi Vi ho scritto e ho iniziato ad usare Rigenoma Spray. Le vesciche hanno continuato a formarsi, sempre più piccole, ma incredibilmente, il Vostro spray con solo 1-2 applicazioni o le sgonfia o ancora più incredibile, le rompe, si creano veri e propri tagli, le ultime, piccole come lenticchie, per cui anche impossibili da bucare, con 2 applicazioni, si sono aperte, Siete la mia salvezza, altrimenti non so proprio come avrei fatto. Hanno voluto conoscere il prodotto, sia la Dermatologa del Policlinico di Siena, che l'oncologa che mi segue all'ospedale di Arezzo, per altri pazienti. Grazie, grazie ancora, con tutta la mia riconoscenza - Marco
Risposta: (Dott. ssa Gilda Benevento)
ID Quesito:
 148
Domanda: A seguito di un esercizio con manubrio, ho caricato più del solito, causa una tendinite al braccio sinistro, posso applicare gel vo3dol accompagnato da elettroterapia(TENS) come e per quanti giorni. Grazie
Risposta: Gentile sig Felice il nostro vo3dol è indicato come crema o come gel da applicare sotto la testina dell'ultrasuono con la tens non ha molto senso, faccia il trattamento antalgico con la tens e poi applichi il vo3dol che sfiamma il tendine, in questo modo abbina la terapia strumentale a quella dell'ozono medicale faccia questi trattamenti per 5giorni e poi continui per altri 5 con il vo3dol, potrebbe trovare giovamento anche dall'applicazione del kinesio taping magari a titolo preventivo. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 149
Domanda: BUONGIORNO MI CHIAMO ANTONELLA , VORREI SAPERE GENTILMENTE SE APPLICARE IL GEL VO3DOL E EFFICACE CON QUESTE PATOLOGIE , GIOE' : PERIATRITE ALL'ANCA E SPALLA , PIU' PUBALGIA . APTETTO VOSTE NOTIZIE , GRAZIE .
Risposta: gentile sig Antonella, il nostro vo3dol ho molto indicato per le patologie da lei elencate per quanto riguarda la periartrite alla spalla e la coxoartrite lo può usare come crema applicandola sulla zona infiammata mattina e sera con lieve massaggio, è molto concentrato quindi ne basta poco, per quanto riguarda la pubalgia, dovrebbe essere così gentile da chiarire quali muscoli sono coinvolti, di norma sono interessati i retti addominali e gli adduttori e abduttori, nelle donne spesso si ha la sindrome sinfisaria che riguarda la sinfisi pubica ed è un problema funzionale dovuto al parto; questa sindrome passa senza interventi dopo qualche mese, nel caso fossero interessati i muscoli retti-adduttori invece è utile il vo3dol applicato sotto ultrasuono, in questa maniera otteniamo un doppio risultato, sfiammiamo i muscoli, e grazie all'apporto di ossigeno dato dall'ozono, abbiamo anche un'azione miorilassante; applichi il vo3dol mattina e sera per 10 giorni e faccia 5 sedute di ultrasuono a testina mobile con al posto del gel per elettromedicali, il nostro vo3dol. (Dr. Roberto De Castelli)
ID Quesito:
 150
Domanda: Dr De Castelli ho 42 anni , pratico arrampicata da più di 10 anni. Da un mese ho un dolore al polso quando muovo il pollice. MI è stato consigliato un cerotto transmedico ma non ha effetto. La pomata VO3DOL può essere di aiuto . Grazie
Risposta: il muscolo flessore del pollice nel suo tragitto passa con una sua guaina attraverso il tunnel carpale, quindi è normale che una sua infiammazione abbia ripercussioni sul polso. Il vo3dol può essere utile se abbinato ad una terapia con ultrasuono, faccia delle sedute di ultrasuono con sotto il vo3dol e una volta finite le terapie si faccia applicare il kinesio taping per l'infiammazione del tendine del flessore del pollice e lo tenga per 5-7 giorni poi lo toglie per 2 giorni e lo riapplica, sarebbe cosa utile che per un po lo usasse quando va ad arrampicarsi come prevenzione. Faccia attenzione che il problema non derivi dal tunnel carpale ma effettivamene dal flessore del pollice. saluti (Dr. Roberto De Castelli)

Formula un quesito



Impossibile visualizzare il form per inviare messaggi dal sito web poiché si è scelto di disattivare il Cookie Google reCAPTCHA.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dell'informativa estesa sull'utilizzo dei cookie dalla quale è possibile attivare/disattivare ogni singolo cookie.

News
Distributori
Certificazioni
L'Esperto Risponde
Brevetti
Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico chirurgici, si avvisa l'utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.